‘Uomini e Donne’: l’opinione di Isa sulla puntata di oggi del Trono classico

Di Isa - 24 maggio 2016 19:05:48

Trono classico - Andrea Damante e Giulia De Lellis

Beh, si potrebbe dire che è facile commentare sapendo già qual è la scelta ma, sinceramente, almeno per quanto mi riguarda, non c’era bisogno di vedere la foto con i petali ed avere la conferma in carta bollata per avere la certezza che Andrea Damante avrebbe scelto Giulia De Lellis. Si è sempre visto. E’ sempre stato palese. L’ho sempre scritto in questi mesi e fino all’ultima opinione puntata (pre-scelta) in cui, appunto, sottolineavo come questo trono avesse un’unica interpretazione possibile, senza spazio per altre. Perché a volte i tronisti (maschi, le femmine tendenzialmente cadono come pere cotte dopo la prima puntata!) sono bravi ad essere ambigui e a mischiare bene le carte ma Andrea, per me, ci è riuscito poco e non c’è stato mai un istante, nel corso di questo trono, in cui ho pensato che qualcuna potesse davvero interessargli, se non Giulia.

E, a quanto pare, non ero l’unica a vederlo. Lo vedeva persino Laura Frenna, colei che era coinvolta in prima persona e che le esterne con Andrea le viveva sulla propria pelle. Se persino lei, anche oggi, ha esordito dicendo che per tre mesi ha sempre saputo che la scelta sarebbe stata Giulia e se, sempre oggi, dopo la messa in onda dell’esterna tra Andrea e Giulia, ha commentato con un “Lui è proprio partito per lei“…… vuol dire che, evidentemente, la cosa era davvero troppo palese.

Ma lo è, lo è sempre stato. Inutile appellarsi ai baci con Laura o alla presentazione del papà (peraltro da lui subito ridimensionata in puntata) quando poi tutte queste esterne formalmente importanti venivano puntualmente seguite da puntate in cui la milanese era quasi trasparente e l’unico problema di Andrea era quello di indagare sulle mancate reazioni di gelosia di Giulia. Ecco, io in quei momenti mi sarei aspettata una reazione di Laura. Lì l’avrei capita e giustificata. Lì avrebbe avuto senso. Facciamo una doppia esterna, ti porto nella mia casa a Milano e in puntata tu ti preoccupi solo di Giulia? Ma io ti faccio nero!

Mi porti a Gela da tuo padre, mi dici frasi importanti, fai il provolone, torniamo in studio e per 50 minuti parli solo con la De Lellis e l’unica cosa che sai dirmi è che ti sono piaciuta nei 15 secondi senza telecamere perché non sembravo nemmeno io? Ma io lì davvero mi tolgo scarpe, calzini, gonna e corro i 2000 metri più veloci della storia per fuggire più lontano possibile da te urlando, peraltro, le peggio bestemmie nel tragitto. Insomma, ho trovato leggermente fuori luogo che Laura, pur ammettendo di aver sempre capito qual è la scelta e pur avendo avuto mille occasioni per reagire alla situazione e farsi valere invece di continuare a dispensare limoni a buffo fino all’ultimo, si sia indignata a scoppio ritardato di due mesi facendo peraltro riferimento ad improbabili accordi nel tentativo di minare la limpidezza del trono di Andrea.

Certo, io capisco che quella foto di Giulia con l’amico del Damante potesse destare dei sospetti, eh, è assolutamente legittimo. Ma, sostanzialmente, posto che a quell’evento c’erano sia Giulia, che sto ragazzo, che Megghi Galo (che conosceva il ragazzo in questione) alla fine il pubblicare la foto è stato anche un modo per rendere limpida la cosa. Immaginate cosa sarebbe accaduto se qualcuno (a queste serate per gli Internazionali di tennis c’è mezzo mondo e no, cara Queen e cara Cipollari, non bisogna essere vip per partecipare, sono serate aperte a tutti 😀 ) avesse scattato una foto di nascosto e l’avesse mandata in giro per il web nel silenzio dei diretti interessati… insomma, era decisamente meglio se Giulia e questo amico di Andrea non si fossero trovati nello stesso luogo, ma posto che è successo la pubblicazione della foto mi è sembrato, alla fine, il modo migliore per mostrare di non avere nulla da nascondere.

Che poi, ripeto, la reazione di Laura in questo trono doveva esserci a prescindere da tutti gli eventuali retroscena ai quali si può credere, non credere, sui quali si può o non si può speculare. Lei avrebbe dovuto reagire per quello che, in ogni puntata, accadeva davanti ai suoi occhi e che evidentemente notava benissimo se fino alla puntata di oggi ha ribadito di aver sempre saputo chi sarebbe stata la scelta. Non reagendo mai, non “facendosi sentire” mai, ha reso facile la vita di Andrea che non ha mai sentito il bisogno di dimostrarle nulla più di ciò che può emergere da due limoni o da due frasi ad effetto in esterna.

Che poi, vi prego, io dopo 13 anni di questo format uominiedonniano non ce la faccio più a sentire i discorsi sulla povera corteggiatrice illusa e maltrattata. ‘Avrebbe dovuto scegliere prima e non farla soffrire‘, ‘Non sarebbe dovuto andare a rinconcorrerla oggi sapendo che avrebbe scelto Giulia nella puntata successiva‘… Ragazzi miei, il trono dura almeno 3 mesi e deve culminare in una puntata in cui ci sono due alternative, le sedie rosse, i discorsi e poi i petali. Funziona così. Chi va lì lo sa e sta alle regole, tronisti e corteggiatori. Se tutti i tronisti dovessero scegliere nel momento esatto in cui capiscono di avere una preferenza i troni durerebbero una settimana. Se tutti i corteggiatori e le corteggiatrici che sanno che non verranno scelti dovessero andarsene a una puntata dalla fine non ci sarebbero le sedie rosse. Se i tronisti non facessero percorsi vagamente credibili anche con persone diverse da quella che sceglieranno, non ci sarebbe la suspense al momento della scelta. Questo è il programma. Non c’è alcuna violazione dei diritti umani, chi va lì sa esattamente cosa gli accadrà.

Poi, è ovvio, ci sono modi e modi di giocare e ci sono situazioni e situazioni. In passato, come ho già avuto modo di dire, anche io ho trovato contestabili alcuni comportamenti vista la delicatezza di certe situazioni (vedi, appunto, il Colombo che richiamò la Mandaliti – ragazza madre – a poche puntate dalla scelta facendole anche discorsi sulla sua voglia di essere papà, o la stessa Ludovica Valli che ha richiamato Manuel Vallicella quando lui stesso aveva affermato di vivere una condizione particolare legata alla salute della mamma), eppure anche in quei casi i corteggiatori e le corteggiatrici deluse sono riusciti/e a sopravvivere.

In questo trono credo davvero che ci sia poco da contestare al tronista. Difficilmente Andrea avrebbe potuto essere più trasparente e difficilmente un percorso poteva essere meno fraintendibile. Bisognava proprio foderarsi gli occhi e tapparsi le orecchie per non vedere e non capire perché non è nemmeno un discorso di sguardi, occhi che parlano e menosità varie, è proprio un discorso di frasi dette, atteggiamenti avuti e attenzione sempre e unicamente concentrata su un’unica persona. Insomma, persino il buon Colloricchio, il cui interesse per la Mazzocato ai miei occhi è sempre stato evidente, riusciva a dosare meglio i tempi da dedicare a lei e alla Raffaele creando un po’ più di alone di mistero.

Il trono di Andrea Damante è stato integralmente il trono di Giulia. Ed è stato il trono di Giulia perché per lui, sin dall’inizio, è esistita solo lei. E non mi sento nemmeno di contestare Tina quando dice che lui è “sotto schiaffo” perché pazzo di lei. Perché è esattamente quello che a me sembra più che evidente da tre mesi a questa parte. Solo che Tina lo dice con fare accusatorio quasi a voler sminuire la personalità di Andrea, io, invece, lo dico con tono decisamente più dolce, perché per me non c’è di meglio di vedere un uomo sulla via dell’innamoramento.

Video della puntata: Puntata interaEsterna di Andrea e Laura IUna foto tra amiciOscar nudoEsterna di Andrea e Giulia IEsterna di Andrea e Laura II –  Sotto schiaffoEsterna di Andrea e Giulia II Laura se ne va?