‘Uomini e Donne’, Marta Pasqualato: “Penso che Nicolò Brigante stia mentendo a se stesso, ha avuto paura di farsi travolgere da ciò che c’era tra noi. Indeciso fino a poche ore prima della scelta? Allora sarebbe giocare a mosca cieca!”

Di Franci - 10 maggio 2018 09:05:59

Trono classico - Nicolò Brigante e Marta Pasqualato

La delusione di Marta Pasqualato nei confronti di Nicolò Brigante non è ancora sopita: la corteggiatrice veneziana non aveva più dubbi, ormai, sul fatto che il tronista potesse scegliere lei piuttosto che la rivale Virginia Stablum, ma proprio nel momento in cui meno se l’aspettava, il siciliano ha invece realizzato di volere accanto a sé una persona più tranquilla, che gli regalasse serenità anziché continui scontri, e si è dichiarato, così, alla veronese lo scorso 2 maggio, sotto una cascata di petali rossi.

Marta, intervistata da Uomini e Donne Magazine, però, non ha nascosto il proprio risentimento nei confronti del ragazzo, soprattutto per aver tirato in mezzo durante il loro ultimo incontro un brano musicale che alla pretendente ricordava il padre scomparso (QUI trovate le dure parole della Pasqualato espresse ieri su Instagram):

Sto male ma non posso farci nulla. […] Un conto è che sia io a scegliere di condividere con lui un momento doloroso della mia vita, una ferita che lui sa benissimo essere per me ancora aperta; un altro che si a lui a utilizzarli a suo uso. Io sto cercando di guarire ancora dalla ferita causata dalla perdita del mio papà… un gesto così non lo fai. Punto. Il giorno in cui non sono stata scelta si è giustificato dicendomi che in quel momento non aveva ancora preso una decisione, era confuso, non sapeva con chi voleva vivere la sua vita lontano dalle telecamere. Forse solo per questo motivo riesco in parte a perdonarlo.

Marta non ha nascosto le proprie perplessità all’idea che – come ha ammesso – il tronista abbia in cuor suo deciso su chi far ricadere la sua scelta appena tre ore prima di farlo veramente:

Se fosse così non sarebbe una scelta ma giocare a mosca cieca. Io e Virginia siamo diversissime. Penso che sia stato difficilissimo per lui scegliere. Entrambe abbiamo fatto un lungo percorso con Nicolò ma sono convinta che non abbia gestito la scelta nel migliore dei modi, soprattutto nelle ultime settimane.

Poi la ragazza ha proseguito:

Non voglio essere presuntuosa. Abbiamo vissuto delle forti emozioni e, come le ho sentite io, sono sicura che anche lui le abbia provate. Quando parlavamo, spesso gli si spezzava la voce dall’emozione. Non può aver finto. Continuo a pensare che lui stia mentendo a se stesso. Ha avuto paura di farsi travolgere dalle forti emozioni che c’erano tra noi.

Nonostante ciò, la studentessa non riesce a nutrire odio nei confronti del suo mancato fidanzato:

Abbiamo perso entrambi. Si è precluso di vivere una storia d’amore bella con me. Poi comunque mi ha aiutato a uscire da un momento particolarmente brutto. Da quando è entrato nella mia vita non ho più avuto attacchi di panico…

Ora la giovane Marta ha intenzione di gettarsi a capofitto sugli studi per completare il suo percorso universitario, ma di una cosa si pente:

Probabilmente quando è arrivata in trasmissione una segnalazione che mi riguardava, fatta per scherzo da un mio amico, avrei dovuto metterlo subito in contatto con l’autore dello scherzo al posto di incaponirmi su un principio. Si sarebbe risolto tutto subito senza nessun tipo di incomprensioni… magari sarebbe andata a finire diversamente.

Che ne pensate delle parole della Pasqualato?