‘Uomini e Donne’, l’opinionista Daniela Ranaldi confessa: “Ci sono stati dei tronisti che pensavano di fare i furbetti!”. E a proposito del ‘Trono Gay’ e della storia tra Gemma Galgani e Giorgio Manetti…

Di Carla - 21 agosto 2018 11:08:19

Trono classico

E’ tra il pubblico di Uomini e Donne da ben ventuno anni e grazie alle sue opinioni e ai suoi giudizi taglienti si è fatta apprezzare non solo in studio ma anche dai telespettatori a casa.

Stiamo parlando di Daniela Ranaldi, seduta su una delle sedie del dating show di Canale 5 dal 1997 e che – sull’ultimo numero del settimanale Uomini e Donne Magazine – ha racconto l’inizio di tutto:

All’epoca era un talk in cui si confrontavano persone con tesi opposte su un determinato argomento. Io lo guardavo da casa e mi incuriosì quando apparve l’annuncio di uno ‘speciale coppie’ dedicato a Monica Lewinsky. Era il caso del momento, tutti ne parlavano e io, come molti, volevo vedere da vicino quella ragazza e conoscere la sua storia. Ho fatto un provino e qualche giorno dopo mi hanno chiamata. Così è cominciato tutto.

Allora Uomini e Donne si chiamava Amici e nel corso degli anni il programma è cambiato radicalmente e con esso il pubblico. Alcuni di loro, infatti, iniziavano ad essere personaggi noti, come Danielona:

Non pensavo assolutamente che la gente mi avrebbe riconosciuto. Io andavo lì, mi sedevo e se dovevo dire una cosa, la dicevo come se la stessi dicendo in un pranzo di famiglia. Famosa non mi ci sono mai sentita nè mi ci sento anche se hanno cominciato a fermarmi, mi riconoscevano e volevano fare una foto. Mi chiedono dei tronisti, di Maria De Filippi, di Tina Cipollari e Gianni Sperti. La frase classica è ‘Dica a Gemma Galgani questo, dica a Giorgio Manetti quest’altro‘. Devo sempre spiegare che non sono tra il pubblico del Trono Over.

La donna, infatti, la possiamo notare solo durante il Trono Classico. Ecco spiegato il motivo:

E’ una decisione della redazione e noi non ci siamo mai fatti delle domande sul perchè. Se sono ospite e m’invitano non posso decidere quando andare. Ma va benissimo così, io continuo a partecipare con estremo piacere. Dopo ventun anni tante persone della redazione le ho viste crescere e mi ci sono affezionata, sono come dei nipoti.

L’opinionista è nota per la sua sincerità e proprio per questo non sono mancate le litigate all’interno dello studio, come lei stessa ha ricordato:

Ci sono stati dei tronisti che pensavano di fare i furbetti ed io, essendo molto svelta di pensiero, mi accanivo su di loro quando notavo qualcosa di strano. Spesso poi mi sono dovuta ricredere. Ho attaccato molto Cristian Galella ma poi ho capito che è un bravo ragazzo. Ma quando battibecchiamo, litighiamo per il contesto televisivo, non giudichiamo ciò che accade fuori.

Dubbi su alcuni di loro forse rafforzati anche da segnalazioni che le sono arrivate:

Tante volte, spesso con dettagli circostanziati. Io invito sempre a chiamare la redazione. Ma spesso le persone poi non vogliono metterci la faccia.

Ha ammesso però di avere più di un tronista tra i preferiti:

Ricordo con affetto quelli storici, Costantino Vitagliano, Francesco Arca e Galella. E poi Carla Velli, bella e con grande personalità.

La Ranaldi, in questi anni, ha inoltre instaurato un buon rapporto anche con altri veterani tra il pubblico:

Con alcuni siamo diventati amici, come con Alfonso, Rosy, Candida e Paola. Prima ci vedevamo più spesso, adesso ogni tanto ci ritroviamo per mangiare una pizza. Con qualcuno ci sono stati dei problemi ma in questo momento non mi ricordo i nomi e nemmeno me li voglio ricordare. Con Gianni e Tina, invece, ci salutiamo cordialmente ma non ci sono rapporti di amicizia.

Seppur Daniela sia presente in studio solo per il Trono Classico, non disegna quello Over. A Gemma fa una raccomandazione mentre su Giorgio ha le idee chiare:

Le consiglierei di smetterla di farsi trattare male dagli uomini. Mi fa tenerezza. Invece Giorgio non lo sopporto! Penso che sia un ‘furbetto’. Appena se ne rimane zitto sulla sedia per una settimana, s’inventa qualcosa per rimettersi in vista. Mi dispiace che Gemma si sia innamorata di una persona sbagliata. A lui, di lei, non glie ne frega niente.

Mentre sul Trono Gay ha detto:

Mi è piaciuto da impazzire. A prescindere da come siano finite le storie, ho visto il vero corteggiamento, molto più coinvolgente ed emozionante di quello etero. Per me Maria ha avuto un’idea dirompente.

Ha poi parlato del suo rapporto proprio con la conduttrice:

Maria è la padrona di casa. Lei è Maria, io sono una persona del pubblico. C’è molto rispetto e basta.

Ma lei, invece, parteciperebbe come dama del Trono Over? Ecco la riposta:

Mai dire mai nella vita. Ma sono del vecchio stampo, preferisco che sia l’uomo a corteggiarmi. E poi difficilmente mi farei prendere in giro.

La 65enne, però, per qualche anno, non è stata presente negli studi di Uomini e Donne in quanto otto anni fa ha dovuto affrontare un momento buio, quando fu accusata di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Oggi non se la sente di fare dichiarazioni in merito:

Sono passati molti anni, non ho più voglia di parlare di quella storia. Spesso mi chiedono: “Maria ti è stata vicino?“. Io non sono un parente di Maria, perchè avrebbe dovuto sostenermi? L’ha fatto a modo suo, richiamandomi dopo due anni nel suo pubblico. Le sono più che riconoscente.

 Voi cosa ne pensate delle sue parole?