‘Uomini e Donne’: l’opinione di Isa sulla puntata di oggi del Trono classico

Trono classico

“La vera rivoluzione non è il Trono Gay... è un’esterna che si svolge al museo!”

Ecco, voglio dire, parliamone! Insomma, tante discussioni su quanto possa turbare il pubblico un trono omosessuale ma io davvero, dopo oltre 13 anni di onorata visione di Uomini e Donne in cui ci siamo cuccati esterne in parchi/piscine/discoteche e persino cimiteri (ve la ricordate quella che presentò la parente defunta alla prima uscita, vè?), sono più che altro rimasta (piacevolmente) sconvolta nel vedere due giovani ragazzi che scelgono un museo come luogo che faccia da sfondo alla loro prima uscita e, più in generale, sono rimasta colpita, tanto nell’esterna di Claudio Sona con Mario Serpa, quanto in quella con Mattia Manfrin, nel sentire, finalmente, dialoghi degni di una prima conoscenza tra gente adulta e pensante. Insomma, tendenzialmente le prime esterne uominiedonniane si contraddistinguono sempre per la banalità degli argomenti trattati (‘cosa guardi in una donna/uomo’, ‘sei geloso/a?’, ‘qual è il tuo colore preferito?‘ e minchiate varie), qui, invece, si è parlato di momenti vita, di modi di vivere, di lavoro, di modi di comportarsi, di mentalità… insomma, si sono affrontate questioni, pur sempre in maniera ovviamente superficiale visto che parliamo di gente che si conosce appena, che, da trentenne, non mi hanno fatto sentire inadeguata a guardare la trasmissione e, anzi, mi hanno fatta immedesimare perché è di questo che parlerei se oggi dovessi avere un nuovo primo appuntamento con un ragazzo, di certo poco mi fregherebbe di sapere se il suo colore preferito è il blu piuttosto che il giallo o se di mutande porta la small o la extra large (GIURO che non mi interesserebbe, non fate i maliziosi!).

Insomma Claudio mi sembra davvero “tanto”. Un ragazzo la cui dolcezza (e bellezza) buca lo schermo, un ragazzo decisamente non superficiale e che a queste importanti qualità abbina anche una proprietà di linguaggio invidiabile rispetto alla quasi totalità di coloro che prima di lui, negli anni, hanno poggiato le terga su quel seggiolone rosso.

Ecco, Claudio è tanto. Ma Claudio e Mario, insieme, per me sono TROPPO. No, dai, io lo so di essere di parte, eh, so benissimo di aver avuto fin da subito una preferenza netta e so benissimo che, salvo catastrofi, continuerò a parteggiare per Mario fino alla morte e oltre, però, oltre alla mia spudorata preferenza, credo anche di non andare molto lontana dalla realtà se affermo che, al momento, anche Claudio è nelle mie stesse condizioni. Insomma, su, sono di parte ma non sono completamente cieca e credo che oggi fosse davvero impossibile non cogliere la differenza tra l’esterna di Claudio con Mario e quella con Mattia, così come era impossibile non notare la diversità degli sguardi rivolti dal tronista ai due corteggiatori nel corso della puntata.

Mattia è un ragazzo bellissimo, è spigliato e ha anche quello sguardo furbetto che può intrigare parecchio, però in esterna con lui Claudio era tranquillo, lo guardava, parlava, insomma sembrava un’uscita tranquilla tra due ragazzi che forse potrebbero piacersi. Nell’uscita con Mario, invece -e se sono visionaria ditemelo perché voglio salvarmi finché sono in tempo- si percepiva l’imbarazzo, la tensione, l’elettricità. Entrambi sorridenti e impacciati, spesso entrambi dovevano distogliere lo sguardo e quando Mario ha detto a Claudio che i suoi occhi parlano il tronista è rimasto imbambolato tipo me quando il più bono della scuola mi ha rivolto per la prima volta la parola per chiedermi che ore fossero. Insomma, è stata un’esterna meravigliosa per intenzioni, contenuti e per il palese interesse reciproco tra i due ragazzi. L’ho rivista almeno tre volte e sempre così:

Ecco, io so come funziona Uomini e Donne e so benissimo che quanto prima arriverà un antagonista “credibile” che metterà in dubbio tutto ciò che potrebbe apparire scontato, ma secondo me Claudio si è proprio preso una scuffia di quelle potenti-potenti-potenti (la sua faccia quando ha raccontato di quel ‘Sei bellissimo‘ che Mario gli ha detto a telecamere spente?!) quindi mi sento pronta a salire sulla nave #Clamario e ad affrontare ogni tempesta in attesa del finale più bello.

Per quanto concerne Clarissa Marchese al momento la sto amando. Lei bellissima e sicurissima di sé e i corteggiatori lì, piccoli piccoli e intimoriti nell’approcciarsi a lei. Dai, Clarissuccia, vai avanti così, non ti fare fregare e non cadere nel cliché della tronista innamorata dopo mezza puntata… teniamoli un po’ per le palle sti ragazzetti! Tra i suoi corteggiatori al momento Miguel Garau mi sembra l’unico degno di nota. Non una gran bellezza ma quantomeno un tipo interessante.

Della parentesi finale di Temptation Island mi è fregato così tanto che mentre la Polizzi farfugliava non so cosa io mi riguardavo a ripetizione l’esterna Clamario. Quello che penso l’ho detto già questa estate e lo ribadisco: Giorgetta l’ha fatta fuori dal vaso con Claudio D’Angelo (che oggi secondo me avrebbe preferito assistere ad un convegno sulla depilazione a laser piuttosto che confrontarsi con la Polly) e poi, sul finale, quando Davide Tresse l’ha ripagata con la stessa moneta, si è dimenticata tutto ciò che aveva detto e fatto per oltre una settimana e ha avuto pure il coraggio di comportarsi da vittima. Insomma, è pur vero che alla fine, a conti fatti, né lei né Davide hanno fatto nulla di concreto se non qualche abbraccio e qualche parola di troppo con i rispettivi tentatori, ma è pur sempre vero che, come ha detto Queen Mary, se tu davanti alle telecamere te ne esci con frasi come ‘è devastante‘ e ‘mi è entrato dentro‘, riferite ad una persona che non solo non è il tuo ragazzo ma che per di più conosci da manco 24 ore, non puoi poi stupirti se il pubblico si fa un’idea poco carina di te e altrettanto poco carina del ragazzo che ti resta accanto. Anyway i Polly (e qui la “i” lunga fa la differenza 😀 ) nonostante le critiche sono uniti, felici e contenti, se sono felici loro figuriamoci che ce frega a noi, e figuratevi quanto ancora meno possa fregargliene a Claudio che già si filava a stento Georgette quando nel villaggio c’erano solo altre 5 ragazze, figuriamoci la difficoltà che ha avuto oggi a concentrarsi su di lei con tutte quelle altre gnoccolone appollaiate sui trespoli.

Oh, a proposito di Queen Mary… ve l’ho detto che è un cuore, vero? *_*

Video della puntata: Puntata intera – Esterna di Clarissa e LucaEsterna di Clarissa e MiguelSalvataggio in extremisEsterna di Claudio e Mario Esterna di Claudio e MattiaAndrea e GiuliaIl balloGeorgette, Davide e Claudio