‘Isola 14’, Alba Parietti replica alle accuse di Alda D’Eusanio: “E’ vero che i nostri interventi erano centellinati, ma…”

Di Melissa - 24 aprile 2019 17:04:48

Alba Parietti

Si è conclusa da diverse settimana la quattordicesima edizione dell’Isola dei Famosi e le opinioniste di questa stagione, Alba Parietti e Alda D’Eusanio, hanno tirato le somme di quest’esperienza.

Alcuni malumori di Alba ed Alda contro gli autori del reality show erano trapelati durante le varie dirette (ve ne avevamo parlato in QUESTO post) a causa dei loro interventi in trasmissione. La D’Eusanio infatti, intervistata da Radio Cusano Campus, ha dichiarato di essersi sentita poco a suo agio in un ruolo costretto al silenzio la maggior parte del tempo (ve ne avevamo parlato QUI).

La Parietti, dalle pagine di Chi, ha confessato i suoi pensieri relativi a quest’Isola 14:

Con Alda è questione di giornate, dipende da come si sveglia. Posso testimoniare, però, che i nostri interventi erano centellinati, ho parlato di più a Sanremo con Pippo Baudo che non mi faceva leggere nemmeno il suo numero verde. […] Cercavo di dire il mio pensiero in tempo reale, ho fatto la stessa cosa anche dopo il video in cui Corona parlava del presunto tradimento subito da Fogli. Ci siamo resi conto tutti dell’incidente ma, se mi fossi presa la scena e mi fossi alzata dallo studio, sarei stata disonesta. Non abbandono mai la squadra per la quale gioco. […] Ci siamo sentite frustrate. Abbiamo incassato e reagito con il sorriso, lei ha voluto esternare il proprio malcontento, io l’ho fatto direttamente in trasmissione quando qualcuno ha provato a zittirmi. Ma sono sempre grata a chi mi sceglie, al massimo ripenso a una frase di Groucho Marx: ‘Ho passato una serata meravigliosa, ma non era questa’.

Il ‘Caso Fogli’ è stato uno degli argomenti caldi di quest’edizione. A indispettire il pubblico è stato principalmente l’approccio riservato da Alessia Marcuzzi e dalla produzione del reality, al cantante dei Pooh, che ha permesso la messa in onda di un video dai toni così controversi come quelli usati da Corona:

Chi sta sull’Isola vive una condizione di stress e di sofferenza e, quindi, appare indifeso. Certo, un messaggio violento come quello in altre trasmissioni è scontato, ci sono programmi che vivono di quello, la differenza è che begli altri casi il destinatario è seduto in salotto e può anche alzarsi e andarsene, lì no.

E a proposito dell’Isola ha raccontato un simpatico aneddoto relativo al vincitore di questa edizione, Marco Maddaloni:

La leggenda narra che io mandi una foto di mia madre che raccoglie le margherite alle persone alle quali voglio bene come porta fortuna, non posso rivelare  i destinatari, ma hanno goduto tutti di ottima sorte. […] Lui, posso svelarlo, è uno de possessori di quella foto: l’ho mandata la mattina stessa della finale a sua moglie, Romina, che me l’ha chiesta dopo aver saputo questa storia

A causa di passati dissapori Alba è mancata dalle scene targate Rai per diverso tempo ma, oggi, le cose sembrano essere cambiate…

Quando Mauro Mazza era direttore di Raiuno si alzò un muro clamoroso, non potevo mettere piede in nessun programma. Oggi non so cosa faccia Mazza ma in Rai ci vado spesso e volentieri. I direttori passano, le Parietti restano.

La nota opinionista si è espressa anche su una delle sue colleghe più giovani, Diletta Leotta, recentemente ‘presa di mira’ da Paola Ferrari, amica della Parietti, a causa dei ritocchi estetici ai quali si sarebbe sottoposta:

È ovvio che la odio, come tutte le donne della mia età di fronte alle strafighe, come le viene in mente solo di pensare che possa piacermi? (ride, ndr). […] La cosa che mi fa più arrabbiare è che la Leotta sa anche palleggiare, quando l’ho vista con il pallone attaccato al piede ho preso il Maalox come Beppe Grillo.

Sono numerose le leggende sulla bellezza della Parietti che ha fato girare la testa a diversi uomini famosi:

Il New Yorker e Le Figaro dedicarono una pagina alla mia bellezza, era un periodo in cui non solo facevo girare la testa gli uomini, li facevo proprio svenire, come accadde ad Alain Delon. […] Eravamo ospiti di un programma di Maria De Filippi e, prima di andare in scena, abbiamo avuto una conversazione che lo innervosì così tanto che svenne. […] Parliamo di narcisisti ad altissimi livelli, e comunque amo Delon.

Il ruolo da opinionista è oggi molto comune nella televisione nostrana e questa professione, negli ultimi anni, è stata riproposta proprio da Alba:

L’ho fatto per necessità perché non mi facevano più condurre, ma adesso vorrei di nuovo un programma mio. Ho partecipato a trasmissioni geniali, innovative come Galagoal, Macao, Grimilde, scritto da me e Giovanni Benincasa, che hanno copiato in Francia mentre in Italia è stato accantonato. Ma non dispero, sono come la goccia cinese. […] Guglielmini, direttore storico di Raitre, mi ha detto: ‘Vedi Alba, tu puoi parlare un minuto di politica e un minuto dopo di cazzate, ma così non annoi e non ti annoi’. Tutti abbiamo bisogno di leggerezza. […] Bisogna passare dal dramma alla farsa, non fossilizzarsi sullo stesso argomento.

Dopo tanti anni nel mondo dello spettacolo sono diverse le amicizie note costruite durante una carriera come quella della Parietti:

Ho poche amiche storiche come Paola Ferrari e Mara Venier che hanno una vita interessante da raccontare, e vado molto d’accordo con le fidanzate dei miei ex perché mi piace capire: se hai amato una persona ti piace anche chi ha fatto parte della sua vita.

Alba in passato è stata anche autrice delle sue trasmissioni e una proposta in particolare sconvolse, il produttore recentemente scomparso, Bibi Ballandi: un programma con Vittorio Sgarbi, Morgan, la stessa Parietti e Cristiano D’Andrè

All’inizio mi disse: ‘Mi piacciono i nomi! Lo sai che mi piacciono le tue idee!’. Poi capì, e aggiunse: ‘Ah ma Albina per questo programma devi rivolgerti direttamente all’Asl, servono i dottori. […] Guglielmini dice che in tv tutto è cultura tranne la cultura. Guardando il Gf capisci le ambizioni di una parte dei ragazzi di oggi, e non sono troppo alte. Il mio sogno è quello di fare un programma che avvicini i giovani e i grandi attraverso la cultura, l’arte, la musica, il dibattito. Un format che si ripete ogni anno il 2 luglio a casa mia, è la mia festa di compleammo.

E a proposito della sua vita sentimentale…

Ho passato una vita a dare la caccia agli psicopatici, mi piace fare la vittima che diventa carnefice. Poi, certo, mi piacciono anche gli uomini come mio padre che sono bravi, perfetti, indistruttibili. Ma mi attira la follia, Julio Cortàzar, un intelletuale francese, diceva: ‘Per parlare d’amore bisogna parlare con i pazzi, che ne sanno d più. perché gli intelligenti amano intelligentemente, che è come non aver amato mai’.

E voi cosa ne pensate? Avete apprezzato Alba come opinionista dell’Isola 14?