Alex Migliorini e Alessandro D’Amico a IsaeChia.it: “Siamo stati da subito complici, ci sembrava di conoscerci da sempre! La distanza? Questo inverno lo passeremo in Italia e l’estate ad Ibiza! Il più geloso tra noi due è…”

Di Veronica - 1 dicembre 2017 13:12:15

Alex Migliorini e Alessandro D’amico sono inseparabili dal giorno della scelta a Uomini e Donne La loro complicità era evidente già dalle prime esterne, e con il passare del tempo i due hanno scoperto di essere molto più simili di quello che credevano inizialmente…

E oggi, in esclusiva a noi di IsaeChia.it, la coppia ha deciso di raccontarci come stanno vivendo questi primi giorni insieme, le emozioni provate durante il programma, qualche aneddoto curioso e molto altro…

Ciao ragazzi! Alex cosa ti ha spinto a partecipare ad una trasmissione così popolare come Uomini e Donne? Quali erano le tue aspettative su questa esperienza?

La voglia di fare una esperienza diversa, di fare qualcosa di nuovo e di provare a mettere in gioco me e i miei sentimenti: essendo un ragazzo molto timido volevo vedere se fossi riuscito a sbloccarmi. Aspettative non ne avevo, diciamo che ho sempre visto Uomini e Donne e mi appassionavo molto alle coppie e volevo provare quelle stesse emozioni forti che vedevo tra di loro.

Alessandro, invece, come mai hai deciso di scendere le scale di Uomini e Donne per Alex? Cosa ti ha colpito di lui a primo impatto?

Il motivo principale per cui sono sceso dalle scale era perché quando ho visto chi fosse il tronista sono rimasto subito affascinato, perché già in foto mi aveva trasmesso tanto. All’inizio ero un po’ titubante, ma poi mi sono detto “dai proviamoci” anche perché comunque venivo dal lontano, e ho detto vediamo un po’ le prime esterne e se mi può piacere questa persona. Già dalla prima esterna ci ero rimasto subito sotto. A primo impatto mi ha colpito il suo sorriso, perché fa quello sguardo da topino che mi piace tanto e che mi ha catturato fin dall’inizio.

Alex, tu sei molto legato alla tua famiglia, come hanno reagito alla notizia della tua partecipazione al programma?

I miei appena gliel’ho detto erano molto felici della cosa, anche perché sono fanatici di Uomini e Donne tutti e due, lo seguono dalla mattina alla sera. L’unica cosa che li spaventava era il fatto della gente: perché ovviamente tanti sono aperti di mente, ma altrettanti non lo sono, e quindi avevano paura più che altro per me, che potessero prendermi in giro. Mi hanno detto fai quello che vuoi, quello che ti senti, noi ti appoggiamo.

Alex, hai mai temuto il confronto con Claudio Sona, il primo tronista gay della storia del dating show di Canale 5? Che idea ti sei fatto sul suo percorso e la vicenda di cui è stato protagonista successivamente?

No, non ho mai temuto il confronto con lui, anche perché era il mio percorso e non volevo fare paragoni. Il suo percorso è stato bellissimo, mi è piaciuto tanto, mi sono commosso anche alla sua scelta. Riguardo a quello che è accaduto dopo il trono non mi esprimo, se la vedono loro. Non so, la verità sta sempre nel mezzo, dicono. L’unica cosa è che ha creato degli iniziali pregiudizi sul mio percorso: quando è venuto fuori il mio nome e che sono di Verona, subito hanno iniziato ad attaccarmi e a dire “ah sarà come l’ex tronista”, non è stato il massimo per quel motivo lì.

Fin da subito a catturare le tue attenzioni sono stati Claudio Merangolo e Alessandro D’Amico: due ragazzi caratterialmente differenti tra loro. Cosa ti ha colpito principalmente di loro due?

Di Claudio mi ha colpito subito la sua sensibilità e la sua dolcezza. Di Alessandro, invece, come ho detto anche a lui più volte, la sua sicurezza e il suo essere molto protettivo.

Alessandro tu come hai vissuto la rivalità con gli altri corteggiatori, in particolare con Claudio? Li vedevi affini?

La rivalità con gli altri non la sentivo perché facevo fede alle sensazioni che provavo con lui e alla mia forza. Soffrivo il fatto di mettermi a confronto con gli altri perché pensavo di fare il mio percorso e non mi andava di parlare o sparlare di altri, perché nella vita reale non sono per niente così, mi faccio molto i fatti miei. Ma lì, in un contesto del genere, ti mettono nelle condizioni di dare un giudizio o un parere sugli altri. All’inizio ho cercato di essere più tranquillo sui giudizi, ma ho trovavo un rivale dall’altro lato che non faceva altro che spingere e alla fine, in alcune circostanze, ho sbottato pure io. Mi dispiace solo di aver dato un’immagine un po’ distorta dalla realtà perché non sono così.

Fin da subito fra voi c’è stata una forte sintonia e complicità: quali erano le vostre sensazioni durante le esterne?

Alessandro: Sì, da subito c’è stata una bella sintonia e complicità. Quando abbiamo chiacchierato la prima volta eravamo così complici che mi sembrava di conoscerlo da sempre. E’ stata una delle prime cose che ci siamo detti quando ci siamo trovati senza le telecamere. Siamo molto simili, ci troviamo d’accordo su tantissime cose e durante le esterne mi mangiavo le mani perché avevo le telecamere davanti e avrei voluto fare tante altre cose, come baciarmelo in continuazione.

Alex: Sì, sono sempre stato bene con lui e mi frenavo un pochino per le telecamere.

Quale è stato il momento più emozionante di tutto il vostro percorso? E come avete vissuto il vostro primo bacio?

Alessandro: Posso parlare a nome di entrambi in questo caso: penso che il momento più emozionante sia stato quando l’ho portato al cinema perché lì l’ho messo a contatto con le mie fragilità, la mia famiglia, le cose mie personali. Io mi sono aperto tantissimo, e anche lui tanto da arrivare a piangere, è stata emozionantissima quella esterna. Il nostro primo bacio nell’ultima esterna è stato davvero bello, a parte la location perché eravamo a casa mia, ma è stato davvero intenso. Non volevo che finisse mai quella esterna, davvero emozionante.

Alex alla fine hai deciso di avere al tuo fianco Alessandro: hai dichiarato che già dalla prima esterna era nato qualcosa, ma quando hai capito che era proprio lui il compagno che stavi cercando?

L’ho capito verso la fine, avevo bisogno di più conferme e di capire più che altro chi volessi realmente: verso di lui era la paura per la distanza e per una serie di cose e poi non sono mai stato con persone caratterialmente simili a lui, e, infatti, ci vedevo più un Claudio, era la persona che vedevo di più a fianco a me, come relazione stabile.

Alessandro tu invece hai mai temuto realmente che Alex potesse scegliere Claudio? Cosa hai provato gli attimi primi di sederti sulla sedia rossa della scelta?

Io in realtà ero convinto che sarei stato la sua scelta fino alla terzultima esterna, perché vivevo delle sensazioni ed emozioni che mi dava lui: poi avevo visto che lui aveva eliminato Matteo Mazzoleni, mi aveva portato a casa della mamma, ho visto che ormai il percorso con Claudio andava sempre di più scemando e ho fatto 1+1 e ho pensato fossi io la scelta. Ma quando ho visto il video in cui andava da Claudio in stazione e aveva fatto tante cose per lui, ho pensato “allora sono scemo io”. Da lì ho iniziato a temere un po’, perché le mie certezze stavano cadendo, così, nelle puntate successive gli ho dato “buca” e ho visto che non si muoveva, poi aveva fatto il gesto eclatante di venire a Ischia e poi in puntata di fare la scelta, e quando mi sono seduto sulla sedia rossa ho detto “ok, forse qualcosa sta cambiando”. Ma dalla terzultima esterna fino alla fine ho temuto di non essere io. Soprattutto, poi, quando ho visto il bacio con Claudio. Però, alla fine ho creduto in me stesso, nelle nostre sensazioni e ce l’abbiamo fatta.

Alex all’inizio il fatto che Alessandro vivesse in Spagna è stato motivo di qualche dubbio da parte tua. Subito dopo la scelta hai affermato di volerti vivere il vostro sentimento per un po’ qui in Italia e, magari poi, andare a conoscere anche la sua realtà, hai cambiato idea?

Sì, penso che in amore bisogna anche cercare di aprirsi, di vedere e preoccuparsi anche cosa vuole l’altra persona. Pensandoci non sarebbe una brutta esperienza: ho sempre vissuto nel mio piccolo paesino, ho sempre fatto le mie solite cose.  Sono un tipo che ama molto organizzarsi e l’idea di lasciare un posto conosciuto, e di andare in un posto nuovo, mi spaventava. Però, se ho lui al mio fianco, non ci sono problemi.

Alessandro tu invece saresti disposto a spostare il tuo lavoro e la tua vita qua in Italia per vivere più vicino al tuo Alex? Come vi siete organizzati per il momento?

In realtà mi sono già spostato, sto vivendo qua per il momento, anche se non ho ancora una dimora fissa il passo in avanti l’ho fatto. Vediamo soprattutto se ne è valsa la pena! (ride, ndr) Per l’inverno quindi siamo qui in Italia, per l’estate vedremo di spostarci verso Ibiza e di fare questa esperienza insieme da me.

Alex nel video di presentazione affermavi di voler incontrare “un uomo serio, con un carattere deciso, di cuore e buono con cui andare a convivere”. Alessandro rispecchia queste caratteristiche?

No, Alessandro non rispecchia per niente queste caratteristiche! (ridono, ndr) No dai, devo dire che le rispecchia tutte: ha un carattere deciso, è molto di cuore, la vedo proprio una persona con cui andare a convivere. Ormai dopo la scelta siamo stati sempre insieme, sembra di essere al Grande Fratello… e anche se la convivenza con lui è difficile si tira avanti! (ridono, ndr).

Al tuo fianco in quest’esperienza c’erano anche Sabrina Ghio, Mattia Marciano e Paolo Crivellin. Cosa pensi di loro, in particolare di Sabrina con cui abbiamo visto che hai stretto un bellissimo legame?

Sono tre persone molto diverse fra loro, io ho legato molto di più con Paolo e Sabrina. Con lei ho stretto un legame bellissimo, ci sentiamo praticamente tutti i giorni, e dovremo anche vederla a breve. Con Sabrina mi confidavo sempre, eravamo molto uniti, scherzavamo e parlavo anche dietro le quinte, abbiamo stretto davvero una bella amicizia.

Tu Alessandro, invece, hai abbracciato forte Angela Caloisi prima di uscire mano nella mano con Alex. Speri che sia lei la scelta di Paolo? Avete stretto un buon rapporto?

Con Angela abbiamo legato molto, prendevamo sempre il treno insieme da Napoli, oppure ci mettevano nello stesso albergo. È una bravissima persona, l’ho conosciuta bene e prima di lasciare il programma l’ho abbracciata e ho fatto la battuta “Paolo mi raccomando a te” proprio perché mi piacerebbe che fosse lei la scelta di Paolo. So che lei è molto presa, si è aperta molto con me e spero che anche per lei arrivi il lieto fine e tanta felicità!

Stiamo notando che state trascorrendo molto tempo insieme: avete anche conosciuto le reciproche famiglie, avete qualche aneddoto curioso da raccontarci di questi primi momenti insieme?

Alessandro: Sì, io ho conosciuto la sua famiglia, e lui ha conosciuto parte della mia, l’ho portato anche ad Ibiza a conoscere i miei amici. “Amore qualche aneddoto particolare?”

Alex: A parte il piccolo inconveniente di avermi fatto ubriacare con il Lambrusco dici?! (ridono, ndr)

Alessandro: (ride, ndr) In pratica stavamo festeggiando, e lui si è ubriacato a casa di mia sorella. Saliva le scale tutto barcollante, e quando siamo arrivati in camera gli ho messo un secchio vicino al letto perché sapevo che nella notte sarebbe stato utile.. e così è stato! (ride, ndr) Questa è stata la nostra quarta serata insieme! (ridono, ndr). A parte gli scherzi lui è molto timido inizialmente, ma poi si scioglie ed è un giocherellone, va d’accordo con tutti. Tutta la mia famiglia è napoletana, ci siamo messi a ballare e a cantare in salone tutti insieme, è stato veramente bello. Prima che un fidanzato è il mio migliore amico…

Alex: Ah no, ma grazie!

Alessandro: Amore guarda che le storie migliori storie iniziano così! Migliore amico è perché andiamo d’accordo su tutto, siamo complici, ci diciamo tutto, siamo molto onesti l’uno con l’altro, basiamo il nostro rapporto sulla fiducia.

Come state vivendo i primi giorni insieme lontani dalle telecamere? Avete scoperto qualcosa del carattere dell’altro che proprio non vi sareste aspettati?

Alex: Ho scoperto che è molto coccolone, cioè lo vedevo in esterna che cercava sempre il contatto fisico, però non pensavo così tanto..

Alessandro: Non mi aspettavo che fosse così giocherellone, in puntata stava molto sulle sue, faceva la parte del tronista (ridono, ndr). No comunque le telecamere lo mettevano molto in soggezione, poi invece una volta fuori si è proprio aperto, l’ho conosciuto realmente e ho visto un’altra sua parte bellissima.

Siete gelosi? Chi dei due lo è di più?

Alex: Siamo gelosi ma neanche tanto, per adesso non c’è stato modo di esserlo in realtà, siamo stati solo noi due!

Alessandro: Io di mio non sono molto geloso…

Alex: Beh insomma un po’ lo sei! Quando siamo stati a ballare mi stavi sempre vicino.. .Sei una spina in un fianco tu! (ridono, ndr). Io volevo stare lì a ballare e tu..

Alessandro: Sì a guardarti i ragazzi! No, dai, a parte gli scherzi non siamo gelosi, il minimo proprio, giusto per mantenere viva la relazione, ma non troppo!

Se doveste farvi un augurio per il vostro futuro, quale sarebbe?

Di essere sempre felici, e di realizzarci. Speriamo solo di viverci al meglio la nostra storia!

Ragazze grazie mille per questa intervista, è stato davvero un piacere! Vi mandiamo un bacio grande a tutte, Alex e Alessandro!