Pietro Titone e Ilaria Natali a IsaeChia.it: “Il ‘Grande Fratello’ doveva dividerci, invece ha fortificato il nostro rapporto! E alla gente che ci criticava rispondiamo che oggi siamo felici insieme alla nostra Camilla!”

Pietro Titone  e Ilaria Natali sono stati tra i protagonisti più discussi dell’undicesima edizione del Grande Fratello: Pietro si era avvicinato alla concorrente Guendalina Tavassi e Ilaria era entrata in Casa per chiarire con il suo fidanzato e per preservare il loro rapporto. Nonostante le critiche ricevute, ad oggi la bella toscana ha dimostrato di aver avuto ragione: lei e Titone sono prossimi al matrimonio e sono ormai già una famiglia, insieme alla piccola Camilla, nata quattro anni fa dal loro amore!

Oggi in esclusiva per IsaeChia.it i due ex gieffini ricordano la loro esperienza al Grande Fratello e fanno insieme a noi il punto della situazione nella loro vita…

Pietro Titone e Ilaria Natali

Ciao ragazzi! Vi abbiamo conosciuti al Grande Fratello dove siete stati protagonisti di una situazione decisamente particolare: quanto è cambiata la vostra vita dopo quell’esperienza?

Ilaria: Ciao ragazze! La nostra vita è cambiata tantissimo! Prima di entrare nella Casa eravamo due ragazzi giovani che stavano insieme da pochissimo, che volevano divertirsi, fare nuove esperienze, realizzare i propri sogni; oggi siamo due genitori e due persone che hanno realizzato la maggior parte dei sogni che avevano!

Pietro: Ciao ragazze! Sicuramente nei primi due anni dopo l’esperienza al GF abbiamo condiviso tante emozioni, dal girare l’Italia, vivere fuori casa, non avere problemi di soldi e questo ci ha permesso anche di realizzare dei sogni che magari si sarebbero avverati invece con un po’ più di calma.

Pietro, tu come mai avevi deciso di partecipare al Grande FratelloIn realtà il Grande Fratello nasce tutto da un episodio: ero in spiaggia con la mia ex ragazza, mi suona il telefono ed era la produzione che mi proponeva un provino, resto sbalordito e penso ad uno scherzo di qualche mio amico. Invece era tutto vero, la troupe del GF era a Siena e con l’aiuto di alcuni ragazzi del posto cercava delle persone interessanti, con un profilo simile al mio, quindi mi hanno lasciato il loro contatto e mi hanno dato appuntamento per la sera stessa. Io mi sono presentato al provino con costume e t-shirt, proprio non credevo di essere preso tra più di 5000 aspiranti concorrenti: 10 minuti in cui ho raccontato quello che facevo, cioè che giocavo a calcio e lavoravo, che ero un ragazzo semplicissimo. Invece dopo pochi giorni mi hanno chiamato e mi hanno chiesto di andare a Roma!

Quindi quando hai ricevuto la chiamata per il GF eri fidanzato con un’altra? Sì, da dieci anni, ma proprio a quel punto ci siamo lasciati ed è subentrato un gran caos… Nel frattempo ho conosciuto Ilaria e ho iniziato questa frequentazione che ad ottobre, quando avevo superato tutti i provini, era già a 3 mesi, quindi abbiamo deciso di non interromperla, anche perché non sapevamo a cosa andassi incontro, io ero convinto di durare una settimana, con il mio carattere non avrei mai pensato di durare 3 mesi!

E l’ingresso di Ilaria come l’hai vissuto? Il suo ingresso mi ha fatto benissimo! Per quanto lei potesse vedermi, io non la vedevo da 3 mesi, non avevo tutta questa certezza che lei fosse lì ad aspettarmi, anche perché io di cose ne avevo combinate! Diciamo che, in termini di televisione e audience, quello del GF di farla entrare è stato un errore, perché ha arrestato il mio percorso che magari poteva andare a peggiorare nel tempo, ma per noi il suo ingresso è stata una nota positiva: abbiamo parlato, abbiamo chiarito e abbiamo fortificato il nostro rapporto!

Ilaria tu, invece, come hai vissuto l’esperienza del Grande FratelloLa mia esperienza al Grande Fratello è stata anomala rispetto a quella di qualsiasi altro concorrente: sono entrata in un secondo momento, in seguito agli atteggiamenti un po’ ambigui di Pietro, quindi è stata un’esperienza sicuramente forte, ma che non sono riuscita a vivere al massimo dell’entusiasmo con cui si vive solitamente, perché comunque, soprattutto prima di entrare, per me è stato un periodo di grande sofferenza. Nonostante stessimo insieme da poco e la nostra non fosse una storia decennale, vedere certi atteggiamenti non fa di certo piacere…

La tua è stata una scelta discussa, in poche avrebbero deciso di entrare… Discussa e criticata! Io sono senz’altro felice di essere entrata perché ci ho voluto credere fino in fondo e, col senno di poi, ho avuto ragione: ho ingoiato bocconi amari, anche perché sapevo che certi atteggiamenti di Pietro fanno parte del suo modo d’essere e ho provato a mettermi nei suoi panni. So di aver deluso le aspettative e le speranze di tante persone che si aspettavano scenate di gelosia e liti, ma sono contenta di aver tenuto nella Casa un certo atteggiamento, di essere stata educata e di aver mantenuto la calma anche quando, dentro, calma non ero! Sicuramente quest’esperienza ci ha unito in particolar modo, anche perché quando siamo usciti abbiamo fatto tutto insieme, dalla convivenza a Milano al lavoro… Ci ha davvero unito al massimo! Diciamo che quello che inizialmente sembrava destinato a dividerci ha rafforzato il nostro rapporto!

C’è stata qualche critica relativa al vostro percorso nel reality che avete ricevuto una volta fuori dalla Casa e che vi ha ferito particolarmente?

Pietro: Quando vai in televisione e la vivi impari a conoscerla: le critiche fanno parte del gioco, quando fai audience devi accettarle… Forse il problema è che anche il Grande Fratello non ha mai voluto raccontare la vera storia di Pietro e Ilaria, che era comunque nata da pochi mesi, non era la storia di tanti anni che volevano far credere loro. Io in Casa stavo facendo il mio percorso, stavo creando una situazione con Guendalina perché comunque sapevo che poteva piacere e fare audience e loro hanno un po’ giocato sul fatto che io e Ilaria fossimo d’accordo. Le critiche ci stanno, è il pubblico che decide e alla fine tutto questo ci ha permesso di diventare la famiglia che siamo. Se magari fossi risultato anonimo, a livello di coppia non sarebbe successo nulla, ma non avrei lasciato il segno, quindi fuori dalla Casa non avrei fatto nulla. Insomma, nel bene e nel male è andata come doveva andare, anche perché io sono uno che le critiche se le fa scivolare addosso. È stato più fastidioso quando abbiamo preso la decisione di tornare alla vita quotidiana: quando riprovi a metterti in gioco dopo un’esperienza del genere, la gente ha difficoltà a prenderti sul serio e non capisce perché vuoi tornare alla vita di tutti i giorni.

Ilaria: Diciamo che di critiche ne ho ricevute veramente tante, perché non sono stata capita dalla maggior parte delle persone che erano fuori e che probabilmente erano un po’ di parte… Dall’altro lato, infatti, c’era una concorrente che era molto amata dal pubblico. E poi il mio atteggiamento tranquillo non è stato apprezzato ed è stato giudicato, anche da chi fuori subisce molto più di quello che ho sopportato io. Credo di aver avuto all’epoca un atteggiamento maturo e di aver capito la vera entità di quello che era successo, di avergli dato il peso giusto. Questa è la critica che mi ha ferito di più forse, il fatto che non siano piaciuti il mio carattere, la mia pacatezza, la mia educazione.

Rispetto ai due giovanissimi ragazzi che abbiamo conosciuto al GF quanto siete cambiati?

Ilaria: Inevitabilmente siamo altre persone proprio! Adesso abbiamo altre priorità, altre responsabilità: dall’essere due ragazzi che pensavano solo a divertirsi, a uscire, a ballare, a fare shopping, ad andare in palestra ed altre cose futili, siamo diventati due genitori che devono fare i conti con le responsabilità di mantenere una casa, educare una figlia… Anch’io, diventando mamma, ho messo da parte un po’ la mia persona per dare spazio a lei, alle sue esigenze, alle sue passioni e sono felicissima di farlo! E lo stesso vale per Pietro: tutta la settimana lavora e nel weekend si dedica alla bambina e la portiamo allo Zoo Safari o all’Acqua Park o in altri parchi. È tutta un’altra vita!

Pietro: Assolutamente a me è cambiata la vita! Ero un ragazzo che viveva coi genitori, giocava a pallone, non aveva responsabilità… Sono entrato al GF con l’idea che fosse tutto rose e fiori e, per i tempi che erano, le cose sono andate benissimo. Dopo quell’esperienza la mia vita è cambiata: dalla vita in paese con mamma e papà alla vita in città, a Milano, con Ilaria, che conoscevo da poco. Il mio carattere si è modificato tantissimo nel tempo: ho imparato a conoscermi, a conoscere i miei lati positivi e quelli negativi, a capire i miei errori e giorno dopo giorno sono migliorato. Anche tra me e lei gradualmente le cose sono migliorate: siamo andati a convivere conoscendoci poco e pian piano abbiamo capito i difetti l’uno dell’altra. Dopo un annetto abbiamo deciso che il mondo della televisione non era quello che volevamo e siamo tornati a Firenze, era quello il mondo che ci apparteneva!

Se tornaste indietro c’è qualcosa che cambiereste del vostro percorso televisivo?

Ilaria: No, se tornassi indietro non cambierei nulla! Penso di essermi comportata nel migliore dei modi e considerando quello che siamo oggi, credo che entrambi abbiamo fatto il meglio che potevamo! Non mi pento di nulla, né di essere entrata, né di essermi comportata in un certo modo, né di tutto ciò che ho fatto dopo!

Pietro: Nella mia vita mi sono sempre preso carico di quello che è successo, quindi rifarei tutto quello che ho fatto. Ho partecipato al GF a 23 anni e non avevo nulla da perdere. È stata un’avventura che però mi ha cambiato la vita e io sono uno che crede molto nel destino: è vero che le nostre azioni sono determinanti, ma credo anche che il destino sia già scritto! Tra l’altro quando sono entrato sapevo già di cosa si trattava, perché seguivo il reality da 10 anni: è vero che ero fidanzato, ma prima di Ilaria ho avuto una storia di 10 anni, quindi ci stava che giocassi un po’ in Casa e il mio modo di fare mi ha dato modo di avere più visibilità e ottimizzare quello che può dare il Grande Fratello. Forse era un’esperienza da vivere da single, ma in generale, non solo nel mio caso, perché ci sono delle situazioni che si vengono a creare e delle emozioni che si provano che sono difficili da gestire.

Qual è il vostro rapporto con la gelosia?

Pietro: All’inizio era molto più gelosa lei e quando uscivo mi scriveva spesso, ma adesso dopo 4 anni dalla nascita di Camilla il nostro rapporto è molto cambiato, anche perché io non gliene do modo: farò sì e no quattro o cinque serate all’anno con i miei amici! Nemmeno io mi ritengo un tipo geloso, magari perché non me ne dà modo. Diciamo che da entrambe le parti c’è molta fiducia e quando c’è fiducia, la gelosia è minima!

Ilaria: Pietro non è geloso perché credo di non avergli mai dato modo di esserlo! E anche lui dopo l’esperienza al GF ha sempre cercato di far il possibile per evitare situazioni spiacevoli e per riconquistare la mia fiducia! In ogni caso, ad oggi non viviamo molte situazioni in cui essere gelosi, a volte la sua esuberanza o il suo dar troppa confidenza magari mi infastidisce perché chi non lo conosce e non sa che è il suo modo di essere poi si prende libertà che non dovrebbe prendersi…

Avete più volte dichiarato che diventare genitori vi ha cambiato la vita e che la nascita della piccola Camilla è stata per voi il regalo più bello. Come avete vissuto la scoperta della gravidanza?

Pietro: La gravidanza è stato un gesto di follia: venivamo da un anno bellissimo, dopo la convivenza a Milano, una nostra amica aveva partorito da poco e io vedevo che Ilaria aveva un grande desiderio di diventare madre. Quindi abbiamo iniziato a pensarci e dopo poco, mentre ristrutturavamo casa, abbiamo scoperto che era incinta: sapevamo quello che stavamo facendo, anche se non sapevamo a cosa andavamo incontro. La gravidanza l’abbiamo vissuta in modo molto diverso, come tutte le cose: io sono molto tranquillo, lei invece è più ansiosa, diciamo che ci completiamo! La nascita di Camilla ci ha insegnato che adesso non siamo più da soli e tutto quello che facciamo è in funzione sua. È stato un evento che ha completato la coppia, è l’evoluzione costante della coppia. L’amore cambia e a un certo punto diventa sopportazione dell’altra persone: ognuno ha i propri difetti e se si arriva ad amare i difetti dell’altra persona non può che essere amore vero. La nascita di un bambino non fa che far crescere l’amore ancora di più.

Ilaria: La gravidanza non è stata proprio una sorpresa… abbiamo lasciato che il destino decidesse quando era il momento che arrivasse ed è arrivata! Un po’ ce lo aspettavamo, ecco! Camilla e il regalo più bello… è la vita! Con un figlio scopri un amore che non pensavi potesse esistere, un senso di protezione veramente incredibile… io poi ho un forte istinto materno e mi sono totalmente dedicata a lei! Non l’ho mai lasciata, l’ho cresciuta ed educata, con tanto lavoro, ma anche con le relative immense gioie perché si è creato un rapporto davvero indissolubile!

C’è stata qualche crisi tra voi?

Ilaria: Non siamo una di quelle coppie del tira e molla, non ci siamo mai lasciati! Capita di litigare, quello sì, anche perché siamo entrambi molto testardi e nessuno dei due vuole mai cedere, ma diciamo che pian piano abbiamo imparato a conoscerci sempre di più e anche a litigare di meno.

Pietro: Crisi vere e proprie non ci sono mai state, l’unico momento più difficile per noi è arrivato dopo la nascita di Camilla. Ovviamente diventare genitori così giovani non è stato facile: io ho iniziato a cercare lavoro, le nostre priorità sono cambiate, così come le nostre abitudini… invece di andare a giocare a pallone, resti a casa, invece di alzarti tardi la mattina, devi svegliarti presto, tutto ha iniziato a ruotare intorno a Camilla. Non nascondo che il primo anno non è stato facile per me e Ilaria: la notte non dormivamo, io ero a lavoro tutto il giorno… un po’ di nervosismo era inevitabile. Adesso sono passati già 4 anni, siamo cresciuti e abbiamo trovato il nostro equilibrio. Se mi guardo indietro sembra veramente una vita fa!

Avete annunciato che l’anno prossimo si celebrerà il vostro matrimonio: ci raccontate qualche dettaglio in anteprima? Che tipo di cerimonia sognate?

Ilaria: Sì, il 2 giugno 2017 ci sposiamo! Sarà una cerimonia semplice ed intima, con gli amici più stretti! Speriamo che sarà una giornata indimenticabile e divertente, niente sfarzo e niente eccessi. Cercherò di curare i dettagli a mio gusto nel migliore dei modi, niente wedding planner o simili, faremo da soli, è il nostro matrimonio! Camilla porterà le fedi, anche se lei dice che si sposerà anche lei e che quindi non le potrà portare (ride, ndr)! Abbiamo scelto la chiesa di Santa Margherita a Montici, vicino al piazzale Michelangelo, mentre la location sarà una villetta verso San Gimignano, piccola, intima, curata, con un bel panorama per un bel tramonto. L’ abito è una grande incognita, ma sogno un abito del maestro Carlo Pignatelli e adoro il pizzo!

A chi credeva che non foste destinati a durare cosa rispondete?

Pietro: Nella mia vita io ho sempre fatto quello che ritenevo più opportuno, ho sempre ascoltato le mie emozioni e le mie sensazioni. Al GF ho giocato, ho scherzato, ho fatto quello che dovevo fare a livello di gioco, ma ho scelto di frenarmi perché credevo nel rapporto con Ilaria, come sto dimostrando tutt’oggi. Se non fosse stata una storia importante per me avrei fatto altre scelte. Io non devo dire niente a nessuno, se vorrà, la gente rivaluterà il nostro rapporto, capirà che il nostro è un amore vero, destinato a durare. Noi oggi siamo felici, il GF ci ha reso la vita molto più facile, quindi ringrazio. I reality sono utili, ma bisogna restare coi piedi per terra!

Ilaria: A chi non credeva nel nostro rapporto – che poi erano tutti quelli che credevano nei rapporti di tutte le altre coppie che erano lì dentro – dico che non è tutto oro quello che luccica e forse non ci si dovrebbe fermare alle apparenze! In ogni caso del giudizio degli altri mi è sempre fregato il giusto… pensandoci, forse è per questo che non sono mai piaciuta al pubblico (ride, ndr)!

Grazie per quest’intervista, un bacione a Isa e Chia e allo staff! Pietro e Ilaria

About Titta

3 commenti

  1. A me sono sempre piaciuti. Lei in particolar modo, e proprio perché poco “popolare” in quella edizione.

  2. Dire che il GF li voleva dividere mi sembra un bel po’ esagerato

  3. io se fossi stata il lei non sarei rimasta con il dubbio di cosa avrebbe combinato lui con la Tavassi se io non fossi arrivata.

Inserisci un commento

Not using HHVM