Vanity Fair contro Mario Serpa e Claudio Sona: “Il loro è un amore business scandito da serate e pose plastiche!”. E i fan insorgono…

Di Titta - 31 gennaio 2017 15:01:06

Mario Serpa e Claudio Sona

Continua la bufera che ha travolto i Clario: la coppia formata da Mario Serpa e Claudio Sona che si è formata nello studio di Uomini e Donne, infatti, sta dividendo in due il pubblico. Da un lato i fan più leali difendono i loro beniamini a tutti i costi, dall’altro, invece, i detrattori e i fan ‘pentiti’ non credono più alla veridicità dell’amore tra i due e sono sempre più convinti che il loro sia solo un rapporto fondato sull’interesse di restare sulla cresta dell’onda.

A far sorgere tutti questi dubbi è stato il gossip che vorrebbe Claudio ancora impelagato in una storia con Juan Fran Sierra (ve ne abbiamo parlato in QUESTO post) e, se una buona parte dei fan del Sona si è accontentata della sua smentita (che potete rileggere cliccando QUI), c’è chi è ancora restio.

Tra questi possiamo trovare la rivista Vanity Fair che in un articolo pubblicato ieri ha messo in luce i punti che fanno pensare che quello tra Mario e l’ex tronista veronese sia un ‘amore per business’:

La genuinità della loro unione si sta trasformando in qualcos’altro, dove niente viene lasciato al caso. Neanche una didascalia e uno scambio di sguardi studiato a tavolino. una partita a colpi di «mi piace» che sembra aver perso la magia dell’incontro, delle gelosie primordiali e della voglia di trovare la propria metà con cuore aperto. Non che gli ex tronisti e le ex corteggiatrici di ‘Uomini e Donne’ fossero da meno, ma parliamo di due realtà completamente differenti.

La delusione, secondo la testata, deriverebbe dal modo premuroso in cui è sempre stato trattato il Trono gay nel dating show di Maria De Filippi:

Il trono gay, infatti, è sempre stato trattato con i guanti bianchi, lontano dagli slogan telefonati e dalle svolte trash dei predecessori. Un trattamento di riguardo che per Maria De Filippi significava scrivere una nuova pagina di televisione. È per questo che la svolta impertinente della storia dei due ragazzi ci ha deluso così tanto. Se a questo aggiungiamo il gossip spicciolo sull’ex fiamma di Claudio e sul passato televisivo di Mario ci rendiamo conto che qualcosa non torni.

Ma, precisa l’autore alla fine dell’articolo, non è l’amore dei Clario ad essere messo in dubbio:

Non mettiamo in discussione il loro amore, ma il modo di viverlo sovraesponendosi in questo modo. Quanto c’è bisogno di servizi fotografici vestiti di tutto punto per convincerci della loro unione? O dell’ennesima serata in discoteca dietro a un lauto cachet? Si tratta di scelte. Forse dettate da motivazioni meno nobili, ma sempre di scelte. Resta il fatto che la prima storia d’amore omosessuale di ‘Uomini e Donne’, forse, meritava qualcosa in più. Magari quell’intimità e quella gelosia tipica degli innamorati del primo mese, troppo impegnati a godersi ogni istante insieme piuttosto che una posa plastica da statua greca.

Inutile dire che i fan sono insorti e hanno invaso la pagina Facebook della testata con commenti di disappunto.

Voi invece cosa ne pensate?