Keep Calm and Love Coach: Come far ripartire l’amore dopo una grande cazzata

Di Chia - 3 giugno 2018 19:06:03

Nilufar Addati e Giordano Mazzocchi

(rubrica a cura di Madeleine H.)

In attesa della prossima settimana, quando commenterò l’ultima scelta di questa stagione di ‘Uomini e Donne’, oggi parliamo di quello che da circa una decina di giorni è il gossip più succoso del mondo trash/reality. L’affaire tra Nilufar Addati e Stefano Guglielmini.

Cercherò di andarci piano, un po’ perché ho visto Nilufar molto provata, un po’ perché ci sono in mezzo gli avvocati, un po’ per evitare la solita valanga di critiche della settimana (di cui mi importa sempre assaissimo, che ve lo dico affà).

Allora, il riepilogo di tutto quello che è successo lo trovate QUI. Prima di staccarci dalla sequenza di fatti per parlare sulle dinamiche che coinvolgono le coppie in situazioni come questa, fatemi dire un paio di cose.

Non ci sono dubbi che il trono di Nilufar sia cambiato dopo l’eliminazione di Stefano, come se fosse iniziato sul serio solo da quel momento in poi, per cui non mi ha stupito più di tanto che sotto ci fosse una vera e propria relazione. Quello che, però, mi ha sconcertato è stato l’atteggiamento dei fan. Io capisco shippare due ragazzi, immedesimarsi in loro, volere a tutti i costi che stiano insieme felici e contenti come nelle favole, ma a tutto c’è un limite.

E’ stato agghiacciante leggere commenti in cui si diceva che quella nella foto – nonostante la stessa mimica facciale – fosse la ex di Stefano o che quella fosse l’immagine di un’esterna – in cui per inciso a stento si erano sfiorati – o peggio ancora puntare il dito perché tutta questa storia era uscita solo ora. Con le dovute differenze è come negare di avere le corna, o – peggio che mai – accusare l’amante del proprio partner. Ma questa è un’altra storia.

Cercherò di andare oltre e di concentrarmi sulle dinamiche e meno sulle persone. Userò, passatemi il termine, Giordano e Nilufar come esempi esplicativi per dare due consigli utili forse anche a loro.

Di fatto, adesso tra Nilufar e Giordano i ruoli si sono invertiti. Sarà lei a dover dimostrare, lei a dover recuperare, e nel frattempo lui potrà tranquillamente sedersi su un trono immaginario e stare a guardare lei cosa e quanto farà per farsi perdonare. E questo è molto pericoloso.

Perché se nel trono di ‘Uomini e Donne’ i ruoli sono chiari, e soprattutto c’è una precisa data di scadenza, in questo caso, invece, la situazione potrebbe durare anche all’infinito. Solo che in questo tempo infinito i sentimenti e l’entusiasmo potrebbero logorarsi in maniera definitiva.

La vera domanda che Giordano dovrebbe porsi adesso è solo una: si potrà mai fidare di Nilufar? ‘Uomini e Donne’ è un mondo strano, dove da un lato tutto inizia sul serio con la scelta, come se tutto quello che è successo prima sparisse come per magia. Solo che qui ci sono troppe cose da far sparire, e non basterebbe un bidibibodibibu.

Nilufar all’interno del suo percorso ha dato a molti – se non a tutti quelli che non erano oscurati da una passione forte per Giordano – l’impressione che lei volesse recitare a tutti i costi il ruolo della tronista perfetta. Scegliere il corteggiatore più amato, con il cuore, sotto la classica cascata di petali rossi.

Non vi nascondo che mi sono fatta anche l’idea che il suo interesse per Stefano, così grande da rischiare la sua posizione di tronista e l’approvazione della redazione, sia scemato nel momento in cui lui non è piaciuto al pubblico. Allo stesso tempo quello per Giordano, all’inizio relegato a corteggiatore di terza fila, sia iniziato proprio perché lui è il beniamino di folle di ragazzine urlanti. E come mi sono fatta io questa idea, è probabile che prima o poi se la faccia pure Giordano stesso, aggiungendo dubbi su dubbi. Si può perdere e riacquistare la fiducia del proprio compagno, ma temo per loro che questo sia molto difficile in una storia che dura da così poco.

L’idea che mi sono fatta è che Nilufar si sia scissa: da un lato c’è la Nilufar che lei vorrebbe essere – quella un po’ bacchettona, che sale in cattedra e si permette di criticare tutto e tutti – e dall’altra quella che lei è in realtà, una ragazzina di vent’anni ancora molto immatura. Questa scissione, e soprattutto il comportamento di Stefano, hanno innescato una vera e propria bomba. Un disagio, termine che uso a proposito, che durante il suo sfogo a ‘Uomini e Donne’ è stato parecchio evidente. Così come per me correre a tatuarsi una ‘G.’ è espressione che qualcosa di profondo che non va c’è.

Io sono stata una ventenne che ha vissuto una forte crisi personale, che ha avuto bisogno di aiuto, che ha fatto le sue cazzate e che ne è uscita solo dopo anni di analisi. Lo dico chiaramente perché mi sono rivista in Nilufar e soprattutto perché voglio che sia chiaro che in quello che scrivo non c’è giudizio, ma solo una forte comprensione. Per questo mi sento di dire una cosa a Nilufar, come una sorella maggiore, ed è di pensare prima a se stessa. Se prima non rimette a posto lei non potrà essere al fianco di nessuno e troverà sempre il modo per sabotare le sue storie d’amore. Nell’ansia di chiarire e ricucire a tutti i costi con Giordano, potrebbe perdere di vista il vero obiettivo di questo momento: capire cosa l’ha spinta a comportarsi in un certo modo e curare le sue ferite.

I percorsi psicologici sono lunghi e molto duri, è importante che le persone che amiamo ci siano vicino. E’, però, altresì importante che le ragioni per cui ci supportano siano quelle giuste. E (sto cercando le parole più delicate possibili, ma temo di non riuscire a trovarle) quello che voglio dire è che temo che Giordano in questo momento sia soprattutto preoccupato per Nilufar. Il ragazzo impulsivo che abbiamo conosciuto a ‘Uomini e Donne’ l’avrebbe lasciata, avrebbe incendiato mezza Napoli e inveito contro il mondo per 4/5 giorni. Il fatto che lui sia rimasto così calmo, invece, mi ha messa un po’ in allarme.

La buona notizia – fan, tirate un sospiro di sollievo, perché c’è anche una buona notizia – in tutto ciò è che se supereranno questa storia, se sapranno azzerare tutto e ripartire insieme, allora la loro strada sarà tutta e solamente in discesa.

Per altri consigli di cuore, e non solo, vi aspetto come sempre su ChezMadeleine (che potete visitare cliccando QUI) e sulla mia pagina Facebook (che trovate QUI). Per le mamme, invece, l’appuntamento è su ChezMaman (QUI)! Alla prossima, Madeleine H.