Fattore M: spazio dedicato a Marco Mengoni. La festa per i vent’anni di radio Dimensione Suono Roma. La mancata candidatura al Best Italian Act. Congetture sanremesi varie ed eventuali…

Di Isa - 21 settembre 2012 19:09:25

Marco Mengon

( rubrica a cura di Valentina P.)

Salve a tutti! Ci eravamo lasciati con la speranza di captare qualche notiziuola sulla partecipazione del Mengoni alla festa per i vent’anni di radio Dimensione Suono Roma, organizzata in quel di Casina Valadier, a Roma. Ebbene, come anticipato, si trattava di un party privato, in cui gli ospiti non hanno fatto né più, né meno che divertirsi, ballare e bere qualcosa. Per l’occasione, Marco ha sfoggiato una splendida mise molto variopinta, e si è messo in posa sul red carpet, con il suo solito piglio da anti-vip consumato:

Marco Mengoni

Durante la serata, inoltre, gli ospiti sono stati invitati a scegliere i dischi, ed il nostro ha optato per “World hold on” di Bob Sinclair e ha accennato un pezzettino “Everybody dance now…”!!

Marco Mengoni

A parte questa piccola digressione gossippara, sul fronte carriera possiamo segnalare che, nonostante gli sforzi dei fan i quali, nelle scorse settimane, ne avevano promosso la candidatura agli MTV European Musica Awards 2012 – mediante le cosiddette fan-action sul social network Twitter – il Mengoni non è stato inserito nelle nomination per il Best Italian Act. Titolo conquistato a mani basse nel 2010. Sarà per la prossima volta!

Per il resto, questa settimana si sono chiuse le votazioni del Sondaggio Sanremo, iniziativa lanciata su Facebook e sul sito Musicaitaliana.com dal giornalista e critico musicale Fabio Fiume. L’inchiesta ha raccolto oltre settecentomila voti, giunti da ogni parte – da fans e da addetti ai lavori – e si proponeva di rilevare le preferenze popolari sui possibili partecipanti alla prossima edizione del Festival di Sanremo.

Ebbene, i risultati vedono il Mengoni in testa alla classifica degli artisti più desiderati sul palco dell’Ariston per il prossimo anno (nella categoria dei Cavalieri, ovvero gli artisti maschi o gruppi con voce maschile, che non abbiano superato i 41 anni di età; QUI il video che riporta la classifica dei 15 più votati).

Questo sondaggio ha riaperto tra i fan del Mengoni l’annoso dilemma: Sanremo sì o Sanremo no? A prescindere dalle preferenze personali (io per esempio dico spudoratamente sì!) questo responso popolare va a scontrarsi con le frammentarie notizie relative al Festival di Sanremo 2013, targato Fabio Fazio. Quest’ultimo, infatti, nelle poche interviste rilasciate, non ha fatto mistero di volere un ritorno ad un Sanremo meno kermesse televisiva e più festival della canzone. E soprattutto ha sottolineato di non volere i minorenni sul palco dell’Ariston. Per quanto riguarda la sua posizione sugli ex-talent, Fazio non ha rilasciato dichiarazioni esplicite, ma è nota la sua scarsa simpatia per i figli di Amici ed X-Factor  (per chi fosse interessato a saperne di più, QUI).

Dunque il nocciolo della questione diventa: anche se il Mengoni fosse intenzionato a partecipare al prossimo festival della canzone italiana, per il lancio del suo nuovo album, dovrebbe fare i conti con il nuovo corso della direzione artistica sanremese. Una direzione apparentemente “irrigidita” su posizioni alquanto conservatrici.

Vedremo se nelle prossime settimane Fazio si esprimerà in maniera esplicita sugli ex-talent.

Nel frattempo, il nostro Marco prosegue la fase creativa, traendo ispirazione dai suoi amati luoghi natii (e condividendoli con i fan sulla sua pagina ufficiale):

immagine

………………………………………………………………………………………………

Reflection

………………………………………………………………………………………………

Buon lavoro Mr. Mengoni!

Chiudo la rubrica di oggi con il consueto “Amarcord… Mengoni”.

Questa settimana, attingo nuovamente al Re Matto Tour, e tiro fuori dalla valigia dei ricordi una splendida, e ripeto splendida performance di Insieme a te sto bene, ennesima cover di Battisti – già presente nel primo EP del Mengoni – nella versione proposta durante il concerto di San Vincenzo, del lontano agosto 2010.

Performance grintosa, vocalmente sfrenata, per un risultato travolgente.

Il modo di cantare di Marco è cambiato tantissimo in questi anni, ma il fascino che il suo strumento vocale esercita nei confronti di chi ascolta è rimasto immutato.

Alla prossima settimana!