Valeria Bigella e Alessio Bruno a IsaeChia.it: “Una volta usciti da ‘Temptation Island 4’ per noi è stata una tragedia, ma ora la nostra storia ha finalmente trovato il giusto equilibrio e la giusta serenità!”

Di Franci - 10 agosto 2017 14:08:34

Una tra le coppie decisamente più a rischio tra quelle che hanno deciso di mettere alla prova il loro amore a Temptation Island 4 è quella formata dalla bellissima Valeria Bigella e dal compagno Alessio Bruno. Proprio il romano, infatti, durante la sua avventura nel reality, si è lasciato molto andare alle attenzioni della tentatrice Carmen Rimauro (QUI trovate la sua intervista inedita), tanto che per un momento molti telepettatori hanno temuto che il ragazzo volesse effettivamentte lasciare il villaggio con la single, dicendo addio per sempre alla compagna.

Dopo un’esterna piuttosto significativa con Carmen, però, Alessio ha realizzato che il suo amore per la Bigella era ancora forte e, in occasione del falò conclusivo ha tentato in tutti i modi di farsi perdonare dalla sua dolce metà, che ha, così, deciso di concederegli una seconda chance.

Oggi, in esclusiva per noi di IsaeChia.it è proprio questa bellissima coppia a raccontare il turbinio di sensazioni ed emozioni vissute all’interno del reality estivo di Canale 5

Valeria Bigella e Alessio Bruno

Ciao Alessio, ciao Valeria! Partiamo dall’inizio: ci raccontate com’è nata la vostra storia e cosa vi ha spinto, poi, a mettere il vostro amore alla prova a Temptation Island 4, dove avreste potuto correre il rischio di perdervi per sempre?

Valeria: Ciao ragazze! Io e Alessio ci siamo conosciuti nel bar in cui lavoravo come cassiera, ormai più di 5 anni fa, ed è stato subito colpo di fulmine tra di noi: io ho chiesto immediatamente di lui a un amico in comune che era lì e lui ha fatto la stessa cosa (ride, ndr). Insomma, qualcosa tra di noi è scattata sin da subito la scintilla. Abbiamo deciso di metterci alla prova a Temptation perché stavamo vivendo un momento di crisi e avevamo bisogno di una botta di vita. Ovviamente avevamo messo in conto il rischio di poterci perdere, però eravamo anche convinti che, se il nostro amore fosse stato forte, avremmo superato anche quell’ostacolo.

Alessio: Ciao ragazze! Come diceva Valeria, sono entrato in un bar per un caffè e alla cassa c’era questa ragazza bellissima. Ho notato che aveva parlato con un mio amico e, appena mi è stato possibile, mi sono avvicinato a lui per chiedergli di lei… la cosa buffa è stata che proprio in quel momento lui mi ha detto che Valeria si era informata di me, quindi sì, direi proprio che è stato un colpo di fulmine. Si è creata subito una storia solida tra di noi. La partecipazione a Temptation è nata inizialmente per gioco, ma poi si è rivelata veramente molto utile, perché ci trovavamo in una fase di crisi e proprio in quei 21 giorni abbiamo trovato la scossa per mandare avanti il nostro rapporto, ancora più sicuri e convinti del nostro amore.

Alessio, una volta approdato nel villaggio con le 12 tentatrici, sei immediatamente rimasto colpito da Carmen Rimauro. Avvicinandoti a lei, volevi semplicemente metterti alla prova con una ragazza che poteva piacerti davvero, oppure in qualche momento hai davvero accantonato l’idea della tua fidanzata presente nell’altro villaggio? Come vi avranno già ribadito diverse volte anche gli altri ragazzi, lì dentro è davvero tutto estremamente amplificato: se stai male, stai male davvero, idem se stai bene. Mi sono avvicinato a Carmen con estrema spensieratezza, e questo mi ha permesso di vivermela in maniera piena, riuscendo a trascorrere diversi bei momenti con lei. Non ho mai dimenticato di avere una ragazza dall’altra parte, anche se inizialmente la pensavo davvero molto poco. Con lo scorrere dei giorni, però, mi sono reso conto che dentro di me quello che volevo era solo Valeria, e ho capito di non volerla e di non poterla assolutamente perdere.

Valeria, sei stata molto forte e le tue reazioni sono state davvero molto apprezzate già quando, in occasione del primo falò, hai assistito a degli sfoghi di Alessio che ti hanno decisamente ferita. Qual è stata la frase e quale il gesto che ti ha fatto più male? Sono entrata nel villaggio con la consapevolezza che il mio fidanzato è una persona molto estroversa, quindi sapevo perfettamente che avrebbe potuto legare con tutte e tutti, avevo anche messo in preventivo la possibilità che si potesse avvicinare a un’altra persona, però sì, effettivamente alcune sue frasi mi hanno ferita tanto. Però ci tengo a precisare una cosa: la frase del gatto che gli mancava più di me è stata semplicemente una battuta, una cazzata che ripete spesso perché lui, essendo un tipo molto scherzoso, dice praticamente sempre cavolate, quindi quella non mi è pesata per niente. Mi ha dato decisamente più fastidio, ad esempio, il fatto che ribadisse che senza di lui non so fare niente, che sono pigra, insomma tutte queste cose che mi hanno offesa come donna, e io non sono così! Anche il fatto che stesse parlando di me in quel modo con persone che conosceva da 4 giorni non ti nasvondo che mi ha fatto molto male. Per quanto riguarda il resto, penso che tutto vada contestualizzato, tenendo sempre in considerazione che i video che si vedono sono tagliati appositamente, quindi è facile recepirli in maniera a volte radicalmente errata.

Valeria, mentre assistevi all’avvicinamento sempre più marcato del tuo fidanzato alla tentatrice Carmen, cosa pensavi? Non ti è mai passato per la testa di interrompere tutto lì e chiedere un confronto immediato per provare a recuperare il recuperabile? Non avevo mai visto Alessio avvicinarsi così tanto a un’altra donna, quindi sono stata davvero male, ci sono stati momenti in cui volevo lasciare tutto e abbandonare il programma… praticamente ogni volta che tornavo dai falò volevo andare via (ride, ndr). Però poi tra me e me dicevo “Sono forte, ce la faccio, vediamo fino a che punto vuole arrivare e soprattutto vediamo se, attraverso il suo avvicinamento a Carmen, riesce a capire qualcosa in merito a noi!”. E poi alla fine, infatti, è stato così. Volevo capire fino a che punto potesse spingersi e volevo che lui capisse quanto poteva tenere a me. Poi, ammetto che non ho chiesto il falò immediato anche perché in quel momento mi sentivo abbastanza forte, sono sincera, quindi ho voluto tener duro.

E tu, Alessio, ti sei spinto molto in là sia con le parole e con i gesti. Non pensavi che la tua fidanzata potesse vedere delle clip che ti riguardavano e soffrire? Le pensavi davvero quelle frasi che dicevi? Una delle cose di cui sono veramente pentito è di aver fatto del male alla mia ragazza. Questo l’ho realizzato solo una volta che me la sono trovata di fronte al falò. Le frasi particolarmente leggere che ho speso nei suoi confronti, ovviamente non le pensavo, ma mi sono semplicemente allargato, perdendo quasi la cognizione di tutto, vivendo in un contesto ‘paradisiaco’. Le circostanze e le situazioni erano quelle: tu lì dentro stai con una ragazza in condizioni perfette, non ti manca nulla e tutto quello che hai intorno è perfetto… dimentichi la realtà e tutto quello che c’è fuori. Non ho mai pensato che Carmen potesse sostituire Valeria, ma me la sono vissuta giorno dopo giorno. Mi sono avvicinato a lei in maniera sincera e spontanea, cosa che rifarei, perché mi ha aiutato a capire tante cose, soprattutto mi ha aiutato a vedere con occhi diversi la mia ragazza.

Valeria, c’è stato un momento esatto in cui hai deciso di non startene più con le mani in mano e ti sei avvicinata al tentatore Paolo…ci spieghi quale era il tuo intento e cosa speravi di far scattare in Alessio vedendoti approcciare a un altro uomo che non fosse lui? Che rapporto ti lega a Paolo? Diciamo che mi sono avvicinata a Paolo perché con lui mi sono trovata molto bene, sono stata 21 giorni con lui, mi ha aiutata, mi ha capita, mi ha ascoltata, è stato un avvicinamento naturale e spontaneo. Poi che così fortunatamente abbia scaturito in Alessio delle reazioni che gli hanno fatto capire determinate cose, questo è un di più, però non avrei mai pensato di mettere a rischio la mia storia a causa del legame con Paolo, anche perchè, come credo si sia visto, il nostro rapporto era amichevole, tranquillo e privo di malizia…

Dopo un’esterna decisamente coinvolgente con Carmen, tu, Alessio, hai ammesso che sentivi la mancanza della tua fidanzata Valeria. Che molla ti è scattata in quel momento e, soprattutto, cosa l’ha fatta scattare? Sì, dopo quella bellissima esterna sono tornato nel villaggio e mi è scattato qualcosa, probabilmente dettato dai sensi di colpa. Ma cerco di spiegarmi meglio: io non sono tornato indietro solo per i sensi di colpa, ma perché mi sono reso conto di essermi sbilanciato tanto e quello mi ha fatto avere paura di perdere veramente Valeria, quindi è stato tutto collegato. Quando ho confessato a Carmen questo mix di sensazioni che stavo provando, mi è dispiaciuto molto vedere la sua reazione, perché avevamo legato tanto lì dentro, però ho preferito parlarle subito proprio per non lasciare intendere cose che non volevo, essendo ben consapevole di essere stato particolarmente leggero con lei durante quell’uscita. La vera prova e la vera dimostrazione del mio amore per Valeria è stata resistere a quell’esterna perfetta e a una tentatrice come Carmen, proprio nel momento in cui stavo vivendo la crisi del mio rapporto.

Valeria, tu non hai recepito nel migliore dei modi il cambiamento di rotta di Alessio. Cos’hai provato quando hai visto le clip in cui ammetteva di essersi reso conto di amarti davvero e che gli mancavi? Pensavo stesse facendo una grande furbata, son sincera. Non pensavo che in questo modo lui si potesse rendere conto di quello che aveva, anche se poi, vedendo i video da casa, mi sono resa conto di aver amplificato tutto e che vedevo sempre e solo nero, non riuscendo a capire determinate cose. Solo dopo la fine di quest’esperienza fantastica ho capito perché si era spinto così oltre. Non voglio giustificare i suoi comportamenti, ma penso che se tutto ciò effettivamente è servito a fargli capire che mi ama davvero, allora tutto assume un senso completamente diverso e sono felice che quest’avventura in un modo o nell’altro ci abbia aiutato a raggiungere il nostro obiettivo.

Dopo aver realizzato di sentire particolarmente la mancanza di Valeria, tu, Alessio hai chiesto un confronto immediato, che lei, però, ha deciso di rifiutare. Perché volevi a tutti i costi incontrarla in quel momento? Temevi di perderla o temevi che potesse avvicinarsi a un altro uomo e legarsi a lui davvero? Ammetto che vedere lei in circostanze affettuose con un altro uomo ha scaturito in me tanta rabbia e molta paura, non perché pensavo potesse perdere la testa per un altro ragazzo, ma perché temevo che le mie leggerezze dentro il villaggio potessero far avvicinare lei a un’altra persona, facendole, di conseguenza, capire che non era pià innamorata di me. Era quella la mia paura più grande.

Tu, Valeria, perché hai preferito non incontrarlo, visto che quel mancato falò significava permettere anche ad Alessio di godersi il weekend insieme alla tentatrice? Io non volevo incontrarlo perché il percorso era quasi finito, mancavano solo 4 giorni ormai, e non aveva senso fermarsi proprio lì, volevo capire fin dove si potesse spingere, anche se per me la nostra storia ormai era finita…

21 giorni di lontananza per due persone che convivono da 5 anni e che hanno un’attività insieme, quindi sono abituati a condividere gran parte del loro quotidiano, sono davvero tanti. Com’è stato ritrovarvi l’uno di fronte all’altra?

Valeria: E’ stato davvero emozionante. Sono stata la prima a sedersi su quel tronco al momento del falò e vederlo arrivare inizialmente mi faceva venir da ridere. Ci stava anche la paura di doversi confrontare dopo 21 giorni. In parte ero felice, in parte avevo paura, un mix di emozioni indescrivibili. E’ stato sicuramente molto bello rincontrarci.

Alessio: E’ stata una sensazione stranissima, anche perché sono 21 giorni, ma rapportati alla vita normale si ha la sensazione che siano davvero molti di più. E’ stata un’esperienza forte e un’emozione fantastica rincrociare il suo sguardo, giuro che avevo un nodo allo stomaco.

Valeria, c’è stata una frase, una parola, un atteggiamento o un gesto in particolare che durante quel confronto ti ha convinto a perdonare Alessio? Le parole diciamo che se le porta un po’ via il vento, ma i suoi occhi mi hanno fatto scattare dentro qualcosa di forte, non li avevo mai visti sinceri, puliti e veramente dispiaciuti come in quel momento. Così ho deciso non di accantonare o cancellare tutto, ma di provare a vedere, nel nostro quotidiano, se effettivamente qualcosa fosse cambiato tra di noi oppure neanche un’esperienza forte come questa fosse servita. Certo è che i nostri 5 anni di storia meritavano di non essere chiusi lì, su un tronco, in una spiaggia, a Temptation Island

Come procedono ora le cose tra di voi? Quant’è stata dura ritrovare il vostro equilibrio dopo quello che è successo nel villaggio? 

Valeria: Usciti dal programma è stato difficilissimo e lo è tutt’ora, non siamo ipocriti, ma stiamo cercando di recuperare il nostro rapporto pian piano. Inizialmente è stata una tragedia, una tragedia greca, però siamo dell’idea che ci sono dei forti sentimenti alla base della nostra storia e se ci sono quelli e la voglia di superare i problemi, le cose non possono che sistemarsi. Sicuramente quest’esperienza ci è servita tantissimo, sia a livello personale, perché io mi sento cambiata, pià consapevole, sia a livello di coppia, perché c’è maggiore dialogo, maggiore comprensione e maggiore voglia di trovare un punto d’incontro nelle cose.

Alessio: Finalmente abbiamo raggiunto un equilibrio in cui riusciamo a non litigare, a stare bene, a discutere tra di noi in maniera del tutto differente rispetto a prima. Parliamo di più e, soprattutto, ci viviamo di più. Se all’inizio le cose non sembrava andassero così bene, soprattutto durante la messa in onda delle puntate, in cui era un continuo litigare, ora finalmente sembra che abbiamo trovato la nostra serenità. Anche a me penso sia servita molto questa esperienza, perché mi ha fatto capire quanto devo migliorare, quanto devo dare più peso a quello che dico. Riguardandomi da fuori ho realizzato che davvero ci sono modi e modi per dire le cose, perché certe parole possono veramente ferire più di una pugnalata.

Qual è il ricordo più bello che vi portate dietro di questa esperienza? C’è qualcosa di cui un po’ vi pentite?

Valeria: Il ricordo più bello sono sicuramente le ragazze e i ragazzi che erano con me nel villaggio. Ho pianto tanto, ma ci siamo anche divertiti tantissimo. Il ricordo più bello non c’è, perché sarebbe da incorniciare tutta l’esperienza nella sua interezza. Non c’è niente di cui mi pento, rifarei tutto, dall’inizio alla fine. Anzi, ti dirò: se ci fossero stati altri 21 giorni per capire altro, sarei rimasta ancora (ride, ndr)!

Alessio: Quest’esperienza ti porta a vivere delle emozioni fantastiche e te ne rendi conto solo quando è finito tutto. Sono davvero contento di aver conosciuto persone molto valide nel villaggio: ho stretto una grande e bella amicizia sia con le tentatrici, sia con i ragazzi. L’unica cosa di cui mi pento è di essermi lasciato andare troppo con le parole, offendendo così Valeria. Ma alcune delle cose che ho detto erano dettate da frasi o immagini che io avevo visto nei video degli altri fidanzati (anche se questa cosa in tv non si è vista), quindi erano in tono arrabbiato, erano una reazione a quello che avevo visto e sentito, non dei pensieri nati perché una mattina mi ero svegliato con la voglia di sparlare di Valeria. Ciò non toglie il fatto che mi sia pentito comunque.

Quali sono ora i vostri progetti per il futuro insieme?

Valeria: Ora ci viviamo tutto alla giornata. Prima ero molto più preoccupata e ansiosa di vivermi il futuro, mentre adesso voglio vivere tutto come viene, senza progettare effettivamente niente.

Alessio: Confermo, ora siamo proiettati a goderci l’estate, questa fase successiva alla nostra esperienza nel reality e, quel che verrà, verrà!

Un grande saluto a tutto il blog di Isa&Chia, Valeria e Alessio