Keep Calm and Love Coach: La prima puntata di ‘Temptation Island 5’ (ovvero ‘The Oronzo’s Show’)

Di Chia - 15 luglio 2018 19:07:06

Temptation Island 5

(rubrica a cura di Madeleine H.)

Io odio Witty, ma lo detesto proprio. E il motivo di tanto odio è uno e solo: funziona di mer*a. Ogni volta che m’illudo che finalmente riuscirò a vedere una puntata intera di qualche programma targato Fascino niente. S’impalla sul più bello e non posso fare niente per continuare a guardare la mia adorata dose di trash. Che nervi!

Risolto il problema con un caro vecchio videoregistratore 2.0 possiamo andare avanti e commentare questa prima puntata. Ma quanto lo aspettavamo ‘Temptation’? Quanto ci era mancato il trash a valanga? Quanto le camicie improbabili di Filippo Bisciglia? Non ve lo posso nemmeno spiegare!

Una cosa però non capisco. E su questo mi sento di condividere al 100% l’opinione della mia amica Chia (che potete rileggere cliccando QUI). Ma è davvero questa la situazione amorosa dei giovani italiani? Sul serio le coppie che ogni anno ci propinano sono un vero spaccato della nostra realtà? Io non voglio pensare che tutte le ragazze siano così zerbine da subirsi di tutto, mentre i loro uomini fanno quello che vogliono in nome del “Eh, ma io lo amo!”. Non voglio credere che la visione maschilista del “Io posso tutto, mentre tu muta e occhi bassi” sia così diffusa. Mi rifiuto!

Perché anche alla base di quest’edizione – con un paio di eccezioni – ci sono le fidanzate cornute che pretendono di cambiare i loro uomini buttandoli in mezzo a tentatrici assatanate e poi piangono perché quelli non passano 21 giorni chiusi in stanza ad ammazzarsi di addominali come solo Dario Loda seppe fare. Io mi chiedo… ma è davvero così che le ragazze di oggi pensano che vadano le storie? Ancora esiste questo maschilismo – portato avanti indistintamente da uomini e donne – imperante, oppure è solo voglia di farsi male?

Prendiamo l’esempio di Valentina De Biasi e Oronzo Carinola, perché mi sembra il più esplicativo. Stanno insieme da quasi 11 anni, lui l’ha tradita varie volte e a sentire i suoi confessionali non mi è sembrato fosse manco troppo pentito. Della serie “lei lo sa, a me piacciono le femmine, mica è colpa mia”. Ed in effetti per me le responsabilità di tutto il disastro che è la relazione tra Oronzo e Valentina – perché così appare agli occhi di chi lunedì ha guardato ‘Temptation Island’ – è di lei. Perché se ti scegli quel tipo di uomo devi capire che non si trasformerà nel principe azzurro solo perché tu lo ami abbastanza per entrambi. Non cambierà perché sa che tu stai a casa ad aspettarlo. “Gli uomini non cambiano”, diceva Mia Martini, ma io non sono pienamente d’accordo. Gli uomini cambiano solo se lo vogliono, non se vanno a ‘Temptation’.

Dovremmo uscire dallo stereotipo di coppia monogama e felice. In ogni relazione ci sono degli equilibri unici e per ognuno di noi valgono cose diverse. Se si ama un uomo a cui piace correre dietro a ogni gonnella che vede, allora è difficile che ci potrai costruire una relazione tradizionale con lui che si trasforma in marito affidabile. E può anche succedere, ma nel caso ci vuole uno shock enorme. Come può essere lasciarlo e mantenere il punto per diverso tempo. Altrimenti massimo dodici minuti e siamo punto e da capo.

Lei, invece, è stata fino ad oggi sempre pronta a perdonarlo, seppure urlando e strepitando. Alla fine, però, è sempre stata là, esattamente dove lui l’aveva lasciata. Che cosa ha portato fino a oggi un atteggiamento simile? Che lui dopo 5 minuti nel villaggio già si sentiva single. Sbavava dietro alle tentatici e diceva cose assurde, tipo che lui la donna della sua vita la deve ancora trovare.

Certo, dopo il primo falò di confronto le cose sembrano cambiate, con lui che frigna che la ama ed è disposto a tutto pur di riprendersela. Io, però, non ne sono del tutto sicura. L’augurio per questa coppia (che ritroveremo la prossima settimana per un secondo falò di confronto) è che non cambi solo Oronzo ma anche Valentina, e che ‘Temptation’ le abbia insegnato che a fare lo zerbino non ha niente da guadagnare. Solo tirando fuori il carattere e facendosi rispettare potrà essere felice sia con Oronzo sia con qualunque altro uomo.

Detto ciò, diamo un rapido sguardo alle altre coppie.

Di Ida Platano posso dire che mi ha colpito quanto lei sia insicura. Nonostante sia una donna bellissima, vede mostri e fantasmi ovunque. Sono certa che una donna con più carattere farebbe filare Riccardo Guarnieri eccome. Lui, infatti, mi sembra che se ne approfitti un po’ e giochi troppo con la situazione. Certo che se il loro futuro dipende da Gemma Galgani siamo fritti.

Passiamo a Raffaela Giudice e Andrea Celentano. Per ora non voglio sbilanciarmi su di loro, e spero che non s’incastrino nel cliché di cui sopra. Con lei pronta a perdonargli tutto e lui che valuta la sua fidanzata come una maglia di Zara in periodo di saldi.

Più grandi, invece, sono i problemi tra Lara Rosie Zorzetto e Michael De Giorgio. Ci sono vari motivi che portano un uomo – ma anche una donna – a tradire. In questo caso mi pare piuttosto evidente che è perché qualcosa tra loro non funziona. Il loro mi pare il classico caso in cui se uno dei due tradisce anche l’altro ha le sue colpe, e se Lara invece di mettersi in discussione e lavorare per risolvere i problemi si metterà su un piedistallo andranno davvero poco lontano, a prescindere dal loro epilogo in Sardegna.

Discorso a parte per le altre due coppie rimaste. Per quanto riguarda Martina Sebastiani e Gianpaolo Quarta mi pare di capire che la questione sia molto semplice. Lei vuole costruire una famiglia, lui – che a 24 anni non ha nemmeno tutti i torti – non ci pensa nemmeno. Solo che io non capisco perché, invece di andare a ‘Temptation Island’, non si guardino nelle palle degli occhi e affrontino i loro problemi. Andare nella stessa direzione mi pare uno dei fondamenti di una coppia… qua la vedo dura.

Concludiamo con la coppia dagli equilibri rovesciati: Giada Giovanelli e Francesco Branco. Lei a differenza della maggior parte delle fidanzate di tutte le edizioni di ‘Temptation’ è una donna sicura e realizzata. Ad essere geloso e asfissiante, infatti, è lui. Se devo essere sincera all’inizio ho storto il naso, perché gli uomini gelosi mi piacciono poco. Questa prima puntata, però, mi ha fatta ricredere. Lui mi piace: serio, posato, equilibrato e molto innamorato. Incrociamo le dita!

Per altri consigli di cuore, e non solo, vi aspetto come sempre su ChezMadeleine (che potete visitare cliccando QUI) e sulla mia pagina Facebook (che trovate QUI). Per le mamme, invece, l’appuntamento è su ChezMaman (QUI)! Alla prossima, Madeleine H.