Georgette Polizzi e Davide Tresse a IsaeChia.it: “A ‘Temptation Island 3’ abbiamo messo a dura prova il nostro amore e abbiamo capito che è più forte di qualsiasi tentazione!”

Hanno deciso di partecipare a Temptation Island 3 per mettere alla prova il loro amore da favola, Georgette Polizzi e Davide Tresse. Dopo un anno e due mesi di relazione, la coppia si è avventurata in questa particolare esperienza per capire se il loro folle sentimento fosse dettato dalla mancanza di problemi esterni a loro o se fosse realmente un legame magico quello che dopo 176 ore di li ha fatti riscoprire innamorati l’uno dell’altra.

Non sono mancati gli ostacoli nel corso dei 21 giorni trascorsi separati nel villaggio sardo, ma non appena Georgette e Davide si sono rincontrati al falò finale hanno capito che il loro amore era più forte di tutto e non hanno potuto che lasciare il programma insieme mano nella mano.

Oggi, in esclusiva per noi di IsaeChia.it sono proprio la Polizzi e il Tresse a raccontarci la loro speciale avventura nell’isola delle tentazioni…

Georgette Polizzi e Davide Tresse

Ciao ragazzi, partiamo dall’inizio: ci raccontate com’è iniziata la vostra relazione, come vi siete conosciuti, chi è stato il primo ad accorgersi dell’altro e cosa vi ha colpito reciprocamente a tal punto da intraprendere una storia?

Georgette: Ciao ragazze! Beh, io e Davide ci siamo conosciuti su un social network. Premetto che non lo seguivo, ma in home un giorno mi compare una foto. Era lui, appunto. Posta una foto in cui mostra la sua Playlist musicale e… stupore degli stupori, tra le canzoni c’era un brano cantato da me. Lì non ho resistito e ho commentato. È nato un botta e risposta, così ho deciso di mandargli un messaggio privato. Da lì, non so come, ci siamo ritrovati seduti allo stesso tavolo per una cena romantica.

Davide: Ciao ragazze! Esattamente. Ho postato una foto mentre ero in autostrada, in questa foto indicavo la mia Playlist del viaggio e alll’improvviso mi è arrivato un commento di Georgette con scritto: “Ci sono anch’ioooo!”. Io ho risposto: “Non capisco se è ironica l’esclamazione…” e da lì è iniziato il nostro botta e risposta, messaggi privati, file audio, lo scambio dei numeri, la prima telefonata, il primo appuntamento, la prima cena, ed è stato lì che i miei occhi hanno incontrato i suoi per la prima volta.

Nel corso del vostro video di presentazione avete descritto la vostra come una storia da favola… cosa vi ha spinto, quindi, veramente a mettervi alla prova a Temptation Island? Siete riusciti a perseguire quell’intento? Avete raggiunto il vostro obiettivo? In che momento vi siete resi conto che ci stavate riuscendo?

Georgette: Abbiamo deciso di partecipare al programma perché il nostro rapporto, la nostra storia, era così perfettamente perfetta – salvo qualche incomprensione – che volevamo capire se lo era perché vivevamo in una bolla di sapone, o perché non eravamo mai stati sottoposti a tentazioni esterne. Entrambi siamo arrivati alla fine di Temptation sul filo del rasoio, però abbiamo capito che l’amore che proviamo l’uno per l’altra è fortissimo, quindi direi obiettivo più che raggiunto!

Davide: Io ho deciso di partecipare per capire molte cose di me e di lei. Per capire se realmente il mio legame, il mio amore, la mia gelosia, li stessi provando con la donna giusta. Ho raggiunto l’intento, l’obiettivo e lo scopo e tutto questo l’ho capito solo alla fine, quando dopo 21 giorni – che vi assicuro sono stati i 21 giorni più lunghi della mia vita – i miei occhi hanno nuovamente incrociato il suo sguardo proprio come quella prima volta in quel ristorante.

Georgette, ti sei subito avvicinata al tentatore Claudio D’Angelo, dal quale sembravi essere molto attratta, sia fisicamente che mentalmente. Dai filmati sembrava che neppure tu stessa riuscissi a capacitarti di un simile coinvolgimento e sei stata molto attaccata per la velocità con cui hai dato spazio a Claudio, criticando al tempo stesso alcuni comportamenti del tuo fidanzato. Ci spieghi meglio cos’hai provato in quei momenti e cosa sentivi davvero? Da cosa erano dettate le tue parole e i tuoi comportamenti? Sì, ho avuto un avvicinamento immediato al single Claudio. Nella vita di tutti i giorni sono una persona che non ha molto tempo per relazionarsi con gli altri, ma dopo una mattinata intera passata con lui a parlare sono rimasta stupita del fatto che in pochi secondi mi avesse capito… Da lì la frase “Mi è entrato dentro in pochi secondi“, era come se mi conoscesse da sempre. È molto difficile trovare persone che ti capiscono al volo… in quel momento ho capito che lui poteva essere il ragazzo che più poteva mettermi alla prova, del resto a Temptation Island non si va per stare in un angolo ma per arrivare al limite e capire se i nostri sentimenti sono reali. Ho instaurato con lui un rapporto molto forte, entrambi ci raccontavamo, parlavamo tanto, e grazie a lui ho capito che il mio amore nei confronti di Davide era smisurato. Dicevo sempre a Claudio che con lui stavo bene, ma ogni mattina al mio risveglio mi facevo sempre la stessa domanda: “Georgette, Davide sta morendo, ha bisogno di un cuore, gli doni il tuo e muori tu?” La mia risposta era sempre “Sììì!”. Il mio mettermi alla prova con Claudio è stato come se io fossi un uomo e nel mio letto si fosse sdraiata la donna più bella e sensuale del modo. Io è come se l’avessi guardata, l’avessi accarezzata, avessi parlato con lei, ma quando era giunta l’ora di andare oltre, è come se mi fossi rivestito e me ne fossi andato, perché il mio amore era troppo forte. Conscia di questa cosa, ho deciso di capire se le mancanze di Davide erano così importanti e, quindi, ho continuato il mio percorso.

Davide, nel vedere i primi filmati di Georgette sei rimasto veramente molto male. Cosa ti ha ferito di più? Qual è stato l’atteggiamento o la frase della tua fidanzata che più di tutto ti ha spinto a ‘reagire’ e a viverti l’avventura nel villaggio? E perché proprio con Karyna Bondar? Cosa ti aveva colpito di lei? Sono rimasto male nel vederla interagire con un altro uomo, forse perché era la prima volta che la vedevo relazionarsi con un’altra persona. Sono cosciente e ho sempre saputo che Georgette è una persona molto fisica, soprattutto nei rapporti umani, anche d’amicizia, ma vederli in quel contesto, in quella maniera, con quello stato d’animo, senza potermi confrontare e o avere un dialogo con lei mi ha portato a reagire. La scelta di Karyna era dovuta al fatto che mi sembrava una persona riservata, una donna intelligente, di lei mi ha colpito il fatto che era completamente diversa dalle altre tentatrici, ma soprattutto molto diversa da Georgette, e questo mi ha portato ad avvicinarmi molto.

Georgette, ben presto sono arrivati i filmati anche per te e le tue reazioni non sono state certo positive. Sei apparsa molto ferita dagli rvm che vedevi, in cui Davide approfondiva la sua conoscenza con Karyna. Cosa ti faceva stare più male? Credevi davvero che potesse perdere la testa per lei, lo vedevi coinvolto? Vedere i filmati di Davide mi ha ucciso dentro, non tanto per le varie frasi usate, ma perché si è trovato a mettere in dubbio l’amore che provava per me, cosa che io non ho mai fatto. Io mi stavo vivendo la mia esperienza, ma non ho mai messo in dubbio il mio sentimento per lui! Sono certa che Davide fosse preso da Karyna: i suoi occhi parlavano e anche le sue movenze, anche perché, diciamocela tutta, Karyna è una ragazza bellissima. Ogni volta che vedevo i video, ironicamente dicevo alla redazione: “Ragazzi, ma una più brutta non potevate sceglierla?”. È una donna – per quello che ho visto – genuina. Ad ogni modo credo che Davide si sia lasciato andare a frasi molto pesanti con lei come “Sei la donna della mia vita!” e molto altro. Capisco anche lei e il fatto che si sia infatuata, perché Davide quando è in fase di corteggiamento è un uomo strepitoso. Oggi però sono forte del fatto che tutto quello che ha vissuto è stato cancellato appena mi ha rivisto al falò finale, ha capito che il nostro amore è più forte di qualsiasi tentazione.

Con quali intenzioni siete arrivati al falò finale? Avete mai pensato anche per un solo istante di interrompere la vostra storia lì e magari provare a frequentare Karyna e Claudio lontano dalle telecamere? Vi è bastato uno sguardo per dimenticare tutto ciò che era avvenuto nel corso dei 21 giorni precedenti. Cos’avete provato in quel momento, tanto da decidere di abbandonare il programma mano nella mano?

Georgette: Al falò finale, lo ammetto, sono arrivata con l’intenzione di lasciarlo: da casa non si è visto, ma ho sofferto molto ed ero certa che lui avesse trovato in Karyna una persona da conoscere al di fuori del contesto, ero convinta al 100%. Ma quando ho ascoltato le sue parole e ho guardato i suoi occhi, i 21 giorni più lunghi della mia vita sono improvvisamente svaniti, il contesto, la situazione, i momenti si sono dissolti. Non ho mai pensato neanche per un secondo di poter uscire con Claudio: lui è un ragazzo strepitoso, il classico ragazzo da presentare alla mamma, ha un sacco di valori e ha la testa sulle spalle, ma non è mai scattato quel qualcosa che mi potesse portare a pensare di poter frequentarlo fuori da lì, se non come un amico!

Davide: Io sono giunto al falò finale con l’intenzione di capire tutto ciò che non avevo capito durante il mio percorso, comportamenti e atteggiamenti di Georgette, per prendere una decisione e stabilire il destino della nostra storia. Ho pensato che il nostro anno e due mesi insieme potesse svanire come la famosa bolla di sapone. Karyna sarebbe potuta essere una persona interessante da conoscere, ma quando sono arrivato al falò e ho rivisto Georgette i miei pensieri erano ben altri. Mi aveva fatto impazzire il non poter avere un dialogo o in confronto con lei prima per capire tutto quello che non mi era chiaro. Nel momento in cui sentimentalmente e razionalmente ho capito che lei mi amava, la scelta mi è sembrata scontata e unica.

Come procedono ora le cose tra di voi? Vi ha fortificato il programma? Che progetti avete per il futuro?

Georgette: Rientrati da Temptation Island, scosse di assestamento a parte, abbiamo recuperato a pieno il nostro rapporto, siamo ritornati ad essere due adolescenti innamorati, ci regaliamo attenzioni che prima forse erano passate in secondo piano a causa dell’abitudine. Vivendo insieme e stando spesso insieme, certe cose le dai per scontate, invece oggi credo di poter dire, anche con un pizzico di presunzione, che formiamo la coppia perfetta! I progetti per il futuro ci sono e sono tanti, forse troppi, ma non posso rivelarveli, altrimenti sarei costretta ad uccidervi (ride, ndr). Ovviamente scherzo!

Davide: Tutto procede per il meglio, tutto sembra più facile, è come se avessi smussato i pochi angoli che c’erano. Il programma ha fortificato il nostro rapporto, ma soprattutto mi ha fatto capire quanto io ami questa donna. Per il futuro le basi sono ormai buttate, ci sono molti progetti e vi dico solo che ne vedremo delle belle.

Georgette, sappiamo che il tuo lavoro ti tiene molto impegnata e sappiamo che ti sta dando un sacco di soddisfazioni. Vuoi raccontarci qualcosa in più? Rientrata da Temptation Island, mi sono ributtata a pieno nel mio lavoro che amo da morire. Mi definisco una creativa pazza (ride, ndr). Ho un’azienda di abbigliamento, la Grime Out, alla quale dedico corpo e anima, lavoro anche 13 /14 ore al giorno, sperando che il mio sogno si realizzi. Sono comunque una ragazza dinamica, faccio 1000 cose, la mia creatività non è solo legata alla moda, ma amo personalizzare e custumizzare tutto ciò che mi passa per le mani: pavimenti, mobili, arredamenti di interni, occhiali, faccio di tutto e di più. Adoro anche cantare: dopo la cover di Fast Car, a breve uscirà un mio singolo inedito in collaborazione con i M.A.B.E.L. Guyz. Tutto quello che faccio, lo faccio perché mi regala adrenalina e soddisfazione, credo di potermi ritenere una artista/creativa a 360°. Amo tutto ciò che è arte da quando sono piccolina, ogni giorno mi adopero nella speranza di realizzare il mio sogno più grande. A tal proposito ho aperto un blog per aiutare le persone, è un blog dove mi racconto nella speranza di poter trasmettere la voglia di fare e di realizzarsi a chi la voglia l’ha persa a causa di mille delusioni. Spesso vengono organizzati dei miei incontri nelle scuole superiori per parlare ai ragazzi e regalare a loro la grinta e la determinazione nel perseguire i loro sogni.

Ora vi salutiamo, vi mandiamo un grosso bacio e speriamo di risentirci presto! Georgette e Davide