‘Amici 16’, Garrison Rochelle senza peli sulla lingua: “Andreas Muller deve andare a lavorare!”

Di Isa - 21 dicembre 2016 19:12:27

Garrison Rochelle, Andreas Muller

La sedicesima edizione di Amici di Maria De Filippi è partita da appena un mese ma le polemiche già non mancano. Come vi abbiamo più volte raccontato il ballerino Andreas Muller, che aveva già preso parte alla quindicesima edizione e che poi ad un passo dal serale, al quale aveva avuto accesso, ha dovuto lasciare il talent per via di un infortunio, è stato ammesso a partecipare all’edizione 2016/17 di Amici ripartendo da capo insieme ai nuovi allievi. Questo “ritorno” ha generato non poche reazioni tra gli affezionati del programma, da una parte c’è chi ha esultato per la nuova chance data al giovane ballerino, dall’altra parte c’è chi ha ritenuto ingiusto che Andreas, che è già conosciuto e ha una rilevante fanbase, parta al pari degli altri ragazzi che devono ancora far breccia nel cuore degli spettatori.

Tra coloro che non sono felici della partecipazione del ballerino dalle origini tedesche spicca sicuramente Garrison Rochelle, ballerino, coreografo e ormai da anni professore nel talent show di Canale 5. Secondo Garrison, infatti, Andreas è un buon ballerino già pronto per lavorare e proprio per questo, a suo avviso, avrebbe dovuto iniziare a intraprendere realmente e concretamente la sua carriera lavorativa invece di riproporsi come concorrente di Amici, e proprio questa sua posizione “contro” il bel Muller gli sta costando non poche critiche da parte del pubblico del programma. Dalle pagine della rivista Nuovo Tv eccovi le sue dichiarazioni:

Sto facendo un po’ di confusione con Andreas: non sono molto d’accordo sul suo rientro nella Scuola, dopo lo scorso anno, perché per me il suo percorso era già finito. Per questo motivo sto avendo anche un po’ di problemi con il pubblico che mi contesta. Andreas è un bravo ballerino, è pronto per lavorare. Però, appunto, lui deve andare a lavorare: non deve fare un reality come Amici in veste di allievo. Qualcun altro avrebbe potuto entrare a far parte della Scuola. Così, invece, ha tolto questa possibilità a un altro talento che potevamo scoprire. Ma ripeto: è davvero molto bravo

Nel corso dell’intervista Garrison ha anche svelato i nomi dei suoi allievi preferiti in questa sedicesima edizione:

Mi piace Sebastian Taveira, l’ho scoperto in un concorso che sto facendo in giro per l’Italia, al quale lui ha partecipato con la sua scuola. Poi mi piace Giulia Pelagatti, la conosco da quando aveva dieci anni, studiava con me, è molto in gamba. Degli altri apprezzo Oliviero Bifulco, è classico.