‘Uomini e Donne’: l’opinione di Isa sulla puntata del Trono classico del 12/12/17

Di Isa - 12 dicembre 2017 19:12:15

Trono classico

Io non lo so se è Paolo Crivellin ad essere così tanto pedante e irritante da portarmi a tifare per chiunque lo sfanculi, anche solo per 10 minuti, non so se invece è merito di Angela Caloisi che, lo ricordo bene, all’inizio del trono mi era piaciuta molto ma che poi, man mano, vuoi le esterne con Mattia #TuPerMeSeiSatana Marciano, vuoi perché la pesantezza di Paolo tende a risucchiare qualunque cosa o persona gli stia intorno, avevo totalmente riposto nello scaffale del ‘machisenefregadiquesta‘… insomma, non so quale sia la causa ma posso dirlo: sono ufficialmente diventata una bimba di Angela! #LaAmo#LaLovvo, #Queen, #SoloPerPochi, #NonVeLaMeritate, #Guerriera, #Kucciola, #PiccolaGrandeDonna e ringraziate che non ho tempo perché altrimenti elencherei tutti gli hashtag uominiedonniani del caso per sostenere la nostra #DonnaConLaDMaiuscola.

Ok, dai, a parte gli scherzi, io lo so benissimo che finché Angela parla e rimane seduta lì il suo è tutto fumo e niente arrosto, eh, lo so benissimo che per meritarsi la stima in secula seculorum dovrebbe organizzare un flashmob per Paolo che termini con un mega striscione con scritto ‘E ora vattenaffanculo‘. Lo so, lo so bene. Ma, ahimè, Angy la capoccia per #CiuffettinoDueLaVendetta (ps Nicò, mi manchi. E più guardo Sara Affi Fella sul trono più mi rendo conto che dobbiamo chiederti scusa… non avevamo capito il tuo dramma, perdonaci!), dicevo Angela ha perso la brocca per Paolo quindi probabilmente da lì non se ne andrà mai. Lei per prima sa benissimo di essere molto più avanti rispetto a lui e quindi, beh, ha deciso di provare a conquistarlo usando qualche piccola strategia. E le piccole strategie a volte in amore possono funzionare. Insomma, una strategia non mi permetterà di far capitolare Ryan Gosling (perchéééé, perchéééé, vita grama!) però se di base comunque un’attrazione e un interesse ci sono, qualche mossa ben studiata può produrre risultati efficaci.

E direi che tutto sommato il comportamento di Angela i suoi frutti li ha prodotti perché oggi è stata una delle pochissime volte in cui ho visto Paolo perdere il suo proverbiale self control, in cui non gli ho sentito dire la cosa giusta nel momento giusto (quel ‘Ti sputerei in faccia‘ è una frase molto sconveniente, che il perfettino Crivellin non userebbe mai, se non in un momento di totale occlusione della vena), l’ho visto, per una volta, in preda a emozioni che non è stato capace di gestire con la sua amatissima razionalità.

A parte che io non leggo le anticipazioni quindi fino all’ultimo pensavo che Angela sarebbe cicciata fuori in esterna ma quando ha risposto in quel modo al telefono e lo ha lasciato lì, in un’altra regione, davanti a una casa vuota, con redazione e telecamere dietro, il ciuffo phonato a vuoto e le pive nel sacco, io prima così:

Poi così:

Ho A-D-O-R-A-T-O. E ancora di più ho adorato l’atteggiamento cazzuto e combattivo (con tanto di mega scollatura sulle zizzone che gridavano ‘Puoi guardare ma non puoi toccare, idiota!‘) che la Caloisi ha avuto in studio quando, tra l’altro, dopo 20 minuti di liti e di urla al limite degli ultrasuoni se ne è uscita con un “Questa settimana ti ho pensato più del solito” che ha spiazzato Paolo e lo ha zittito per i 20 minuti a seguire. Non te lo aspettavi, vero Paolè? Non è razionale, non ha senso logico. Eh si, noi essere viventi dotati di carne e sangue siamo fatti così!

Marianna Acierno, come ho detto già un paio di settimane fa (prima di diventare una bimba di Angy, eh), è la classica persona che a primo impatto dice delle cose sensate e ti sembra intelligente, poi continua a cavalcare l’onda, continua a porsi (da sola) su un piano di superiorità, si erge a maestra di vita e, insomma, gira che ti rigira finisce per starti sulle bolas. Sulla carta lei e Paolo sarebbero perfetti: pesanti uguali, razionali uguali, convinti allo stesso modo di saperne sempre una più degli altri. Me li immagino, davanti a un camino, a bere vino, ad analizzare i comportamenti che lui ha avuto quel pomeriggio di 3 settimane prima e che lei ha avuto il 16 gennaio del 1993 e nel frattempo, a specchiarsi nel bicchiere dell’altro beandosi della loro stessa bellezza.

Su Nicolò Brigante al momento preferisco soprassedere perché se davvero dovessi dire ciò che penso dovrei andare a recuprerare su Youtube quel video in cui Totò spernacchia per 4 minuti di fila. Speriamo sia solo una prima impressione sbagliata, speriamo che dietro quella pettinatura accazzo e il bacarozzo sulla guancia, ci sia dell’altro. Per far capire gli attuali livelli di vuoto cosmico vi dico solo che in questo momento le sue esterne top sono con la ex di Ignazio Moser (…) che lo porta al concerto di Riki (…).

Video della puntata: Puntata interaEsterna di Paolo e Marianna“Sei una sfigata”Un’uscita burrascosaEsterna di Paolo e AngelaI graffi di Angela Esterna di Nicolò e Marta Esterna di Nicolò e Virginia IEsterna di Nicolò e Virginia II“Se mi piace la bacio”Esterna di Nicolò e Mena Il saluto