Mirko Bonalumi a IsaeChia.it: “A Sonia Lorenzini ed Emanuele Mauti auguro il meglio, anche se da lei mi sarei aspettato un po’ di rispetto dopo la scelta! La donna che vorrei avere al mio fianco? Una con la grinta e la forza di lottare di Alessia Cammarota!”

Di Franci - 21 febbraio 2017 16:02:28

Abbiamo visto concludersi pochissimi minuti fa il trono di Sonia Lorenzini a Uomini e Donne. La tronista ha improvvisamente e inaspettatamente deciso di scegliere Emanuele Mauti non appena ha capito che stava correndo il rischio di perdere il suo corteggiatore prediletto.

Se per loro il sentimento che li lega ha trionfato, un po’ meno piacevole è stato questo epilogo in studio per gli altri pretendenti della Lorenzini, che hanno, così, dovuto abbandonare l’idea di poter conquistare la bella Sonia e sono dovuti tornare a casa senza aver prima trovato l’amore della loro vita. Tra quelli c’è il foggiano Mirko Bonalumi, che oggi, in esclusiva per noi di IsaeChia.it, ha raccontato il suo percorso all’interno degli studi di Maria De Filippi

Mirko Bonalumi

Ciao Mirko! Partiamo dalla prima e più banale domanda: cosa ti ha spinto a partecipare a un appuntamento al buio di Uomini e Donne? Ciao Fra! E’ nato tutto da un gioco. Diversi anni fa mia sorella mandò a mia insaputa la candidatura e da allora la redazione mi ha contattato quasi tutti gli anni, ma ho sempre dovuto rifiutare, vuoi perché magari ero impegnato sentimentalmente o comunque dal punto di vista lavorativo non ero così libero. Questa volta ho deciso di accettare perché mi sono trovato in un momento particolare della mia vita, dopo una storia finita da tre mesi, in cui ero alla ricerca di nuove emozioni, nuove sensazioni e nuove esperienze, così ho deciso di non lasciarmi sfuggire l’occasione!

Sul trono hai trovato Sonia Lorenzini, una ragazza sicuramente bellissima. Ti aspettavi di trovare lei? No, onestamente non sapevo chi avrei trovato. Però non ti nascondo che avevo seguito poco il trono di Claudio D’Angelo, ma già lì l’avevo notata.

E cosa ti aveva colpito a tal punto che quando te la sei trovata davanti hai deciso di rimanere a corteggiarla? Sonia è indiscutibilmente una bella ragazza, ma già durante l’esperienza precedente mi aveva proprio colpito molto il suo carattere forte, la sua determinazione, la sua tenacia. Poi durante il percorso questi aspetti si sono rivelati molto limati, ma a impatto sono rimasto molto contento di aver trovato lei su quel trono…

Sonia, spinta dalla padrona di casa, ha subito fatto presenti i nomi dei corteggiatori che l’avevano più convinta, quantomeno a livello estetico, ma la cosa non sembra averti assolutamente turbato quando la tronista non ti ha nominato tra questi. Tu, anzi, hai spiegato che non temevi assolutamente il confronto con gli altri ragazzi, perché sai di poter dare molto a una donna. Ti ha in qualche modo ferito quell’affermazione di Sonia? Sicuramente mi avrebbe fatto più piacere se mi avesse detto ‘Mirko rappresenta lo stereotipo del ragazzo che cerco!’, però la cosa non mi ha minimamente turbato. Penso di poter offrire molto molto di più di un bicipite enorme o di un addominale scolpito. In più, sinceramente parlando, non credo di essere un così brutto ragazzo e sono sicuro di chi ciò che posso dare!

Quindi non hai visto quella sua affermazione come una chiusura nei tuoi confronti? No, assolutamente. Perché sono d’accordo anch’io con l’idea che l’aspetto sia importante per piacere all’altra persona, ma come ha anche detto Sonia in quella puntata, l’estetica non è tutto. So di poter dare anche tante altre cose a una donna, so di essere una persona interessante, so di poter dare molto a livello mentale perché ho tanto da dire, tanto da raccontare. In un rapporto l’aspetto fisico conta, ma conta solo all’inizio, come biglietto da visita. Perché se poi le premesse sono quelle di creare una relazione duratura, il fattore fisico va scemando. Prendi l’esempio di Brad Pitt e Angelina Jolie, entrambi bellissimi, super, ma la loro relazione è durata un po’, poi non c’è stata più quella connessione mentale e la storia è finita. Per me in un rapporto è fondamentale l’affinità di testa, è necessario capirsi con uno sguardo anche senza bisogno di parlarsi. La bellezza è effimera… quello che rimane è quello che hai dentro. Ecco perché non ho deciso di eliminarmi, perché sapevo cosa avrei potuto offrirle!

Spinta dalla curiosità, Sonia ha deciso di portarti davvero in esterna e in studio si è mostrata particolarmente contenta quando ha raccontato della vostra uscita. C’è stata quella ‘connessione mentale’ di cui parlavi? La nostra prima esterna per me è stata bellissima: lei si è aperta tanto con me, mi ha raccontato molte cose di sé che poi non sono andate in onda, ma in quell’ora e mezza mi ha detto anche di essersi ricreduta sul mio aspetto fisico. Devo dire che sono stato veramente bene e ho percepito anche da parte sua che è stata un’uscita davvero piacevole.

Poi però… Beh, poi non ho condiviso il fatto che mi abbia accantonato un po’ prima di riportarmi in esterna.

Infatti nel frattempo ha preferito togliersi i dubbi che aveva nei confronti di Luca Rufini che Alessandro Calabrese, che dopo qualche puntata ha eliminato. Secondo te potevano interessarle veramente? No, secondo me no. Questa consapevolezza mi dava rabbia e mi faceva innervosire: non capivo perché portasse avanti la conoscenza con loro. Alla fine sono giunto alla conclusione che li portasse fuori solo per capire come mai fossero approdati alla sua corte, diciamo per curiosità, ma su questo ci metto proprio la mano sul fuoco!

Quando è arrivato Federico Piccinato in studio, il trono di Sonia si è in qualche modo bloccato. Cosa pensi di Federico e come mai hai deciso di rimanere a conoscerla? Non t’infastidiva l’idea che qualcuno potesse essere più avanti di te perché prima del percorso in trasmissione aveva già intrapreso un qualche tipo di conoscenza con la tronista? Sicuramente mi sentivo svantaggiato, perché la mia posizione era quella di dover combattere e dovermi fare notare puntata dopo puntata per avere un’ora e mezza di uscita con Sonia. L’idea che Federico potesse aver avuto già modo di parlarle lontano da quel contesto e di conoscerla mi faceva tanta rabbia. Lo ritenevo ingiusto. Cosa penso di Federico? Che non fosse assolutamente interessato a Sonia!

Sono arrivate diverse segnalazioni che li vedevano d’accordo. Tu non c’hai mai creduto? Io ho avuto modo di venire a sapere tante cose che poi ho riportato in puntata in merito a questa loro conoscenza pregressa. Quando Mario Serpa ha fatto le segnalazioni che confermavano quanto era già a mia conoscenza, mi sono venuti un po’ di dubbi, lo ammetto, ma ci tengo anche a precisare che non ho mai pensato che Sonia e Federico fossero d’accordo, quello no.

Pensi, quindi, che Federico sia approdato alla sua corte solo per cercare un po’ di visibilità? Beh, lui si è ritagliato quell’opportunità, partendo dalla consapevolezza di piacere a Sonia. Quindi sì, di certo non era interessato a lei, ma alle telecamere magari sì!

Un altro corteggiatore che sembrava piacesse molto a Sonia era Alessandro Schincaglia, che ha deciso di eliminarsi perché ancora non pronto a vivere un’esperienza del genere con un’altra donna. Che idea ti eri fatto in merito a lui? Secondo te avrebbe potuto conquistare Sonia? Secondo me inizialmente lui aveva tutte le carte in regola per poterla effettivamente conquistare, però poi con tutto il marasma che si è venuto a creare, Alessandro – vuoi un po’ per il suo carattere, vuoi un po’ per la situazione –  ha perso (non lui come persona, ma lui come figura lì dentro) la possibilità di essere scelto, perché lei ha iniziato ad avvicinarsi ad altre persone, come Emanuele e poi Federico. Calcola che loro sono l’esatto opposto di Alessandro: lui è un tipo timido, schivo, introverso, mentre Emanuele è super sicuro di sé, è un ragazzo che ostenta. Sonia si è fatto catturare maggiormente da persone più ‘sfacciate’. Ci tengo a dire, comunque, che reputo Alessandro un grandissimo ragazzo e ringrazio davvero questo programma, perché è una di quelle persone con cui ho stretto di più: è sincero, è pulito, mi rispecchio molto in lui, abbiamo tantissime cose in comune tra cui il fatto di non essere molto adatti a quel contesto (ride, ndr)!

E poi tra i tuoi rivali c’era Giovanni Vescovo… che pensi di lui? Nella parte finale del percorso in studio, ho stretto un bel rapporto anche con lui, ci siamo capiti, abbiamo parlato… e devo dire che anche lui è un bravo e bel ragazzo, anche sincero!

A sorpresa, nella puntata andata in onda pochissimi istanti fa, Sonia si è dichiarata ad Emanuele Mauti! Ti aspettavi quella scelta? Che Sonia fosse interessata ad Emanuele l’avevo capito… e se ora sono felici, lo sono anche io… auguro loro il meglio! Non mi sarei aspettato una scelta come quella che avete appena visto, questo è poco ma sicuro! Però non nascondo che quando è venuto fuori il video in cui si palesava il fatto che avesse nascosto di essersi sentita con Federico, qualche dubbio mi è venuto sul fatto che la scelta potesse ricadere effettivamente  su di lui.

Ti sei sentito preso in giro quando hai assistito alla scelta? Partiamo dal presupposto che mi sarei voluto eliminare in quella puntata, perché mi rendevo conto che ero lì a far niente, dato che comunque non uscivamo in esterna e non ci stavamo conoscendo. Per quanto riguarda la presa in giro o meno, no, non mi sono sentito preso in giro, ma mi sono sentito ‘offeso’ come persona quando lei, dopo aver scelto Emanuele, si è avvicinata a Federico per rasserenarlo, piuttosto che venire da me o da Giovanni a darci spiegazioni. Penso che noi siamo stati molto più sinceri di lui, molto più puliti e molto più veri, quindi per rispetto, anche solo una parola, penso che ce la saremmo meritata, invece niente, neanche un ‘ciao‘!

Nella stessa puntata, anche Manuel Vallicella ha deciso di abbandonare il trono, mentre è stato presentato un nuovo tronista Marco Cartasegna. Cosa pensi della scelta di Manuel? E su Marco che idea ti sei fatto? Massima stima per Manuel, ragazzo sincero, pulito, sensibile e con dei problemi che giustamente ritiene più importanti in questo momento. Abbandonando il trono ha dimostrato chi realmente è lui… perché chi avrebbe mai fatto una scelta simile? Chapeau per Manuel! Di Marco non so… fisicamente è un tipo particolare, non è il classico tronista muscoloso… sicuramente mi sembra un ragazzo con tanta testa, quindi mi piace!

Hai avuto modo di seguire anche il trono di Luca Onestini. Ad oggi, con chi pensi ci sia maggiore affinità? Pur essendo lì in puntata, non ho seguito molto. Ha delle figure interessanti alla sua corte, ma secondo me dovrebbe inquadrare meglio alcune persone. Se fossi stato in lui, di certo non avrei mai fatto andare via Angela Robusti. Secondo me è attratto molto fisicamente da Soleil Sorge, mentre mentalmente da Giulia Latini, anche se da qui a dirti che sceglierà una, piuttosto che l’altra, non te lo saprei proprio dire. Per come la vedo io, lui non sceglierà nessuna delle due (ride, ndr)!

Non hai trovato l’amore in trasmissione, ma se ti proponessero il trono, accetteresti? Come deve essere una donna per poterti colpire? C’è qualche ex protagonista di Uomini e Donne che riflette l’immagine della ragazza che ti piacerebbe avere accanto? Accetterei a occhi chiusi! La donna che voglio al mio fianco deve essere forte, di polso, col carattere, può anche non essere la top model del momento, ma l’importante è che ci sia la testa, che ci sia l’intelligenza. Deve essere una persona che quando non so di aver torto, me lo fa capire: se trovassi davvero una persona determinata, grintosa, interessata, interessante e forte, sarei la persona più felice al mondo. Ex protagoniste di Uomini e Donne che potrebbero riflettere quest’idea? Mmm… mi viene in mente Alessia Cammarota. Lei è una bella tosta, interessante… anche con quello che dovuto affrontare di recente: è rimasta, ha lottato e si è ripresa ciò che era suo e questa cosa è fantastica!

Cosa fai nella vita e che progetti hai per il tuo futuro? La mia passione più grande è la musica, sono un produttore di musica tecno e anche un dj quando riesco. Ho diversi album all’attivo, con ottimi risultati. Poi sono direttore creativo di un’azienda a Pescara e sono appena stato ammesso a un master molto ambito, quindi il 10 marzo mi trasferirò a Milano almeno fino a luglio, cercando di lavorare e studiare, ma lo farò con grande soddisfazione.

Un abbraccio a tutte le utenti di IsaeChia.it, Mirko