‘Grande Fratello 15’: l’opinione di Isa sulla quarta puntata

Di Isa - 9 maggio 2018 12:05:47

Grande Fratello 15

“La persona che deve definitivamente abbandonare la casa del Grande Fratello 15 è………………… AIDA.”



No, raga, vi giuro, cioè tipo che ieri avevo sonno già dalle 23, ho fatto una fatica immane ad arrivare a fine programma, al momento dell’annuncio dell’eliminato ero con un occhio e mezzo che avevano già dato l’addio alle armi, e cosa caspita che sentono le mie orecchie? Esce Aida Nizar?

Allora, chiariamo subito, io non sono mai stata né una fan di Aida né una sua estimatrice, diciamo che in questo Grande Fratello 15 ho spostato la più democratica posizione del ‘ma magari ve ne annate affanculo tutti quanti a braccetto‘. Non ho mai pensato che Aida potesse vincere questo reality show perché, nonostante il fortissimo apprezzamento del quale la spagnola godeva soprattutto su Twitter, ho sempre letto e percepito in maniera piuttosto chiara che tanto era amata quanto era mal sopportata, basti pensare, a titolo indicativo, che la settimana scorsa proponemmo un sondaggio nel nostro profilo Instagram in cui la domanda era ‘Vi piace Aida‘ e oltre il 70% dei voti (più di 30 mila voti) erano per il No. Insomma, la Nizar è un personaggio sui generis, proprio uno di quelli che ‘o la ami o la odi‘ , un po’ come la Guendalina Tavassi dei tempi d’oro che aveva tanti fan fanatici quanti haters irriducibili che infatti alla prima nomination la spedirono a casa.

Ecco, per me Aida non era candidata a vincere questo reality, immaginavo assolutamente che sarebbe uscita in una delle prossime puntate, qui la cosa che mi ha lasciata assolutamente scioccata, sgomenta e, diciamocelo pure, un po’ disgustata, è che Aida abbia perso contro Luigi Favoloso. Luigi Favoloso, gente. Un semi analfabeta che sfotte Danilo Aquino perché nella sua vita ha letto al massimo il libretto di istruzioni delle lavatrici e poi non imbecca un congiuntivo manco a pagarlo, una persona aggressiva, verbalmente violenta, un mezzo instabile che si fa venire gli attacchi d’ira per una cazzo di marmellata spalmata sul bordo di una pizza, uno che inneggia al fascismo (ps. che bellini questi fascistelli moderni! E’ così figo fare i fascisti quando si è nati dopo il fascismo e non siha nemmeno la più vaga idea di cosa fosse davvero, è figo fare i fascisti con l’ultimo modello di iphone X, il ciuffo phonato e i tatuaggi anche sulle unghie. Se il vostro eroe fosse ancora in vita lo sapete dove potreste ficcarveli l’Iphone, il ciuffo e i tatuaggi, vero?). Insomma, contro un soggetto come Luigi avrebbe dovuto vincere chiunque, contro un soggetto come Luigi persino un Marco Predolin avrebbe dovuto trionfare con la pipa in bocca tra una bestemmia e l’altra.

Ragazzi, ribadisco, qui il vero scandalo non è per nulla l’eliminazione di Aida, qui lo scandalo è che il pubblico non abbia ritenuto Luigi il peggiore.

E no, io non credo ai magheggi sul televoto, non ci credo per il semplice fatto che alla produzione del Grande Fratello avrebbe di gran lunga fatto più comodo tenere in casa la Nizar che intanto è stata la fonte principale di ogni polemica (il 27% di share della scorsa settimana è sostanzialmente attribuibile a lei, senza di lei tutti i macelli che hanno così tanto attirato il pubblico non si sarebbero verificati) e in secondo luogo, come Barbara D’Urso sa benissimo, ha comunque un grande seguito sui social che si sarebbe facilmente tradotto in telespettatori a lei affezionati e quindi in share. Insomma al GF Aida in casa sarebbe tornata utile proprio come ai tempi tornava utile la Tavassi (chi ha memoria storica ricorderà che infatti la produzione tutelò Guendalina in tutti i modi possibili preservandola dalla nomination attraverso lo stratagemma dei ‘nominabili’ e dei ‘non nominabili’), io non credo ci sia lo zampino dei piani alti in questa eliminazione e, guardate, preferirei crederlo. Preferirei credere in un magheggio, in un complotto, insomma in qualunque opzione che mi possa fare escludere che davvero sia stato il pubblico italiano a prendere questa decisione, che davvero il pubblico italiano abbia ritenuto Aida (ma poteva essere davvero chiunque altro) peggiore di Luigi Favoloso. E, invece, ahimè, credo sia proprio così, credo che realmente l’attuale popolazione media italiana ritenga più grave l’esuberanza, alle volte decisamente fastidiosa, non lo metto in dubbio, di una spagnola, che l’aggressività, la maleducazione e la violenza verbarle di un italiano “difensore della patria”. Non voglio scendere in ragionamenti seri e in valutazioni politiche, stiamo pur sempre parlando di un reality show super trash, però, ecco, diciamo che questa assoluzione a cuor leggero di una persona che ha avuto gli atteggiamenti di Luigi Favoloso mi sembra in linea con un certo trand che si sta manifestando a livello sociale su ogni piano, dai più seri ai più faceti. Non aggiungo altro, chi vuole intendere intenda, per chi non intende propongo le ruspe.

Anyway, ora voglio proprio capire come si manderà avanti il baraccone, che se qua l’intenzione è quella di incentrare ancora tutte le puntate sulle favolose avventure di Favoloso intervallandole al massimo con qualche frignata di Veronica Satti (oh, Verò, tuo padre cantava ‘Una lacrima sul viso‘, UNA, cazzo, UNA SOLA) e con qualche limone random di coppie composte da MaChi? e MaChi? io mi darò alla macchia, vi avviso.

Qualche altra considerazione random sulla puntata:

– Intanto anche per oggi Baye smette di fare figure di merda domani, già era discutibile farlo rientrare in casa anche solo per 0,1 secondi, ma se poi il suo ingresso doveva tradursi in 10 minuti di frasi da bacio perugina scaduto e lacrime da funeral party, piuttosto davvero potevamo occupare quel tempo mandando in onda lo spot per la crema contro le verruche, lo avrei guardato più volentieri.

Lucia Orlando è PATETICA. PA-TE-TI-CA. Già era stata patetica la settimana scorsa con quei pianti strazianti all’uscita di Baye manco le stessero squartando un parente davanti agli occhi. Le facce di ieri mentre Dame parlava erano di un ridicolo, di un patetico e di un aberrante che in quel momento stavo mangiando un arancia e ho sentito l’irrefrenabile impulso di lanciarla sullo schermo, raccoglierla e rilanciarla e così all’infinito.

Lucia Orlando

Cioè ma si può? Sta tragedia per Baye Dame che conoscevi da 15 giorni e il cui dramma consiste nell’eliminazione dal Grande Fratello? Ma voi dovete andarvene a raccogliere carote nei campi, belli miei.

– Il confronto tra Patrizia Bonetti e Mariana Falace: per carità, le due pischellette si sono impegnate, sono state anche moderatamente interessanti e quasi sufficientemente trash. L’esperienza, però, non si compra al mercato quindi, piccine mie, guardate e imparate.

Alessia Prete fino a prima della puntata di ieri era praticamente la mia preferita.

Avevo già iniziato ad essere titubante quando si è accoppiata con Matteo Gentili. Personalmente ritengo che Matteo, in quanto a scaltrezza e presenza a se stesso, sia giusto una tacca sopra Tinì Cansino. Avevo comunque deciso di andare avanti con la mia preferenza per Alessia perché in fondo all’ormone non si comanda, lì dentro si è quasi in cattività, Matteo a bocca chiusa fa comunque la sua figura e quindi avevo deciso di soprassedere. Dopo la puntata di ieri, però, mi tocca abbandonare anche l’unica preferenza che avevo perché la Prete ha fatto una figura da sottona disperata che in confronto Gemma Galgani mi è sembrata una bad girl di quelle toste. Cioè lei avrebbe strappato SUBITO la lettera con la comunicazione della rottura tra Monte e la Di Bendetto, lei era terrorizzata all’idea che Matteo, appresa la notizia, l’avrebbe sfanculata e sarebbe ritornato da Madre Natura. Ma io dico, ma come si fa? Ma come si fa? Ma datemi Colomba del Trono over che grida ‘dignitàààààààààààààà‘. Cioè ma tu volevi tenergli segreta questa notizia PERCHé? Se la ritenevi una cosa non importante che non può incidere sul vostro grande zendimento gliela dici tranquillamente, se invece temi che possa essere ancora innamorato dell’ex la soluzione qual è, saperlo subito e nel caso fargli ciaone oppure continuare a tenertelo a ogni costo facendogli credere che la sua ex sia fidanzata? No, davvero, io totalmente allibita da Alessia in questa tremendissima versione zerbino-way. Senza contare la fermezza dimostrata nel cambiare la sua decisione al primo mini lavaggio di cervello messo in atto dallo studio. Palle cubiche, proprio.

In tutto ciò, comunque, la cosa esilarante è stata in primis Matteo che tutto tronfio diceva di non essere più interessato a Paola come se lei nemmeno sette giorni fa non glie avesse rifilato il centoottantesimo palo degli ultimi mesi dicendogli in mondovisione di non volerlo manco come calamita per il frigorifero, e in secundis Barbarella che, sadica come non mai, ha fatto credere al Gentili che forse Paola aveva lasciato Monte dopo il confronto in casa di settimana scorsa e dopo essere stata folgorata nel rivederlo quando, in realtà, noi sappiamo che è stato Francesco a silurare Paola alla quale probabilmente ha preferito la troca.

Vabbè ci sarebbero tantissime altre cose da dire ma questa opinione puntata sta diventando più lunga di una novella del Manzoni quindi la taglio corta dicendo solo che l’ingresso di Rodrigo Alves a mio avviso è più inutile dei vari psyco-balletti dei nonni del Trono over, non capisco assolutamente cosa possa portare di utile in Casa l’ingresso di uno che non parla quasi per niente la lingua, che starà qualche giorno e non avrà il tempo di creare alcuno scompiglio perché non è di certo Valeria Marini, e che poi a me fa paura. Ve lo giuro, io non voglio sembrare cattiva, cioè credo davvero che si tratti di una persona insicura, fragile e che avrebbe bisogno di aiuto, però è più forte di me, a me fa proprio impressione. Cioè se io pensassi di trovarmi in casa con lui, di svegliarmi magari per fare pipì di notte col rischio di trovarmelo davanti con quegli occhi spiritati e il sorriso catarifrangente mi verrebbe un coccolone. Lo devo proprio dire, Rodrigo mi fa paura al pari dei fantasmi e dei mostri dei film horror… ‘lo vuoi un palloncino?‘.