Emma Marrone rivela: “Perché rispondo ai miei haters? Così capiscono cosa voglia dire essere esposti alle critiche!”

Di Franci - 15 luglio 2016 09:07:15

Emma Marrone

Nei giorni scorsi in QUESTO articolo vi abbiamo raccontato di un possibile ritorno di fiamma tra il ballerino professionista di Amici Di Maria De Filippi Stefano De Martino e la cantante vincitrice dell’edizione del talent in cui i due si erano conosciuti e innamorati, Emma Marrone.

La bionda pugliese è molto amata sui social, ma anche molto criticata e, in occasione di una recentissima intervista rilasciata a Il Tempo, ha avuto modo di affrontare proprio l’argomento degli haters che su Internet di tanto in tanto le danno filo da torcere:

Io replico per metterli alla gogna. Scrivi cose cattive sul mio profilo? Mi attacchi? E allora ti becchi una risposta. Così capiscono cosa voglia dire essere esposti ai battibecchi. Non è che me la prenda, questo è il mio modo di fare. Vuoi un minuto di celebrità? Però ne paghi il prezzo: ti faccio avere tante di quelle critiche che poi smetti di giocare con la cattiveria gratuita. E non mi rovini le vacanze.

Manca pochissimo ormai all’inizio del tour che la vedrà protagonista. Partirà, infatti, a settembre il viaggio che le regalerà Adesso:

Ho consegnato già mesi fa la scaletta, ma tutta la squadra è concentrata per un risultato che spero superi anche il precedente tour 3.0. Lo dividerò in tre fasi: quella più emozionale, quella del divertimento puro e quella con uno spirito sociale. Sul palco non riesco a tacere ciò che penso. Ho incontrato le protagoniste di tante storie forti, toccanti. Persone che non hanno una voce libera. Gliela presterò io. Ci saranno sorprese.

La Marrone non nasconde di avere a cuore una serie di problematiche che attualmente stanno inquinando la società, prime tra tutte la violenza sulle donne e i femminicidi, e le farebbe tanto piacere diventare testimonial di associazioni che si occupano proprio di combatterle:

Ci sto lavorando. Quando il progetto sarà concreto mi vedrete alzare la voce, agire a muso duro. Come ho già fatto allo show di Radio Italia, urlando ‘Fanno cagare, quegli uomini’. Continuerò a espormi. Se i bruti non lo capiranno con le buone, adotteremo le maniere forti. Spero in una legge che renda più operativi i centri dove queste donne debbono essere tutelate, perché le cose si stanno mettendo davvero male. Basta aprire un giornale. Spero che al concerto del 19 settembre all’Arena di Verona vengano più uomini che donne, e che aprano le orecchie per capire. Sono felicissima di partecipare alla festa di Loredana Bertè, se la merita. Di certi grandi artisti ci ricordiamo solo dopo morti, in Italia. Ma lei ha ancora tanto da dare. Gettò le basi del femminismo in questo Paese portando in scena il suo atteggiamento rivoluzionario, internazionale. Oggi Lady Gaga sembra una divinità, ma Loredana l’ha anticipata di decenni. Aveva fatto già tutto pure prima di Madonna.

Ad aprire molti concerti di Emma ci sarà Elodie Di Patrizi, sua alunna e seconda classificata ad Amici 15:

Le farò assaggiare il palco vero, quello senza filtri, dove non c’è Santa Maria De Filippi che ti protegga. Una cosa è ‘Amici’, un’altra il live, dove devi tenere testa a tanta gente e fare bella figura. Una volta rodata, anche Elodie avrà il suo tour. Non vedo l’ora di lavorarci su. Ormai l’ho adottata, è un grandissimo talento che dimostrerà tutto il suo potenziale, ed è una ragazza gentile con chiunque, umile, un soldatino. Ancora meglio di come l’ho conosciuta dentro ‘Amici’. I miei genitori mi hanno insegnato che ogni conquista è frutto di sacrifici e che la vita è un miracolo che si rinnova ogni giorno. Io trasferisco la mia esperienza ad Elodie, come una sorella maggiore. Sa che deve lavorare tanto, è un buon segnale.

La cantante ha parlato anche di Alvaro Soler i cui brani nel giro di pochissimo hanno riscosso un notevole successo e con il quale ha avuto modo di duettare sulle note di Libre:

A ‘X Factor’ sarà una rivelazione, anche per la sua grande professionalità. Umanamente è un ragazzo d’oro. Il duetto su ‘Libre’ non è nato per strategie commerciali. Ho conosciuto Alvaro l’anno scorso al ‘Coca Cola Summer Festival’, dove lui aveva spaccato con ‘El Mismo Sol’. Ci siamo trovati simpatici e sentiti spesso: tra l’altro parla benissimo l’italiano. Mesi fa mi ha chiamato per dirmi che aveva scritto una canzone a Los Angeles: ‘Mi sei venuta in mente, che ne pensi di un duetto?’. Io ho accettato con entusiasmo. Alvaro è venuto a Roma a registrarla, e solo dopo ci siamo resi conto che avremmo dovuto avvisare le case discografiche. Siamo due matti, lo ammetto.

Che ne pensate delle sue parole?