Elisabetta Canalis racconta la sua vita alla soglia dei 40 anni: “No, indietro non tornerei!”

Di Carla - 18 agosto 2018 09:08:04

Elisabetta Canalis

Elisabetta Canalis è stata una delle veline più amate di Striscia la Notizia. Insieme a Maddalena Corvaglia ha fatto compagnia ai telespettatori del telegiornale satirico di Antonio Ricci per 3 anni, nei quali si è fatta apprezzare per la sua simpatia oltre che per gli stacchetti musicali.

Sono passati quasi venti anni da quel periodo ed ora Elisabetta è una donna realizzata, sposata con l’americano Brian Perri e con una figlia di 3 anni, Skyler Eva. Una vita sentimentale che ha trovato finalmente una stabilità dopo la storia tormentata con il calciatore Christian Bobo Vieri e la relazione sotto gli occhi dei riflettori con l’attore George Clooney.

Oggi ha una palestra con la sua amica Maddalena (“Ha sempre una spiegazione per tutto. Siamo state fortunate e brave a rimanere complici“), un vero centro di fisioterapia e riabilitazione, seguito anche dal marito, luminare in ortopedia e chirurgia e direttore anche di una clinica specializzata nella cura della spina dorsale.

Un cambio di vita radicale grazie proprio a lui, incontrato nel 2013 e che ancora oggi li vede più uniti che mai, come lei stessa ha raccontato a Vanity Fair:

E’ come se ci fosse un filo invisibile che ci unisce. So che se dovessi trovarmi in pericolo in un qualsiasi posto, lui arriverebbe. Anche quando mi perdo al supermercato, lui sbuca sempre.

A proposito della figlia ha dichiarato:

Io non ne volevo ma poi l’ho cercata, femmina com’è. E’ un miracolo che si compie davanti agli occhi ogni giorno. La sto crescendo selvaggia, non l’ho mai tirata su da un pavimento, neanche quando era più piccolina. Ho sempre voluto che imparasse a cavarsela da sola. Anche nel buio, prima di addormentarsi, per evitare che associasse il pianto con le attenzioni.

Prima di Skyler Eva, l’ex velina aveva avuto un aborto:

Non esterno mai le mie cose, quelle brutte soprattutto, non amo diventare un caso umano. Ma quando mi è successo, scriverlo mi aiutò e aiutò tantissime altre donne a cui era capitato.

Ha quindi parlato del suo essere ormai un’imprenditrice:

Non è tutte rose e fiori. Gli inizi sono gli sforzi economici. Se funziona, ci vai a pari. Se continui a crederci, reinvesti subito. Aprire una palestra a Los Angeles, poi, è come aprire una pizzeria a Napoli. E la regola per vincere è solo una: essere sempre all’avanguardia delle avanguardie. Così, spazio outdoor con vista sulle colline di Beverly Hills, macchinari italiani e corsi accelerati, nel mio caso di contabilità e bilanci.

Elisabetta, in passato, ha recitato in serie tv come Carabinieri O Love Bugs ed in film come Natale a New York ed ora è pronta a rimettersi in gioco:

Mai avuto il sacro fuoco, e questo credo sia ormai chiaro a tutti. Lo sappiamo, è negli sketch comici che do il meglio, ma le proposte superano l’oceano e arrivano. E adesso che mia figlia ha quasi tre anni, si possono anche accettare.

La donna ha raccontato anche della sua esperienza al Festival di Sanremo nel 2012, quando alla conduzione c’era Gianni Morandi:

Si parla sempre delle sue mani enormi, di queste braccia lunghissime che ha. Ma è ufficialmente l’uomo con più capelli che io abbia mai visto. Mi fa morire dal ridere. Mi ha accolto sul balcone, in mutande, leggendo il giornale. Come nulla fosse.

Il 12 settembre la Canalis compirà quarant’anni ma questo traguardo così importante non sembra spaventarla:

Sarà forse perchè rassicurata da un marito così equilibrato ma io sento ancora le farfalline in testa. Sono nel pieno della mia tersa esistenza. Nella prima avrei dovuto iscrivermi a Medicina e diventare radiologa come mio padre, o cattedratica come mia madre; nella seconda sono stata sotto i riflettori così accesi da abbagliarmi; in questa a volte apro i giornali, sfoglio la gogna mediatica di cui a lungo sono stata protagonista: è incinta, è rifatta, si è lasciata, è stata tradita, come si è combinata. E tiro un sospiro di sollievo. Dallo spettacolo ho avuto più di quello che speravo, non ho mai sognato di diventare Raffaella Carrà. No, indietro non tornerei.

Molto, però, deve a Ricci che le ha insegnato tanto nell’ambito professionale:

Lui mi insegnò la disciplina sul lavoro. Che ognuno deve fare il proprio, al meglio. Che se sei la più giovane, devi andare via per ultima. Che ci vuole rispetto per le maestranze perchè solo i dettagli fanno un insieme che funziona.

Se per Clooney non ha parole di apprezzamento (“Le nostre idee politiche sono sempre state diverse, oserei dire opposte. Non conciliabili. Ed erano motivo di dissidio“), frasi invece piene di affetto ci sono per il suo ex Vieri che presto sarà papà visto che la sua compagna Costanza Caracciolo è in dolce attesa:

Quando l’ho chiamato per fargli le congratulazioni, mi è venuto da piangere, ma con il sorriso, felice, come succede solo con le persone che a dispetto del tempo che passa rimangono importanti.

Infine, la donna ha ammesso di non temere la vecchiaia – “L’alternativa è peggiore” – anche se ha confessato di ricorrere a qualche aiutino:

Qualche punturina sulla fronte senza trasformarmi in una maschera. Non voglio finire come certe donne che preferiscono diventare finte anzichè vecchie. Intanto ho smesso di fumare e la mia pelle è rinata.

Voi cosa ne pensate di questa intervista?