‘Uomini e Donne’: l’opinione di Chia sulla puntata del Trono over del 28/11/18

Di Chia - 28 novembre 2018 19:11:59

Trono over

Che registrazione epocale, quella del Trono over di Uomini e Donne che è andata in onda questa settimana! Lunedì il Gemma Galgani show, ieri il pentimento a secco di Sossio Aruta e oggi l’ufficio prelievi di Angela Di Iorio. Che meraviglia. E poi qualcuno si stupisce che faccia più share del Trono classico!

Tra Andrea che ha abbandonato in fretta e furia il centro dello studio (nonostante ci sia gente che pur di rimanerci venderebbe il parentame in blocco) per non rischiare di trovarsi nuovamente faccia a faccia con l’imprevedibile Luisa Anna Monti, Antonio che si è scagliato contro Romana che gli aveva dato del braccino corto e lei che di contro ha messo in chiaro di non averlo baciato con la lingua per non infastidire Gerardo che però si è affrettato a chiudere con lei non appena entrato, e Angela Di Iorio che – dopo aver sentenziato che si ama con testa, cuore o stomaco (stomaco probabilmente inteso che ce ne vuole uno forte, per stare con una come lei) – ci ricorda tuttavia che lei ora ama solo con bancomat, assegni o contanti, anche oggi la nostra sete di trash è stata abbondantemente sfamata, direi.

Le nostre orecchie meno, ecco, che tra Caterina, Luisa, Romana e compagnia bella ho l’apparato uditivo che implora pietà. Tanti acuti nemmeno ad un concerto della Callas, santo cielo.

Una cosa, però, fatemela dire. Se nell’ottica della tv spazzatura Angela è PERFETTA, in quella umana decisamente meno. Che lei a 70anni voglia godersi i suoi soldi senza mantenere nessuno ci sta, ma mi sfugge perché qualcun altro dovrebbe mantenere lei, che gli abbracci li stoppa “perché è presto“, ma per la convivenza e le crociere no.

Per carità, nessuno disprezzerebbe frequentare qualcuno che ti permette di saltare la fila per la visita medica, di farti un viaggio qua e là, di goderti uno spettacolo a teatro. Ma di solito in una frequentazione SANA prima di tutto ciò dovrebbe venire il SENTIMENTO, ed è proprio questo che ad Angela manca. Ma già a sentire come parla del defunto marito, quasi fosse stato un debito piuttosto che un affetto, si capisce che tonda ci è nata e non può certo morire quadrata.

E la scusa dei 70 anni non regge. Mia mamma ne ha 68, mio papà 78, nella vita hanno fatto i sacrifici VERI (perché non avevano dei genitori “che non mi hanno fatto mai mancare nulla” come ha rivelato oggi Angela) e ad oggi campano con le loro normalissime pensioni da operai. Di visite mediche ne fanno parecchie, che la salute è importante, ed in crociera non ci sono mai andati, ma quando si guardano negli occhi hanno la stessa luce di 35 anni fa. E non c’è ricchezza più grande di quell’amore lì, quello che non si ferma alla prima ‘transazione rifiutata’.



















Video dalla puntata: Puntata interaLe lacrime di LuisaPesanti epitetiUna cena per… uno!Baci e sinceritàUn bacio e poi…“L’uomo-bancomat”La crocieraUna crociera… mille polemiche