‘Verissimo’, Alessandro Cecchi Paone: “Al ‘Gf Vip 3’ me ne hanno dette di tutti i colori, però anche io mi sono difeso! Ora faccio il tifo per…” (video)

Di Stefania - 18 novembre 2018 09:11:20

Verissimo - Alessandro Cecchi Paone

Alessandro Cecchi Paone ha abbandonato il Grande Fratello Vip 3 tra le polemiche scaturite per i suoi modi di fare un po’ troppo duri e autorevoli, che hanno creato scompiglio tra le mura di Cinecittà. Solo poche settimane fa, ha varcato la porta rossa insieme a Maria Monsé ed Ela Weber, a distanza di un mese dall’inizio del reality show, con l’obiettivo di riconciliarsi con la trasmissione, che in questi anni ha sempre osservato con occhio critico.

Ospite a Verissimo, ha raccontato di essere contento di aver vissuto questa esperienza, nonostante il rapido epilogo.

Quando mi hanno chiamato, io l’ho detto che non sarei andato a fare una passeggiata ben pagata. Se vado, vado. Io non mi risparmio mai, sono generoso se accetto di fare una cosa la faccio fino in fondo. E penso di averlo fatto. Quello che avete visto è il vero Alessandro, un po’ estremizzato perché la pressione psicologica è spaventosa, non è una passeggiata e tutti diamo certe volte il meglio e anche il peggio quando uno è esasperato. Almeno però si viene fuori veri. Credo che questa sia la cosa più bella del programma. Un mio errore? Ho avuto un eccesso dei toni in certe situazioni.

La sua idea era quella di portare un po’ di sé e far conoscere nuovi aspetti che in tanti anni di carriera giornalistica non erano mai venuti fuori. Dichiaratamente omosessuale, nel passato di Cecchi Paone c’è un matrimonio naufragato con Cristina, uno dei suoi punti di riferimento ancora oggi.

Cristina ed io siamo stati insieme 10 anni, tra convivenza e matrimonio. E’ ancora la donna più importante della mia vita. Cristina è di nuovo in Spagna, la sua terra d’origine, siamo legatissimi, ci vediamo continuamente con i reciproci partner. Sono molto amico del suo compagno, un colombiano che convive con lei a Madrid. Facciamo le vacanze insieme. Era ed è rimasta la donna più importante della mia vita. La vita è strana, non si può dire né positiva né negativa, mi sono innamorato del mio migliore amico e quindi ho capito che c’era una parte di me che voleva vivere una nuova dimensione dei sentimenti. Gliel’ho detto subito, ho aspettato poco, non per ingannarla ma per capire se era una cosa seria. Non volevo far saltare tutto per niente. Quando ho capito che era una roba che doveva essere vissuta l’abbiamo affrontata insieme, con molto dolore e con molta paura di perdersi. Ma poiché nessuno aveva ingannato nessuno, nessuno aveva umiliato nessuno, dopo due tre anni difficilissimi ci siamo ritrovati più forti di prima. E’ stata una ragazza spagnola, intelligente e di grande sensibilità. Il problema che si trattasse di un mio caro amico non l’ha per niente colpita. E’ stata male come me perché finiva quella forma di amore. Ci siamo persi il fatto di continuare a vivere insieme.

Ha aggiunto di non aver mai avvertito il desiderio di paternità, ma se avesse dovuto scegliere una madre per i suoi figli questa sarebbe stata proprio la sua ex moglie.

No, non sono pentito di non aver avuto un figlio con lei. Penso che lei sia stata la migliore delle mogli e sarebbe stata la migliore delle madri, però né io né lei avevamo il cosiddetto istinto materno o paterno, quindi nessuno dei due ha dei rimpianti. Lei anche con questo nuovo compagno non ha fatto figli, è piena di gatti. Non mi piacerebbe diventare papà. Se non l’ho fatto con lei, non ha più senso farlo. Era proprio la madre perfetta. Adoro i miei nipoti e sento come figli tutti i ragazzi che hanno lavorato con me in questi anni, sono figli professionali.

La conduttrice Silvia Toffanin gli ha mostrato, nel corso dell’intervista, una clip contenenti i pareri dei suoi compagni di gioco su di lui, che ci sono andati giù in maniera pesante.

Wow, comunque anche io mi sono difeso, me ne hanno dette di tutti i colori, però anch’io mi sono difeso. Non volevo criticare Maria Monsé perché non riesce ad avere figli, è stato un equivoco.  Ho combattuto a lungo per la fecondazione assistita. Tra Ivan Cattaneo e Lory Del Santo chi uscirà lunedì? Ho molto difficoltà a risponderti, perché ho approfondito il rapporto con Lory, deliziosa donna. Non volevo che entrasse non per motivi moralistici ma perché avevo paura che soffrisse. Lei mi ha detto “Io devo stare qua dentro il più possibile, perché quando uscirò starò malissimo”, perciò mi auguro che non esca.

Un tema molto caldo per il giornalista scientifico è l’istruzione, per il quale ha anche duramente discusso con Le Donatella durante gli ultimi giorni di permanenza nella Casa.

Se è vero che i giovani sono veramente una generazione perduta? Se non studiano sì, sono ignoranti e purtroppo rischiano di non avere mai un bel lavoro, di non metter su famiglia, di non comprare mai casa. Con Walter Nudo abbiamo ricordato a tutti che in America appena nasce un bambino i genitori mettono i soldi da parte per mandarli al college perché sanno che sennò non hanno speranza di una vita migliore. Di questo sono convintissimo e lo sosterrò sempre, con le buone e con le cattive.

Alessandro ha, però, le idee chiare sul concorrente che vorrebbe vedere trionfare alla fine della trasmissione di Canale 5.

Vorrei tanto che vincesse un personaggio che ancora non è uscito come merita che è Stefano Sala, un ragazzo padre di una dolcezza e di una responsabilità straordinaria.

QUI potete rivedere la sua intervista.

Che ne pensate? Siete d’accordo?