Keep Calm and Love Coach: A che punto stiamo con FerraValliful?

Di Chia - 25 settembre 2016 19:09:24

Trono classico

Quando si ricevono parecchie mail al giorno, quando si leggono storie d’amore e vicissitudini sentimentali varie ed eventuali, alla fine servono poche parole per capire quali sono i meccanismi che ci sono dietro a una relazione, dove – e se – ci sono gli squilibri e cosa manca per fare funzionare tutto al meglio.

Fino a ‘Temptation Island‘ le dinamiche della coppia Fabio Ferrara e Ludovica Valli mi sembravano piuttosto chiare. Lei aveva visto Fabio quando a ‘Uomini e Donne‘ corteggiava Silvia Raffaele e si era presa una cotta che manco io a 13 anni con Robbie Williams dei Take That. La piccola di casa Valli diventa tronista e Fabio viene chiamato dalla redazione (per espressa richiesta di lei) e pensa “Perché no?“, così inizia il corteggiamento (quello di Ludovica nei confronti del buon Ferrara, che avete capito), alla fine lei lo sceglie (chi lo avrebbe mai detto!) e lui dice di sì, rispettando la nuova tendenza uominiedonniana per cui non si risponde più di ‘no’ per puntare al trono, ma si rifila un bel ‘sì’, 4 copertine e poi ognuno a casa sua.

Dopo un quarto d’ora dalla fine del programma di Maria De Filippi, giusto il tempo di un paio di aperitivi e mezza serata, la coppia si ritrova pronta a partecipare a ‘Temptation Island‘, programma estivo di Canale 5 sempre targato Fascino. Le dinamiche anche là mi sembrano molto chiare e in linea con quello che avevamo visto per tutta la seconda parte di stagione a ‘Uomini e Donne‘: lei è insicura dei sentimenti di lui, colpevole di averle dichiarato di essere innamorato solo una volta e solo davanti alla lucina rossa delle telecamere, mentre Fabio è esasperato dalla gelosia folle e immatura di Ludovica.

Passano i 21 giorni, Ludovica fa la sottona e Fabio gioca con le tentatrici senza mai andare oltre. Arriva il falò finale, lui le confessa di amarla ancora – sempre dando alle telecamere il suo profilo migliore – lei dice di aver capito molte cose e di essere cresciuta, petali di rosa, Filippo Bisciglia commosso, sipario, fine. Tutto molto bello, peccato che manco il tempo di mettersi le infradito, buttare una rivista di gossip, un telo e una crema solare in una borsa di paglia e niente, tutto finito, i FerraValli sono giunti anche loro al capolinea. Due righe di Ludovica su Instagram, fan che si strappano i capelli e lei vola alle Baleari dalla mamma.

Nella mia testa tutto sembrava chiaro: la Valli si è accorta che il sentimento del suo fidanzato non era poi così forte e in una botta di amor proprio lo ha lasciato sperando in un ritorno di fiamma e nei cari vecchi cavalli bianchi, carrozza a forma di zucca e topini che lanciano il riso.

Questo più o meno era lo scenario che mi aspettavo di trovare nell’immancabile confronto di inizio stagione, davanti alle sempre fedeli telecamere targate Fascino. Invece no, io il confronto l’ho visto quattro volte e ancora fatico a capirci qualcosa. Le parole di Ludovica e quelle in terza persona di Fabio mi sono sembrate un’enorme supercazzola senza un senso logico, dove è vero tutto e il contrario di tutto. Vi dico solo che a tratti lui mi sembrava quello preso e lei quella strafottente. Da quanto ho capito iniziano le incomprensioni – che quando tu vivi a Caserta e lei a Reggio Emilia, sanare a quattr’occhi non è sempre semplice – e lei non solo si rifiuta di vederlo, ma scappa a Formentera dove lui per altri impegni non poteva raggiungerla, giusto? E poi bla bla bla, e ancora bla bla bla, tutto condito da bla bla bla.

Il punto è che far funzionare una coppia non è così semplice come spesso vogliamo credere. Non c’è un incastro magico per cui tutto si allinea, non ci sono problemi e l’amore trionfa. Due persone distinte e separate, con esperienze diverse e che vengono da mondi diversi, che decidono di intraprendere il cammino della vita insieme, sono necessariamente destinate a passare per una serie di scontri e incomprensioni. Io vedo la vita in un modo, mio marito in un altro e ogni giorno insieme costruiamo una visione nuova insieme. Su alcune cose faccio un passo indietro io, su altre lui e l’amore è quella spinta che ti fa fare quel passo indietro, invece di pensare “Ma a me chi me lo fa fare, stavo tanto bene a casa mia…“.

Forse per questa coppia l’amore non era tanto forte da fare superare tutti i primi ostacoli e le prime incomprensioni. O forse Ludovica non era abbastanza matura per affrontare una relazione seria e a distanza – dove, e lo dico per esperienza personale, è ancora più importante fidarsi della persona con cui si decide di stare – e Fabio non abbastanza coinvolto da provarci sul serio. L’impressione che ho avuto a tratti è che tutta questa confusione che è emersa dalle parole di entrambi sia dovuta al fatto che Ludovica ha un po’ seguito l’istinto e un po’ cercato di spronare l’ex corteggiatore campano attraverso tattiche – seguite male – e consigli che le arrivavano dall’esterno. Fabio non ha capito come gestirla e ora preferisce concentrarsi nella sua nuova carriera da badante di Gemma Galgani (lo dico con invidia, lo ammetto, lavorare per ‘Uomini e Donne‘ rientra nei miei 10 sogni nel cassetto mai realizzati) piuttosto che riprovarci con Ludovica, mentre lei… boh mica ho capito che vuole fare.

Morale della favola: se siete persone gelose, possessive e insicure evitate le storie a distanza e quando vedete che le cose iniziano a non andare come volete voi fermatevi a riflettere e scegliete una strada da seguire e poi restateci, che se cambiate ogni due minuti atteggiamento bene non fate di certo!

Per altri consigli di cuore, e non solo, vi aspetto come sempre su ChezMadeleine (che potete visitare cliccando QUI) e sulla mia pagina Facebook (che trovate QUI). Per le mamme, invece, l’appuntamento è su ChezMaman (QUI)! Alla prossima, Madeleine H.