‘Uomini e Donne’: l’opinione di Chia sulla puntata del Trono classico del 19/04/19

Di Chia - 19 aprile 2019 20:04:11

Trono classico - Angela Nasti

Ad un certo punto nella vita capirai che il mondo va avanti comunque, anche se uno è bello e l’altro è brutto. Vanno avanti lo stesso anche i brutti… capito?

(Maria De Filippi ad Angela Nasti)

Noi donne amiamo immensamente sentirci dire che ci portiamo bene la nostra età, si sa. Ma quando di anni ne hai 19 e ne dimostri una decina in meno direi che “Houston, we have a problem“, decisamente.

Come ha detto Giulia Cavaglià settimana scorsa, è brutto sparare sulla Croce Rossa, ma con la Nasti non si può proprio fare altrimenti. Di una presunzione, un narcisismo ed un egocentrismo da far perdere la pazienza anche ai Santi, porca miseria.

Da quando ha poggiato le chiappe sul trono NON HA FATTO ALTRO che punzecchiare la collega, mettendosi (da sola) sul piedistallo e non perdendo MAI occasione di sottolineare l’abisso estetico che (secondo lei, ma non secondo me, per esempio…) passa tra loro, e mo fa pure la vittima? Eh no, gioia mia, non attacca.

Quando è Angela a dire a Giulia che “Io sono più sensibile” o “Sei uguale con tutti i tuoi corteggiatori” lei può, perché “Io non ho mai offeso la sua persona, ho solo espresso un mio pensiero“. Se è Giulia a dare della superficiale ad Angela vedendola interagire coi suoi corteggiatori in esterna invece non può esprimerlo il suo pensiero, “perché tu non mi conosci“. E tu a lei sì, la conosci solo per averla vista in azione qualche puntata in più ai tempi del Cobra? Com’è che funziona?

E se ad una certa la Cavaglià, esasperata dall’ennesimo “Penso che lei abbia rosicato, ma è normale, perché è brutto non essere scelti“, sbotta (roba che per me ha pure resistito troppo prima di farlo, per dire), “c’è accanimento nei miei confronti“.

E la Queen poi è inutile che si metta a cazziare il pubblico se osa applaudire Giulia quando spara sulla Croce Rossa, perché la Croce Rossa se l’è cercata. Facile lanciare il sasso e poi nascondere la mano dietro alla paraculata del “ma ha solo 19 anni“. Primo, perché dimostra più maturità la mia cuginetta che va ancora all’asilo. Secondo, perché i 19 anni li aveva anche quando se la menava come l’avesse solo lei, troppo comodo barricarcisi dietro a convenienza.

A me non interessa mettermi in competizione, io ti auguro il meglio ma a me di te non me ne frega proprio!” disse colei che pochi istanti prima aveva sussurato “Io la odio!“. Angela con questo vittimismo potrà giusto far presa sulle dodicenni che la shippano tantissimo con Luca Daffrè, ma la gente sana di mente si è accorta da mo che – se ce n’era una che lì dentro non calcolava l’altra (nonostante le provocazioni continue) – questa è sempre stata Giulia.

Giulia che – nemmeno quando corteggiava ed era sommersa da critiche e insulti sui social – MAI ha cambiato atteggiamento per compiacere gli altri e MAI ha fatto la vittima, andando avanti per la sua strada con coerenza. Poteva piacere o meno, ovviamente, ma lei quello era e sempre quello è rimasta, senza MAI piangersi addosso, specie quando era lei stessa ad andarsele a cercare.

Ad Angela auguro che cresca, e lo faccia in fretta, perché questa diamine di bellezza stratosferica che tutti le attribuiscono nemmeno avessimo davanti Angelina Jolie prima o poi passerà, e oltre a quella non c’è proprio nulla, per ora.

Tra i suoi corteggiatori a me piace moltissimo Alessio Campoli, uno molto pane al pane, vino al vino. E ho adorato quando ha sbroccato quando la stessa persona che stava esigendo rispetto (lamentandosi di come nessuno dei suoi corteggiatori fosse corso da lei in camerino ad asciugarle le lacrime dopo la scorsa puntata) è stata la prima a non dargliene, ignorandolo completamente mentre lui le stava spiegando le sue ragioni e mettendosi a parlare con gli altri. O anche per l’educazione si è troppo piccoli, a 19 anni?

Sul fronte Giulia, Flavio Barattucci mi sembra un furbetto mica male, e mentre le quotazioni del Trudi (cit) Manuel Galiano sono in picchiata, io sono tornata ad amare un pochetto Giulio Raselli. Lo so, è uno sbruffone che metà basta, ma quando gli parte la brocca (tipo oggi quando gli han dato del buzzurro) e salta sul Caterpillar vale tutta la puntata.

Video dalla puntata: Puntata interaGiulia: “Ma Angela non sei sicura di te stessa?”Angela e Giulia ai ferri cortiLa nuova vita di LorenzoA chiare lettereEsterna di Giulia e FlavioGiulio: “Buzzurro a chi?”Flavio sotto accusaEsterna di Giulia e Giulio, prima parteGiulia: “Manuel non fare la Natalia di turno!”Esterna di Giulia e Giulio, seconda parte