‘L’Isola dei Famosi 13’: l’opinione di Isa sulla terza puntata

Di Isa - 6 febbraio 2018 10:02:21

Isola dei Famosi 13

Ma voi vi rendete conto del fatto che gli unici cinque minuti interessanti in tre ore e mezzo di programma sono stati quelli in cui Eva Henger è entrata in studio e ha continuato a ingigantire le dimensioni della querela che le rifilerà Francesco Monte appena atterrato sul suolo italico? Vi rendete conto che per continuare a seguire questa tredicesima edizione dell’Isola, al momento, l’unica speranza che abbiamo è che la settimana prossima Monte torni in studio, lanci una contraccusa, seguita da una replica di Eva, una nuova controreplica e così fino alla finalissima con noi che, come un pubblico di Forum qualunque, alla fine metteremo i sassolini sulla bilancia decidendo chi merita la nostra assoluzione e chi no? Ne siamo consapevoli? Siamo consapevoli del fatto che, tolto il canna-gate, i momenti più interessanti di queste prime 3 puntate sono state, nell’ordine, l’incontinenza di Giucas Casella, la Cipriani che si voleva spostare la residenza sull’elicottero e il clistere della Perrotta? No, ditemi un po’ voi, con questi presupposti, come deve fare uno a non essere preoccupato per il trash-futuro!

Allora, per quanto mi riguarda ieri sera puntata davvero iper-moscia in cui ho perso il filo dei discorsi almeno 300 volte e in cui alla settecentonovantasettesima prova consecutiva avevo già chiamato il prete per darmi l’estrema unzione.

Unico, vero, momento interessante, ancora una volta quello relativo, appunto, al canna-gate. Direi che, as usual, tutta la questione ha avuto una soluzione tipicamente italiana. Insomma, credo che nemmeno il più ingenuo tra gli ingenui possa mai pensare che Francesco abbia acquistato e fumato dell’erba in totale solitudine, siamo tutti abbastanza consapevoli che, se si fosse andati a fondo nella vicenda, si sarebbe scoperchiato un vaso di Pandora che avrebbe potuto far saltare molte teste, e non solo tra i concorrenti.

E qui arriva la genialata, la mossa tipicamente italiana: facciamo ritirare Francesco Monte. Farlo ritirare è il colpo di genio. L’italianata. Facendolo ritirare non devi squalificarlo, non squalificandolo non prendi posizione sulla questione ed aggiri il problema, non lo affronti, gli passi accanto e lo insabbi…all’italiana, appunto. Che poi sarebbe davvero stato difficile prendere una posizione e “condannare”, perché per farlo dovresti avere delle prove. E le prove non le hai. O, se le hai, si tratta di prove che andrebbero ad inguaiare molto più che un semplice ex tronista di Uomini e Donne

In tutto ciò non sarò minimamente meravigliata se, da qui a un annetto, giusto il tempo che il pubblico resetti e passi avanti, a Francesco verrà data una nuova possibilità. Forse al Grande Fratello Vip 3? Chissà….

Non posso dire di essere stupita, perché la questione si era ormai ingigantita e una toppa andava messa, mi chiedevo come avrebbero fatto a salvare capra e cavoli e, beh… lo hanno fatto: non hanno preso posizione, non hanno dovuto fornire prove, hanno salvato chi andava salvato e zittito chi andava zittito. Insomma, il loro sporco lavoro lo sanno fare eccome.

Fino a qui, appunto, niente che tutto sommato non mi aspettassi. Il vero choc, invece, me lo ha provocato ancora una volta Eva che, invece di entrare in studio e adottare una linea più soft sull’accaduto ha, se possibile, rincarato ulteriormente la dose, raccontando particolari e dettagli  che, se esposti attraverso un mezzo di diffusione di massa, e se non supportati da prove concrete, rischiano di tramutarsi, per lei, in un enorme, enorme boomerang.

Parliamoci chiaro, qui non si tratta di stabilire se, secondo me o secondo voi, la Henger dica la verità o meno, qui si tratta di accuse ben precise che l’ex pornodiva non ha modo di poter dimostrare. E in un tribunale, quello in cui immagino la porterà Francesco non appena arrivato in italia, non è colpevole colui che ‘secondo la maggior parte del pubblico a casa ha fatto questo o quello‘, è colpevole chi viene dimostrato esser colpevole in base alle prove e alle evidenze. Ed Eva non ha niente, nessuna prova.  Per questa ragione trovo completamente folle la sua mossa e temo per lei che tutta questa vicenda si tradurrà solo in un enorme risarcimento danni che sarà costretta a versare nelle tasche dell’ex tronista.

Anyway, la cosa che comunque mi lascia più perplessa, oltre al fatto che appunto una persona adulta possa non rendersi conto della gravità di lanciare certe accuse senza avere la certezza di poterle provare, è la molla che ha portato la questione ad emergere, e la molla è la nomination. Una nomination all’Isola dei Famosi. Cioè se Monte non avesse nominato la Henger noi di tutta ‘sta vicenda non avremmo mai saputo nulla, come nulla abbiamo saputo nella prima puntata e come nulla si è saputo ancora prima, quando Eva, il giorno stesso dei fatti, avrebbe già potuto opporsi e denunciare.

 

Insomma, è una vicenda che certamente arriverà in tribunale (cioè, prima a Domenica Live e poi in tribunale, ovviamente), è una vicenda spiacevole in termini generali ma, nello specifico, come dicevo prima, è praticamente l’unica vicenda che sta tenendo vive queste prime dirette del lunedì quindi, insomma, visto che tanto Eva ormai i big money li dovrà comunque tirar fuori, se nelle prossime puntate non la botoleranno e sarà ancora in studio e se, pagare risarcimenti per pagare risarcimenti, volesse smerdare un altro paio di concorrenti a caso noi la ringrazieremmo dal profondo del nostro corazon.

Il fatto è che poi in realtà il cast quest’anno c’è, la base per creare tante dinamiche interessanti ci sarebbe, però è assolutamente incredibile l’incapacità della conduttrice di tener vivo il ritmo durante le dirette, così come è incredibile il fatto di doverci propinare davvero tutta quella caterva di prove delle quali fregaunamazza a nessuno. Insomma è un reality, vogliamo le interazioni tra i concorrenti, le discussioni, i confronti, la gente che si tira i capelli! Ieri sera le prime vere azzuffate sono arrivate verso l’una di notte, quando tre quarti di voi era a letto da un’ora, io ero presente con il corpo ma non con la mente quindi vedevo tutti muoversi e agitarsi ma non capivo perché e per come, la Marcuzzi probabilmente si stava studiando un altro slogan idiota per l’edizione 14 e non riusciva a dare un’ordine a quella sequela di voci che si accavallavano, e Stefano De Martino, invece di fomentare i naufraghi e stimolarsi, stava lì a cercare di spegnere le polemiche come se non fossero l’unica cosa che ci interessa.

Oh, a proposito di Stefano, voi me lo dovete lasciare dire: sarà bellissimo, purissimo, levissimo ma onestamente lui sta al ruolo dell’inviato come io sto al ruolo di prima ballerina dell’Opera di Parigi. Cioè se vogliamo tenerlo lì perché funziona come complemento d’arredo posso anche starci ( in quel caso, però, che ci facesse almeno la gentilezza di denudarsi), ma se volete dirmi che sa gestire bene il suo ruolo… dai, su, con onestà, detto tra me e voi…

Traducendo: la Marcuzzi non sa cavalcare le polemiche, De Martino non sa fare l’inviato e alla fine la conseguenza è che i daytime sono quasi più interessanti delle dirette e che, per farci qualche risata dobbiamo affidarci alla zia Mara Venier, e per avere qualche domanda un po’ più interessante e provocatoria da sottoporre ai naufraghi dobbiamo sperare in Daniele Bossari.

In base alla quantità di scazzi che si sono visti all’una di notte (e che dovrò rivedere in una situazione psico-fisica più accettabile) direi che i presupposti per una settimana di tirate di capelli possono esserci tutti. Sono profondamente addolorata per l’uscita di Nadia Rinaldi che aveva un potenziale trash che sinceramente ci meritavamo di veder esplodere in tutta la sua potenza, ma è altrettanto vero che quella nomination era proprio sbagliata alla base perché sarebbe stato ugualmente un peccato perdere la Cipriani, che ci fa ma ci è molto meno di tanti altri, o perdere la Perrotta, che è un’altra che parla, si espone, prende posizione e crea caciara.

Questa settimana rischiamo di fare lo stesso errore perché in nomination abbiamo la Capriotti, la Mancini e Barbato e sono quasi certa che il pubblico sbatterà fuori con percentuale bulgara Cecilia.

Che, per carità, io vi capisco eh, la trovo davvero insopportabile per mille e una ragioni, ma proprio perché è così insopportabilmente odiosa andrebbe tenuta e lasciata lì a creare scompiglio, almeno per qualche altra puntata, almeno il tempo che Marcuzzi e De Martino capiscano dove si trovano e siano capaci di gestire le puntate senza l’ausilio di quei concorrenti che fanno il programma da soli con le loro polemiche. Fosse per me uscirebbe Barbato, buono, caro tenero ma al momento inutile come i tacchi rosa della Cipriani sulla sabbia.

Che poi, ci fate caso? Nelle prime nomination sempre tante donne e ad uscire, fin ora, due donne e una probabile terza martedì prossimo. C’è poco da fare, critichiamo tanto i maschietti, ci sentiamo per tanti versi superiori a loro, però loro fanno squadra, sempre, nella vita e nei reality show. Noi donne, invece, ci facciamo la guerra da sole, ci eliminiamo a vicenda… e li lasciamo dominare incontrastati. Saremo sceme?!