‘Uomini e Donne’: l’opinione di Isa sulla puntata del Trono over del 1/03/17

Di Isa - 1 marzo 2017 19:03:13

Trono over - Gemma Galgani

E devo dire che dopo due puntate ai limiti del comatoso, quasi quasi assistere agli ennesimi deliri emozionali di Gemma Galgani non mi è dispiaciuto. Si, ok, è vero, Gemma dopo 7 anni di teatrini è ormai patetica, poco credibile, ripetutamente incline al ridicolo. E’ una presenza inquietante, una tassa da pagare, una bolletta in scadenza. La trovo convinta, petulante e irritante, o meglio, come direbbe il mio maestro di vita, Raz Degan:

E tuttavia per qualche strana ragione, assistere alle sua pagliacciate, boh, mi fa ridere e mi fa pure digerire il pranzo molto meglio rispetto ai mappazzoni che ci rifilano ultimamente nel Trono classico.

Vogliamo parlare del messaggino di Gemmona alla redazione in cui al grido di ‘buongiornixxximo, kaffèèèèèèè‘ annuncia di essersi ricongiunta con Michelone Marzullone? “Sono felicixxxxima, piango a dirottoooooo!!11!!!“. Che sarebbe anche un’immagine carina, no? Immaginare questa signora ormai quasi settantenne così emozionata all’idea di uscire con un uomo tanto da piangere a dirotto nel comunicarlo alla sua più cara am…emm, cioè, alla redazione di un programma televisivo, se non fosse che poi i precedenti ci portano a immaginare la scena più o meno così, e la poesia svanisce:

Anyway, dopo aver fatto fronte comune con la signora Cristina giusto il tempo di una puntata, e aver silurato Michele D’Ambra reo di essere ambiguo, di tenere i piedi in due scarpe, di parlare male di Gemma mentre era con Cristina e di Cristina mentre era con Gemma, la nostra infoiatona di una Galgani, che probabilmente era rimasta molto colpita dai racconti in cui Cristina, parlando del suo weekend a Bari dal cavaliere, svelava le continue insistenze del Marzullone per fare zicche zacche, ha deciso di ricontattare Michele facendo finta che tutti i discorsi di qualche giorno prima non fossero mai esistiti, preparandosi il baby-doll (che poi baby… vabbé 😀 ) e pregustando già una maratona di sesso anni ’70 in tutti i peggiori motel di Bari e provincia che praticamente  MalenaDellIsolaDeiFamosi mettiti di lato che quando gli scatta la furesta alla Galgani nessuno ne uscirà indenne.

Dai, su, a me scoccia dare ragione alla Cipollari però qui il ritorno da Gigione non si spiega se non con ragioni di ingrifamento. Del resto, oh, con Marco Firpo non c’è stata trippa per Gemme e, se quello che la dama racconta in studio è sempre vero, è praticamente dai tempi di George che lì a sud dell’equatore i battenti sono chiusi. A una certa la necessità di una svernata alla jolanda posso anche capirla. E del resto solo al Firpo ho concesso di utilizzare Gemmona per entrare in trasmissione senza pagare il dazio di doversela bombare, ma Firpo è sagace, è divertente, è sarcastico e ha un meraviglioso black humor che lì dentro capiscono giusto Queen Mary e altre tre persone, Michele, invece, che mi trasmette la stessa voglia di vivere di un limone ammuffito, se, come mi sembra inequivocabile, vuole passare attraverso Gemma per guadagnarsi il posto fisso a centro studio, per avere decine di donne che arriveranno per lui e per fare esterne Gabbiano-style, beh, il dazio lo deve pagare, e pure subito. Quindi ora, Michelino mio, impacchetti, porti a casa e vedi di concludere anche perché qui il tanfo di reunion dei pennuti è ormai dilagante e se non ti spicci ad infilarti quanto prima in questo atto della commedia va a finire che ti eliminano dalla sceneggiatura, ti aprono la botola sotto il sederino e…

P.s Non c’entra un cavolo con l’opinione puntata. Però ieri, guardando l’Isola e assistendo al cuoricinoso momento tra Raz Degan e Paola Barale, mi chiedevo quale sarebbe stata la reazione di GianninoNostro da casa. La puntata di oggi mi ha dato la risposta:

Trono over

Video della puntata: Puntata interaDelusa e amareggiataLa coerenza della mummia: parte secondaNon faccio lo zerbino Ritorno di fiamma?Senza audio Se io avessi accettato