Up&Down, spazio alla moda: Karin Bonucci

Eccoci all’appuntamento settimanale con la rubrica Up&Down curata dalla nostra Love Coach Madeleine H. (per visitare il suo blog ricco di consigli di moda, amore e non solo cliccate QUI) che esaminerà il look di un personaggio dello spettacolo, indicando una mise Up ed un outfit assolutamente ed inesorabilmente Down! A lei la parola:

Up&Down - Karin Bonucci

Ed eccoci di nuovo qui a parlare di moda, o meglio a spettegolare un po’ sui look dei personaggi televisivi, che dopo la lucina rossa delle telecammmere (neologismo coniato da Danielona, ben più longevo di ‘petaloso’ o ‘webete’) devono passare per la mia lente di ingrandimento. Oggi la mia vittima è Karin Bonucci, ex corteggiatrice di Oscar Branzani che si è vista soffiare il ragazzo dei suoi sogni dalla toscana tutto pepe Eleonora Rocchini. Questa, però, è storia vecchia, oggi parliamo solo di Karin e dei suoi look. Quando ho aperto il suo profilo Instagram, ho subito pensato di aver sbagliato qualcosa, perché la bruna e morissima Karin nel frattempo è diventata biondissima. All’inizio ho storto un po’ il naso, ma guardando le sue numerose foto, penso che abbia fatto bene e questo nuovo look mi piace un sacco. Ora, però, concentriamoci di più sulla moda…

UP – Bello tutto: bella lei, bello l’outfit, belli i capelli, bella la moto. Per me che faccio del “meno è meglio” il mio motto, difficilmente può esserci qualcosa di più azzeccato di un abbinamento semplice, ma di sicuro successo. Come vedete una normale canotta bianca e una gonna nera svasata se abbinate con un tacco assassino come quello di Karin possono comporre un look sexy, sbarazzino e adatto anche per una serata fuori con gli amici. Belli i capelli lasciati naturali, che danno a Karin un aspetto un po’ selvaggio, e gli orecchini grandi a cui non è stata abbinata nessuna collana. Voto: 8. A volte basta davvero poco per essere al top!

DOWN – Passiamo alle dolenti note… diciamo che tanto mi piace la Bonucci nella prima foto, quanto non mi piace nella seconda. Ma perché? Un disastro! Vi dico solo che ci ho messo un po’ a capire cosa si era messa, ma andiamo con ordine. Lo so che a molte di voi piace come abbinamento, ma trovo che mettere uno stivale alto – che non è un biker boots alla caviglia – con i pantaloncini così corti non sia il massimo. La domanda che certe scelte di stile mi lasciano è: quanti gradi c’erano quel giorno? Cioè faceva freddo e ha messo gli stivali, o faceva caldo e ha optato per uno short? Moriremo col dubbio… Il peggio, però, non è certo questo, visto che se sopra avesse messo una semplice camicetta di lino bianco poteva pure passare… ma cos’è quella cosa? Un vestito? Una maglietta oversize? Una tenda da campeggio? In giro ho visto parecchie cose simili addosso ai personaggi della tv, ma non riesco a capire il senso di mettersi un vestito con spacco assassino alla Belen, dal taglio fondamentalmente sportivo, sopra a pantaloni, jeans o gonne. Brutto, brutto, brutto. E se non bastasse la scelta azzardata dei capi, Karin riesce anche a toppare completamente la scelta dei colori. L’abito – o la maglia? – è una combo di blu scuro e nero, la Bonucci ha scelto poi dei jeans dal denim molto scuro, che ci possono anche stare, ma gli stivali marroni, qualcuno mi spiega che scelta sono? Dulcis in fundo parliamo della collana, elegante e vistosa, su un outfit sportivo. Bocciata pure lei. Voto: 3. Karin dai retta a me, torna alla gonna nera e canotta bianca che è meglio.

Ps. Lo stile vero non sta solo nel come ci si veste e nel come si abbinano i vestiti, ma anche – e soprattutto – si rivela nei nostri comportamenti e atteggiamenti. Per me il modo in cui la Bonucci ha incassato il ‘no’ di Oscar a maggio resterà uno dei migliori nella storia di ‘Uomini e Donne’.

Pps. Spulciando nel profilo social di Karin ho trovato questa foto:

Karin Bonucci

Ecco, io non la potevo usare per la rubrica, ma se non dico questa cosa muoio. Punto primo, la fascia delle autoreggenti non si deve MAI, e sottolineo MAI vedere, al massimo si può intravedere. Le calze velate sono orrende, andrebbero tolte di produzione, bruciate tutte in pubblica piazza e arrestato chiunque le venda o peggio ancora se le metta, ma soprattutto non vanno MAI, e sottolineo MAI, abbinate in quel modo con le scarpe da ginnastica! Orrore di tutti gli orrori! Dopo l’Up & Down, Karin ci ha regalato così anche un super Down!

About Chia

11 commenti

  1. Vabbè la cosa delle calze velate é soggettiva.

    • Ma infatti, non riesco a capire quest’avversione nei confronti delle calze velate…. Solo qualora venga indossata una gonna decisamente mini o un paio di shorts, allora OK, meglio il nude look se fa caldo e i 40 e passa denari se invece è freddo, però nel caso la mise sia un po’ meno sbarazzina (e soprattutto durante le mezze stagioni), le calze velate (anzi, velatissime, NON lucide e possibilmente in armonia alla propria carnagione, pallida o tropicale che sia) sono la quintessenza della femminilità (e l’unico difetto che hanno è che rischiano di smagliarsi solo a guardarle…).

    • A me non piacciono particolarmente, ma anche io trovo che, specialmente se autoreggenti, abbiano un loro perché.
      Poi alla fine è sempre una questione d’insieme lo stile.

      • Dire mi piace o non mi piace è lecito sempre, però da una rubrica di moda mi aspetterei che le considerazioni e i consigli abbiano basi un minimo oggettive, tenendo conto del fatto – come dici tu – che lo stile è questione d’insieme e che di stili ce ne sono tanti, evitando perciò la promozione enfatica dei capi personalmente graditi e la messa al bando in via di principio di quelli che invece non rientrano fra le scelte per il proprio guardaroba… (lo stesso discorso potrebbe valere per gli interni di una casa: ad es., io trovo freddo il design quando è estremamente rigoroso e in toni cupi, ma sarei comunque in grado di riconoscere l’eventuale pregio di un’abitazione arredata così).

  2. Credo sia nella categoria maglie quel coso lungo e senza senso. Perlomeno da Tezenis una cosa simile stava nei codici maglieria (vado a lavorarci ai saldi ?)

    • Sì, quel coso lungo è davvero senza senso! 😀 Ma ammettendo che a Karin piacesse (dato che lo indossa…), direi che quella collana non sta affatto male e nemmeno gli stivali (io non li vedo marroni, mi sembrano in tinta cuoio, dunque abbinabili a qualunque colore, tinte fredde comprese).

  3. La calza velata a me non piace, se collant, autoreggente invece si. Dipende molto da cosa si indossa e in che circostanza. Il buon gusto è eclettico.

  4. Neanche a me la calza velata piace, ma:
    – è appunto questione di gusti
    – chi dice di occuparsi di moda deve essere aggiornato sulle ultime tendenze.

    Però con le scarpe da ginnastica davvero non si possono vedere. Né annusare.

Inserisci un commento

Not using HHVM