Keep Calm and Love Coach: Giulia De Lellis si nasce… o si diventa!

Trono classico - Giulia De Lellis

Dopo un’annata – passatemi il francesismo – demmmerda, gli ultimi mesi di ‘Uomini e Donne’, finalmente, ci hanno lasciato con spunti interessanti e coppie da guardare con gli occhi a cuoricino, manco fossimo Sailor Moon al cospetto del suo bel Milord! Per mesi ci hanno fatto sorbire gente come Amedeo Barbato, Lucas Peracchi e compagnia bella, e solo all’ultimo sono usciti uomini veri, corteggiatrici con gli attributi e storie d‘amore che vale la pena stare a guardare. Amen.

Dopo anni e anni di pomeriggi passati a guardare la De Filippi (io sono una di quelle che si ricorda il programma prima che arrivassero troni, anelli, risvoltini e sopracciglia depilate) ho capito che per rendere un trono interessante ci vuole la magica combo tra tronista e corteggiatrici. Sulla sedia rossa può esserci seduta una personalità forte e interessante, ma se dalle scale non scendono le persone giuste il percorso si arena, e viceversa. In fondo il trono di Aldo Palmeri – e cito una delle storie più emozionanti di sempre – non sarebbe stato lo stesso se non ci fosse stata Alessia Cammarota e quello di Andrea Damante non ci avrebbe appassionato tanto se tra le sue corteggiatrici non ci fosse stata Giulia De Lellis.

La bella romana ha fatto la differenza, soprattutto per il suo carattere deciso e spavaldo e per non essere stata mai, e sottolineo MAI, la corteggiatrice tipica di ‘Uomini e Donne’. Di solito le corteggiatrici si chiudono in casa a venerare l’altarino fatto con le foto del loro tronista, lei andava a ballare tutte le sere e si faceva foto con chiunque, amici di Andrea compresi. Tutte si sperticano in lodi buttate qua e là a caso, lei ha esordito dando ad Andrea dello stron*o. Le scelte prendono le mani del loro futuro fidanzato già da prima che inizi a parlare, lei non si è avvicinata fino a quando non ha avuto la certezza di essere la Giulietta del buon Damante.

Lo stesso Gianni Sperti – in un raro barlume di lucidità – ha ammesso che seppur abbia criticato la De Lellis per tutto il suo percorso da corteggiatrice atipica, ne ha comunque sempre apprezzato il carattere sicuro e deciso. Ora, se a vent’anni scarsi già hai tanti attributi è perché probabilmente in un certo modo ci sei nata, non ci sei diventata. Il bello è che con tanto lavoro su se stessi tutti possiamo comportarci come lei.

Perché la sua storia a ‘Uomini e Donne’ ci insegna che non essere sottone come Gemma Galgani (secondo me sullo Zingarelli alla voce sottone c’è la foto di Gems che frigna in una puntata a caso del Trono Over) nella vita paga, perché se anche Andrea avesse scelto Laura Frenna (ora vengo fulminata sul posto, me lo sento!) lei sarebbe comunque tornata a casa a testa alta e con la dignità intatta… mica poco!

Spesso mi scrivono ragazze che hanno paura a seguire i miei consigli perché secondo loro sono troppo forti e temono che comportandosi in un certo modo potrebbero offendere l’oggetto dei loro desideri allontanandolo per sempre: a loro dico “non abbiate paura di essere un po’ cattivelle anche voi“. Perché se Giulia – come Eleonora Rocchini – è comunque riuscita nel suo intento a ‘Uomini e Donne’, allora potete farcela anche voi!

Da oggi ai fan di ‘Uomini e Donne’ mi sento di dare un altro consiglio base: per avere successo in amore cercate di pensare con la testa di Giulia e agite di conseguenza!

Vorrei scrivere molto altro, perché questa coppia mi è piaciuta moltissimo, lei col suo carattere, ma anche lui. E se all’inizio non capivo cosa molte ragazze ci trovassero nel Dama, conoscerlo meglio nello studio del programma di Maria mi ha illuminato: Andrea è un ragazzo davvero intelligente, brillante, simpatico e pieno di fascino. Purtroppo, però, mia figlia ha deciso che è l’ora della pappa e vi devo lasciare… per fortuna un altro paio d’anni e comincerà anche lei con le sue ship (partiremo con Minnie e Topolino, immagino)!

Per altri consigli di cuore, e non solo, vi aspetto come sempre su ChezMadeleine (che potete visitare cliccando QUI) e sulla mia pagina Facebook (che trovate QUI). Per le mamme, invece, l’appuntamento è su ChezMaman (QUI)! Alla prossima, Madeleine H.