‘Uomini e Donne’: l’opinione di Isa sulle scelte di Luigi Mastroianni e Ivan Gonzalez

Di Isa - 2 marzo 2019 09:03:12

Trono classico

Allora, intanto vi anticipo subito che siccome domani mattina dovrò impegnarmi nella realizzazione del trucco da perfetta Biancaneve che Clio Make up levate perché mia figlia sarà la meglio truccata della classe, sto scrivendo questa opinione in piena notte con gli occhi semi-chiusi e l’entusiasmo di un monaco tibetano.

Questa premessa la faccio per pararmi il culo sia nel caso in cui doveste notare errori pacchiani ( vabbé, di buono c’è che se mi dovesse leggere Irene Capuano non se ne accorgerebbe perché tanto #TuDissiCiò) sia nel caso in cui, obnubilata dalla palpebra calante, dovessi dire più minchiate del solito.

Dunque, prima di entrare nel merito delle scelte dei due carciofoni fatemi dire che sono molto, molto, molto deluZa dalla tirchieria di Queen Mary. Insomma, abbiamo iniziato questa roba delle scelte in grandissimo stile, nella scelta di Teresa Langella c’era di tutto, da Gigi Finizio ad AlessandroBorgheseVotoDiesci. Già nella scelta di Lorenzo Riccardi la Queen aveva chiuso i rubinetti e non ci ha cicciato fuori manco una ospitata a basso costo tipo, boh, un Antonio Zequila che urlasse a caso ‘Mai piùùùùù, maiiiiiii“. Ieri addirittura in due scelte su due non c’è stata nemmeno la dama che viene dalla nebbia!

Ma cioè, boh, un altro po’ se fossero andate in onda altre scelte saremmo passati dal castello all’ostello, pane e cipolla per buffet e ciambellano che annuncia gli ospiti tra un rutto e un altro.

Vabbé a parte questa protesta formale (sappiate che se a maggio ci saranno altri speciali io PRETENDO che cacciate li sordi e invitiate gente degna di nota, gente di spessore, gente che fa la differenza, tipo Cristiano Malgioglio insomma), cosa vi devo dire. Avevo già fatto outing nel mio ultimo commento al Trono classico e ribadisco anche qui il mio pensiero: a me Luigi Mastroianni e Irene Capuano piacciono.

Personalmente non ho mai creduto nell’infatuazione improvvisa di Luigi verso Valentina Galli, a mio modo di vedere la questione è stata molto più semplice: la scelta del Mastroianni è sempre stata Irene, sul finale a causa dell’addio di Giorgia Iarrera, stavamo praticamente arrivando al momento della scelta senza nessuna controparte per la romana.

A quel punto, a poche puntate dalla scelta, l’unico modo per rendere Valentina (è lei ma poteva essere chiunque altra) una antagonista credibile di Irene non si potevano fare le classiche esterne di conoscenza in cui si va piano piano, ma era necessario che Luigi facesse subito in modo di portare nel giro di poche puntate la Galli al livello della Capuano e l’unico modo per farlo era parlare di interesse fortissimo, di arrivo che lo ha sconvolto e bla bla bla.

Per carità, Valentina è bellissima e sono certa che Luigi ne fosse molto attratto e non abbia avuto difficoltà alcuna a mostrare interesse per lei, ma da lì a pensare che davvero Vale fosse una vera alternativa ad Irene ce ne passa. Insomma, io di dubbi sulla scelta non ne ho mai avuti e se all’inizio non ne avevo perché pensavo che Gigio si sarebbe fiondato sulla preferita dal pubblico, adesso penso che effettivamente fosse anche la sua preferita e penso che qualcosa nei suoi confronti la provi davvero.

Ovviamente tutti i giudizi che possiamo dare, positivi o negativi, lasciano comunque il tempo che trovano nel momento in cui, as usual, saranno sempre e solo i fatti a parlare, però dovendo dare una opinione sul suo trono io mi sento di dire che secondo me la sua scelta è stata una scelta basata su un forte interesse di fondo.

Il trono di Luigi è stato onestamente tremendo (non a caso hanno unito lui e Ivan Gonzalez che in due non hanno fatto uno), il Mastroianni con la sua pesantezza, col suo essere cervellotico e, diciamocelo, anche con la sua convinzione di essere stocazzo, ha reso tutta la sua avventura sul seggiolone rosso decisamente poco godibile per noi spettatori a casa, però ieri a me non è dispiaciuto.

Sarà che quando vedo il rapporto tra lui e suo fratello Salvo a me vengono sempre i lucciconi (e ricordo che lo scorso anno fu questa la cosa che mi colpì di più di lui quando, appena arrivato per corteggiare Sara Affi Fella, andai a guardare il suo profilo Instagram e rimasti proprio colpita dal legame con il fratello che emergeva da tutti gli scatti pre-uominiedonniani), sarà anche che ho apprezzato il modo chiaro e netto con cui ha parlato a Valentina.

Ora, a prescindere che si creda o non si creda a Luigi per me il discorso che lui ha fatto a Valentina è quello che i vari tronisti dovrebbero sempre fare alle non scelte: sei una persona stupenda e bla bla bla, però per te non provo quello che provo per l’altra persona e se anche il trono fosse durato molto di più e fossero accadute altre cose la mia scelta sarebbe sempre stata quella perché, tirando le somme, ho capito che i sentimenti vanno sempre da quella parte.

Ecco, questo per me è  il discorso ideale che intanto è rispettoso verso la persona che viene scelta (che non si sentirà semplicemente la fortunata che ha vinto in maniera risicata un ballottaggio) e in fondo è rispettoso anche verso la non scelta (che non avrà la percezione di aver perso di poco il ballottaggio e, anzi, capirà che qualunque cosa avesse fatto non avrebbe potuto cambiare la situazione). Ripeto, a prescindere dal caso specifico di LuigiIreneValentina in termini generali e assoluti ho apprezzato quel tipo di discorso alla non scelta.

Adesso, come sempre, avremo i due estremi: da una parte quelli che urleranno al business anche quando la neo coppia andrà alla toilette e dall’altra quelli che sbrodoleranno ad ogni nuova foto (posata) parlando di immenso amore, amore immenso, grande amore (edit: vorrei vedere l’espressione sadica di chi ha scelto come colonna sonora della scelta la canzone di Andreozzi con la Messina… se volevate cercare di portare merda, questo è il modo giusto!).

Io sinceramente sto nel mezzo: credo che il business lo faranno, come lo hanno sempre fatto tutte le coppie recentemente uscite dal programma, credo che si piacciano molto ma che l’amore ovviamente sia un’altra cosa, e semplicemente mi accomodo sul tronco di Temptation Island per capire quali cadaveri passeranno sulla riva del mare sardo, sperando, visto che sostanzialmente insieme mi garbano, di non vedere i loro.

Passando a Ivan, a parte che si è iniziato a parlare di lui praticamente a mezzanotte quando a casa mia eravamo praticamente tutti così:

Ma poi a me è sembrato tutto surreale. Natalia Paragoni in villa quando praticamente non fa che ribadire da settimane che a Ivan non lo vuole manco per calamita del frigo, Andrea Zelletta che tenta di spaccare le finestre del castello con una pioggia di sassolini, Natalia che appena vede Andrea ha bisogno di un immediato cambio di biancheria intima, Ivan che, finalmente, capisce che Naty schifa la paella e vuole le orecchiette, il saluto, il clamoroso ripiego nei confronti di Sonia Pattarino che, invece di mandare Ivanito a prendere il primo bolo insieme al piloto, gli dice pure di sì… cioè io allucinata, totally allucinata!

Ora, onestamente, a me Sonia fa tenerezza perché io la vedo davvero innamorata, e so che quando si è innamorati si perde la razionalità, si vuole provare, si vuole sbattere la testa. Resta il fatto che condividere la sua scelta mi risulta davvero impossibile. Al suo posto, se fossi stata davvero presa ma se avessi comunque avuto il dubbio di essere un ripiego, avrei fatto una cosa molto semplice ovvero: “ti dico di no perché la situazione attuale non mi permette di fidarmi di te e di credere nella sincerità della tua scelta. Io ho comunque provato delle emozioni fortissime e le provo ancora, se sei davvero interessato a me ti do la possibilità di dimostrarmelo fuori, ti lascerò la porta aperta e starà a te farmi capire che ci tieni davvero“.

Questa per me sarebbe stata l’unica cosa sensata da fare, perché chiudere completamente tutto, quando sei così presa, è impossibile, ma anche far finta di niente e dire di si nonostante tutto quello che Ivan non ha fatto per lei e ha fatto per l’altra nell’ultimo mese vuol dire far partire una relazione con i presupposti più sbagliati.

Ovviamente oggi si commenta una scelta, sostanzialmente un lieto fine e, come sapete se mi leggete da tempo, io nei giorni delle scelte non voglio mai augurare nulla di negativo anche se la coppia non mi piace e anche se non ne ho condiviso comportamenti e decisioni, per cui anche a Ivan e Sonia non posso che augurare il meglio. A Sonia, però, devo anche augurare di imparare a volersi più bene e a darsi MOLTO più valore, e questo a prescindere da quanto durerà/non durerà con Ivan.

Vabbé qui intanto si è fatta mattina, l’abito da Biancaneve di mia figlia mi fissa e mi devo preparare psicologicamente all’idea di doverla vestire, truccare, pettinare senza che da casa mia passi Giulia De Lellis a darmi due dritte e tre pacchettini regalo di Tezenis.

Video della puntata: Puntata interaLuigi, la scelta: questa è Irene – Luigi, la scelta: questa è Valentina – Luigi, la scelta: il litigio – Luigi, la scelta: la consolazione Luigi, la scelta: la Spa – Luigi, la scelta: Giordano – Luigi, la scelta: il confronto – Luigi, la scelta: il fratellino – Luigi, la scelta: la lettera di mamma – Luigi, la scelta: il fratellino ritorna – Luigi, la scelta: Giulia De Lellis – Luigi, la scelta: i giudizi di Anahi – Luigi, la scelta: il fantasma del castello Luigi, la scelta:Gianni e Tina – Luigi, la scelta: la non scelta –  Luigi, la scelta: la festa – Luigi, la scelta: la scelta Ivan, la scelta: tempo di arrivi – Ivan, la scelta: il primo incontro Ivan, la scelta: il confronto Ivan, la scelta: la pace – Ivan, la scelta: una nuova lite Ivan, la scelta: Andrea a sorpresa Ivan, la scelta: la consapevolezza Ivan, la scelta: la decisione – Ivan, la scelta: l’arrivo al castello Ivan, la scelta: Giulia De Lellis – Ivan, la scelta: Valeria Marini Ivan, la scelta: la migliore amica – Ivan, la scelta: la nonna e la mamma – Ivan, la scelta: la festa – Ivan, la scelta: la scelta  Ivan, la scelta: il primo ballo da fidanzati – Ivan, la scelta: dopo la scelta