‘Uomini e Donne’, procede a gonfie vele la storia tra Eleonora Rocchini e Oscar Branzani il quale ammette: “Fosse per me un figlio potremmo farlo anche ora, mi sento pronto, e vorrei fosse con lei”

Di Ludovica - 11 maggio 2018 15:05:06

Eleonora Rocchini e Oscar Branzani

Eleonora Rocchini e Oscar Branzini sono tra le coppie uscite da Uomini e Donne più amate dal pubblico del programma. Oscar, ai tempi del trono, era reduce dalla storia d’amore con una delle influencer italiane più seguite al momento, Chiara Biasi, la cui relazione naufragò, a quanto pare, per un tradimento di quest’ultima ai danni dell’ex calciatore napoletano. Eleonora, invece, quando entrò negli studi di Canale 5 era una semplicissima ragazza di origini toscane che, con il suo lavoro da gelataia, si era sempre tenuta lontana dal mondo dei social e dello spettacolo.

Tra Oscar ed Eleonora si può dire sia stato un vero colpo di fulmine. Infatti, il giorno della scelta, la Rocchini fu preferita all’altra corteggiatrice, Karin Bonucci, epilogo che non stupì nessuno proprio a causa della chimica evidente che si era venuta a creare tra i due. La coppia ha concesso un’intervista esclusiva a Uomini e Donne magazine per fare il punto della situazione a distanza di tre anni dall’esperienza televisiva. Queste sono state le parole dell’ex tronista:

Mi ha stupito la sua spontaneità in mezzo a tutte quelle persone che in me, non avevano suscitato niente. Poi che dire…sono vibrazioni. I suoi occhi parlano, e a me parlano davvero tanto. Ancora oggi confermo che non avrei potuto fare scelta migliore, nonostante sia una testona.

Emozioni inizialmente contrastanti hanno suscitato in Eleonora una certa curiosità nei confronti del partenopeo:

La prima cosa a cui ho pensato? Meglio non dirla, scherzo! Credevo fosse uno con la puzza sotto il naso, e forse di primo impatto lo potrebbe anche sembrare. Poi mi ha stupito vedere la sua dolcezza, la fragilità, la voglia di amarmi e proteggermi. Oscar è riuscito ad abbattere muri che mi frenavano da tempo.

Il trono del Branzani è stato sicuramente uno dei più brevi nella storia di Uomini e Donne in quanto il colpo di fulmine è stato sin da subito decisivo:

Ho capito che l’avrei scelta già dalla seconda esterna, da un tenero abbraccio che lei mi diede inaspettatamente. In quel momento ho realizzato che tra le sue braccia ci sarei voluto rimanere una vita.

La coppia non ha intenzione di perdere tempo e i progetti di vita in comune stanno pian piano prendendo forma, proprio come ha confidato la Rocchini:

Abitavamo distanti, io ho lasciato il mio vecchio lavoro nel bar di famiglia per stare più tempo con lui. Mi sono trasferita a Napoli per dare la possibilità di crescere alla nostra storia […]. Siamo entrati nella nostra dolce casa tre, quattro mesi fa, l’abbiamo ristrutturata e fatta come piaceva a noi, curata in ogni dettaglio. Non nascondiamo ci sia voluto del tempo per realizzarla e anche molta fatica in quanto abbiamo fatto quasi tutto noi, ma visti i risultati ne è valsa la pena.

L’idea di metter su famiglia è sicuramente un sogno che il Branzani ha intenzione di realizzare nel breve periodo:

Fosse per me un figlio potremmo farlo anche ora, mi sento pronto, e vorrei fosse con lei. Se dovesse capitare sarei immensamente contento. Per quanto riguarda il matrimonio non ne abbiamo mai parlato anche perché non siamo attaccati alle tradizioni, anche se un giorno, potremmo anche sposarci.

I progetti lavorativi invece sono in piena evoluzione:

Ci siamo dedicati a Sontèn quasi al cento per cento. Oscar voleva che io lavorassi al suo fianco, diciamo che uniti siamo una forza: dove non arriva lui arrivo io. Ci scontriamo ma il bello è proprio questo. Per quanto riguarda il nostro lavoro da influencer, ci piace molto, particolarmente a me. Mi entusiasma avere a che fare con le persone, poter trasmettere qualcosa di mio e vedere in quante si appassionano al mio modo di vestire. Nonostante il seguito che ottengo, voglio precisare che cerco di rimanere, anche sul web, la ragazza della porta accanto, con la semplicità e la genuinità che mi contraddistinguono e che credo siano un mio punto di forza.

Sontèn nasce da una passione che Oscar ha ereditato dalla sua famiglia e, il fatto di essere appoggiato da Eleonora nel portare avanti quest’attività, lo rende ancora più orgoglioso del lavoro che svolge:

Sono contento di averla al mio fianco, chi meglio della persona che amo potrebbe rappresentare Sontèn? Poi questa azienda è nata con il nostro amore. E’ il terzo anno di Sontèn, la terza estate, come per la storia tra me ed Eleonora. Mi piace lavorare con lei, anche fino a tarda notte o la domenica, ci stimoliamo a vicenda, anche quando non siamo d’accordo è comunque un modo per farci venire ancora più idee. Sono molto fiero della persona che ho accanto e del modo in cui lavoriamo insieme. Abbiamo progetti per il futuro, col tempo li scoprirete.

Che ne pensate di questa coppia? Vi piacciono insieme?