Chiara Ferragni, a pochi giorni dalla presentazione del docu-film sulla sua vita la fashion blogger si racconta al magazine ‘Grazia’ (e svela la romantica sorpresa che le ha fatto Fedez per il compleanno)

Di Ludovica - 30 agosto 2019 11:08:36

Chiara Ferragni

Unposted, il docu-film sulla vita di Chiara Ferragni, sarà presentato tra pochi giorni in occasione della settanteseiesima Mostra internazionale del cinema di Venezia. Chiara, che conta milioni di seguaci su Instagram, ha avuto l’opportunità di dirigere il numero del magazine Grazia in edicola questa settimana. La moglie di Fedez, sposato un anno fa in Sicilia, per l’occasione ha deciso di rilasciare un’intervista.

L’influencer ha raccontato di come è nata la sua passione per i social, un mondo ai suoi tempi quasi sconosciuto, ma che ha saputo sfruttare al meglio facendolo diventare una vera e propria fonte di guadagno. Gran parte del merito lo deve alla sua mamma, Marina Di Guardo, che ha sempre avuto l’abitudine di fotografare le sue figlie in ogni fase della loro crescita:

Viaggiavamo molto e ci sono filmati di me e delle mie sorelle in giro per il mondo. Ci sono io a New York che dico alla telecamera: “Allora ragazzi, dovete assolutamente venire a New York!“.

Chiara ha acquistato la sua prima macchina fotografica con i punti dell’Esselunga e, ad oggi, quei sogni di bambina sono diventati per lei una splendida realtà:

Io volevo raccontare me stessa, la quotidianità. Esattamente quello che faccio oggi, e non ho mai smesso di fare.

La svolta è arrivata nel 2009 con il blog The Blonde Salad e le critiche, seppur numerose, non hanno mai influito sul progetto che la Ferragni aveva ben in mente:

Avevo molto seguito, però c’era chi non capiva. Qualcuno mi considerava una ragazzina che provava vestiti, niente di più. Sentivo la gente chiedersi: ‘Ma questa chi è?’. Oppure: ‘Durerà poco, sei mesi e sparisce’. Ci rimanevo male perché ferivano la mia sicurezza. Tornavo a casa e pensavo alle cattiverie, ma poi ho capito che sarebbe stato meglio fregarsene.

La lotta al cyberbullismo è un percorso lungo e difficile, ma che affronta quotidianamente grazie del suo lavoro sui social:

È una battaglia che porto avanti, vorrei realizzare in futuro progetti concreti. Penso alle ragazzine di 12-13 anni, se non più piccole. Le conseguenze ai commenti negativi possono essere devastanti, non solo per l’autostima. Un tempo il giudizio era della scuola, del paese. Ora è del mondo. Esiste lo star bene con se stessi. Per questo a me piace il mondo del beauty, che è alla portata di tutti: metti il rossetto, copri un brufolo, e ti senti bellissima”.

Nonostante ciò che appare, Chiara ha ammesso di sentirsi spesso una bambina:

Da una parte, sul lavoro, mi considero adulta, professionista. Dall’altra, sul personale, una bambina precoce. Pensi che, quando sono rimasta incinta mi sentivo una ragazza madre, giuro, e non perché non ci fosse il padre. Avevo trent’anni, ma ero comunque la prima tra le amiche a diventare mamma.

Oltre che una donna in carriera, la Ferragni è una moglie innamorata. Fedez, rapper ed ex giudice di X-Factor, è per lei un vero punto di riferimento:

Lui mi riempie sempre di sorprese. Per il mio compleanno mi ha fatto trovare la casa inondata di rose rosse, 2.000 credo. Siamo due giocherelloni, iperattivi. E poi capirsi. Capire il lavoro, i punti deboli, proteggersi.

Suo figlio Leone è il suo successo più grande e lei, nonostante gli impegni lavorativi, cerca di seguirlo il più possibile in questa delicata fase della sua crescita: “Da questi anni dipende l’adulto che sarà”.

Che ne pensate delle sue parole? Guarderete il suo film?