Francesco Isidori Pacelli a IsaeChia.it: “Nilufar Addati ha diciannove anni ed è inesperta, ma le auguro di scegliere qualcuno con cui crescere!”

Di Veronica - 12 febbraio 2018 15:02:30

Francesco Isidori Pacelli non ha di certo avuto un percorso tranquillo a Uomini e Donne: il giovane romano infatti è stato spesso messo in discussione dalla tronista Nilufar Addati e non sono mancati gli scontri con gli altri corteggiatori in studio.

La sua esperienza nel dating show di Canale 5 si è interrotta in malo modo e pochi istanti fa abbiamo assistito alla sua eliminazione dalla trasmissione condotta da Maria De Filippi, e in esclusiva a noi di IsaeChia.it, Francesco ha voluto raccontare il suo punto di vista, un po’ di sé stesso e molto altro…

Ciao Francesco! Quali erano le tue aspettative quando hai deciso di partecipare a Uomini e Donne?

Ciao! Mi aspettavo un percorso emozionante, che mi desse la possibilità di conoscere una persona per cui valesse realmente la pena rimettere in gioco i sentimenti. Non so perché ma prima di cominciare mi immaginavo che sarebbe stato come quei film romantici in cui due si incontrano, affrontano duemila difficoltà e alla fine…

Sul trono hai trovato Sara Affi Fella e Nilufar Addati. A primo impatto chi è stata a colpirti maggiormente? Avevi già avuto modo di vederle nelle loro precedenti esperienze televisive (Sara a Temptation Island 4 e Nilufar in veste di corteggiatrice a Uomini e Donne)?

Come avevo già spiegato nelle prime puntate e nelle prime esterne con Nilufar, a primo impatto mi aveva colpito molto di più Sara. Non so perché ma all’inizio mi sembrava una persona più empatica e più semplice. Sì, avevo già seguito Sara nel suo percorso a Temptation Island, di Nilufar sapevo fosse stata già corteggiatrice ma non avevo seguito il suo percorso.

Inizialmente Sara aveva intenzione di conoscerti, ma l’incontro avuto in Casona ha spento il suo entusiasmo e le ha fatto cambiare idea perché non rispettavi i suoi canoni. Ti ha amareggiato questa cosa, avevi curiosità nel conoscerla?

Assolutamente non nego che avrei voluto conoscerla ma onestamente tu non proveresti amarezza se una persona che ti ha già osservato in diverse occasioni (due puntate e la presentazione su Witty) ti portasse in Casona e dopo due minuti d’orologio ha cambiato totalmente idea?

Nilufar ti ha più volte portato in esterna, ma non sempre le vostre uscite terminavano in maniera idilliaca: ti accusava, infatti, di essere troppo impostato e poco spontaneo. Quali erano le tue sensazioni e cosa rispondi a queste critiche?

Essendo la mia prima esperienza televisiva le ho spiegato che non era facile riuscire a lasciarmi andare totalmente in esterna, ma più che impostato ero solamente molto teso. Per quanto riguarda la spontaneità, invece, è una delle cose su cui siamo completamente opposti io e lei. Scherzare, fare le battutine e prenderla un po’ in giro è il mio modo di flirtare ed essere spontaneo, credo dia un qualcosa in più ad una semplice chiacchierata e soprattutto impazzisco per la donna che sa rispondere e ha sempre la battuta pronta. Comunque credo ci stia che a lei infastidisca, ha diciannove anni e poca esperienza…

La Addati, inoltre, durante una vostra esterna ti ha criticato perché usavi del trucco e quindi, secondo lei, eri interessato soltanto alle apparenze, invece che a conoscerla realmente. Cosa pensi di tutto il putiferio che si è scatenato?

Mi ricollego ai diciannove anni. Le avevo spiegato che ero truccato in esterna perché credevo fosse la stessa identica situazione dello studio. In più, di carnagione sono molto chiaro e mentre registri hai tanti fari sparati in faccia, per questo mi era stato consigliato di mettere un po’ di trucco e non avendo dato troppo peso alla cosa, l’ho fatto.

Il percorso con Nilufar, poi, non è proseguito nei migliore dei modi e successivamente ha deciso di eliminarti accusandoti di essere rimasto in studio solo per fare promozione al pub che stai per aprire con Nicolò Fabbri. Te l’aspettavi?

Assolutamente no, anzi! Voi sapevate che stiamo aprendo un locale? Qualcuno sa dove si troverà? In che città verrà aperto? Che tipo di locale è? Nessuno sa niente del locale che stiamo aprendo anche perché come spiegai anche a lei in esterna, sono molto scaramantico e per questo non le dissi neanche il nome. Tirare fuori questa giustificazione per eliminarmi – dopo che due puntate prima aveva detto a Maria De Filippi che ero quello che le piaceva di più – è stato pretestuoso e completamente immotivato, poi lascio a voi libera interpretazione…

A posteriori, ti sei pentito di qualcosa? Secondo te, se vi foste conosciuti al di fuori del programma sarebbe andata diversamente?

Non mi sono pentito di niente, anzi volevo ringraziare la redazione che mi è stata dietro per tutto il percorso e mi ha supportato ma soprattutto sopportato! In studio ero tranquillo ma dietro le quinte ero incontenibile!

Durante il percorso non sono mancate frecciatine soprattutto con l’altro corteggiatore Lorenzo Riccardi. Qual è la tua opinione su di lui?

Quello che mi è dispiaciuto di più è di non esser stato capito. In pochi hanno cercato di dare un’interpretazione alle mie storie su Instagram: volevo far capire alla gente dei continui spettacolini dei miei ‘colleghi’ (quasi tutti), parodizzandoli nei miei video. Non sono uno a cui piace stare zitto e mi infastidiva il fatto che io fossi lì già da mesi provando a fare un percorso serio e coerente, mentre il focus si era spostato sul cabaret e l’incoerenza. Vi ricordo che sono stato accusato di volermi ‘mettere in mostra’ per un po’ di trucco quando c’è gente che si è vestita da pescatore o diceva di essere uno squalo. Vedete voi, ma per me le cose o son bianche o son nere…

Grazie ai social abbiamo scoperto il rapporto che ti lega a Francesco Chiofalo e Nicolò Fabbri. Quando è nata la vostra amicizia, hai qualche aneddoto da raccontarci a riguardo?

Nicolò è il mio migliore amico ed è come fosse un fratello per me: ci conosciamo da 10 anni e siamo cresciuti insieme per tanto tempo solo io e lui. Quasi tutti i ricordi e i momenti che ho della mia adolescenza li ho con lui e non basterebbe un libro per raccontarvi tutte le cose che abbiamo fatto insieme. Francesco è una forza della natura e con lui ho una bellissima amicizia. Ha sempre una parola carina se sei giù ed è pronto a tutto per aiutare un amico. Ci conosciamo da circa sei mesi e non ci fosse una volta che non l’ho visto con il sorriso, è una persona solare e buona. Comunque sono entrambe persone umili, semplici e soprattutto vere, sono veramente fortunato ad avere amici così.

Nicolò, dopo la prima esperienza in qualità di corteggiatore di Sabrina Ghio, è tornato in studio perché richiamato da Sara. Che ne pensi? Secondo te riuscirà a conquistarla?

Sapevo che si erano conosciuti già a Temptation Island e che a lui è sempre rimasta la curiosità su di lei ed rimasto molto sorpreso infatti quando ha ricevuto la chiamata della redazione. Se li immagino insieme sono veramente belli. Chissà come andrà! Conosco Nico e so che ce ne farà vedere delle belle!

Il trono di Nilufar, invece, secondo te come si evolverà?

Il trono di Nilufar senza di me è perduto! (Si scherza). Non lo so onestamente, lei è veramente inesperta e immagino che il trono sia veramente difficile da sostenere psicologicamente. Anche se non è andata bene con lei so che in fondo è molto sensibile e le auguro di scegliere qualcuno con cui crescere insieme e che le faccia uscire il sorriso.

Della scelta fatta da Paolo Crivellin che ne pensi? E di Nicolò Brigante che idea ti sei fatto?

Tifavo per Angela Caloisi da quando sono entrato in studio la prima volta! Lui l’ha scelta e per questo sono molto contento, gli auguro tanta felicità perché sono veramente bellissimi. Nicolò è un bravissimo ragazzo, sempre sorridente e allegro! Ho visto tanta affinità con Virginia Stablum per cui, chissà!

Questa esperienza non ha avuto certamente l’epilogo sperato. Se ti proponessero di ritornare in trasmissione come corteggiatore, o magari, in veste di tronista, accetteresti?

Sarei molto più selettivo ma lo rifarei assolutamente, come tronista o corteggiatore non farebbe alcuna differenza. Certo il trono ti da un po’ più di tranquillità, mentre da corteggiatore hai sempre il rischio di essere eliminato e devi litigare con gli altri per avere la parola. È un esperienza molto emozionante e ti da modo di guardarti dentro.

Ciao Isa e Chia!