‘Uomini e Donne’, l’ex corteggiatore Mario De Felice racconta la sua nuova vita da marito e padre. E svela a quali programmi tv sogna di partecipare

Di Melissa - 9 settembre 2019 13:09:32

Mario De Felice e Karen Scadà

Molti si ricorderanno Mario De Felice alla corte di Ramona Amodeo: era il 2010 e la giovanissima tronista campana decise di scegliere il bel corteggiatore sotto una cascata di petali rossi. La relazione per la coppia durò solo un paio di anni e le loro vite hanno preso strade separate.

Da allora sono passati quasi dieci anni e Mario, nel frattempo, ha conosciuto quella che è diventata sua moglie e la mamma della loro bambina: Karen Scadà. L’ironia della sorte ha voluto che i due avessero in comune l’esperienza televisiva nello stesso dating show: anche Karen, infatti, ha partecipato al programma in qualità di corteggiatrice di Andrea Offredi nell’edizione 2012/2013.

A più di dieci anni da quel percorso nel Trono Classico, Mario ha deciso di raccontare al magazine di Uomini e Donne il ricordo che porta con sé di quei mesi:

Ho un ricordo meraviglioso, mi sono divertito tantissimo ed è un’esperienza che porterò sempre nel cuore. Sono affezionato a quello studio, tanto che il programma lo seguo ancora ora, anche se vedendolo oggi da spettatore ho l’impressione che il tempo che i ragazzi hanno a disposizione per conoscersi sia davvero poco, mentre quando ero io tra i protagonisti mi sembrava di averne avuto tantissimo. Non so se sia effettivamente cambiato qualcosa nel format o se sia solo una mia percezione.

La relazione con la Amodeo, però, non sembra essersi trasformata in un rapporto amichevole…

No, assolutamente no, non abbiamo più alcun rapporto. In passato non ha parlato bene di me, ha messo in giro false voci sul fatto che io non le fossi stato fedele.

Mario ha confessato di aver conosciuto quello che è diventata l’amore della sua vita qualche tempo dover concluso la relazione con un volto dello spettacolo molto noto:

Ho conosciuto Karen dopo la mia storia d’amore con Giuliana De Sio (durata fino al duemilaquindici, ndr) una sera che venni invitato da un gruppo di amici a cena a Grosseto ed è stato amore a prima vista. Karen mi è piaciuta immediatamente. […] L’ho scoperto solo dopo, anche perché lei è stata pochissime puntate in trasmissione poi ha abbandonato la sedia da corteggiatrice. D’altronde Karen non è mai stata “attratta” dalla TV. Ha un suo negozio di abbigliamento ed è felice di quello che fa. […] Al di là della bellezza – perché Karen ai miei occhi è davvero meravigliosa – di lei adoro il carattere dolce. Nella coppia lei è l’acqua santa e io il diavolo. Karen, oltre ad essere dolce, è di una bontà disarmante, mentre io sono decisamente più focoso. Mia moglie ha quel lato razionale e pacato che a me manca e che al contempo mi completa. In questi anni è stata in grado di placarmi e di calmarmi.

Karen e l’ex corteggiatore sono diventati genitori della bellissima Swamy che riempe le giornate della coppia di amore e serenità:

Sono estremamente presente: Swamy è la gioia della mia vita, perché è stata estremamente voluta. Pensi che io dopo quattro mesi che mi frequentavo Karen, le ho chiesto di fare un figlio insieme. Io e Karen ci siamo sposati dopo che Swamy è nata e abbiamo deciso di battezzarla proprio il giorno del matrimonio. […] Abbiamo preso spunto dal nome della figlia di Eleonoire Casalegno che ci piaceva molto, poi quando abbiamo scoperto che in indonesiano swamy signfica “amore” abbiamo capito che effettivamente sarebbe stato il nome perfetto per nostra figlia. Io e Karen ci siamo conosciuti proprio nel giorno di San Valentino, quindi in quella data inisme al nostro anniversario festeggiamo sempre anche l’onomastico della piccola Swamy. Sono un uomo fortunatissimo in amore ho una moglie e una figlia splendide, mentre per quanto riguarda il lavoro spero che la ruota prima o poi giri… Al momento lavoro in una concessionaria, ma non è una cosa che mi soddisfa particolarmente.

Mario ha confessato di avere un debole per femminucce e di desiderare di avere una famiglia tutta al femminile:

Io la femmina la desideravo più del maschietto, perché vedendo mia nipote mi sono letteralmente innamorato delle piccole donne. Per questo vorrei un’altra bambina, anche per dare una compagna di gioco, un’amica a Swamy.

E a proposito del vedere tra qualche anno la sua bambina in televisione nel dating show, Mario non sembra essere preoccupato:

Voglio che Swamy studi. Lo studio è la cosa più importante. Poi, se un giorno vorrà fare la corteggiatrice o la tronista, per me non ci saranno problemi. Sono convinto che, se a un figlio si insegnano valori e principi importanti, li porteranno con sé e si comporterà bene in ogni contesto, televisivo o di altro genere. Sono le persone a fare la differenza in qualsiasi ambiente si trovino.

L’ex corteggiatore ha raccontato quale sarebbe il suo ruolo dei sogni nel mondo dello spettacolo e, casualità, è nella trasmissione di una nota conduttrice che ha già conosciuto in passato…

Adorerei fare il postino di C’è Posta per Te. Sarebbe davvero un sogno, secondo me ho sia la simpatia sia la sensibilità adatta per un ruolo del genere. È una cosa che mi piacerebbe fare. Mi piacerebbe anche partecipare ad un reality come L’Isola del Famosi perché mi stuzzica l’idea di mettermi in gioco fisicamente, anche se – ammetto – sentirei tantissimo la mancanza di mia figlia!

E voi cosa ne pensate? Vi ricordavate di Mario?