‘Temptation Island Vip 2’, Anna Pettinelli, dopo il memorabile falò col compagno Stefano Macchi, spiega perché ha avuto delle reazioni così accese e perché non abbia provato interesse per nessun tentatore

Di Stefania - 3 ottobre 2019 10:10:45

Il falò di confronto di Anna Pettinelli e Stefano Macchi (QUI per rivederlo) ha fatto letteralmente impazzire il web, che non parla d’altro da giorni che della furente reazione della donna alla vicinanza tra il suo compagno e la tentatrice Cecilia Zagarrigo, già vista negli studi di Uomini e Donne, e di contro dell’incredulità di lui per le accuse mosse nei suoi confronti. Arrivato correndo da lei per poterla riabbracciare, ha ricevuto una doccia fredda quando lei ha iniziato a manifestarle il suo disappunto.

Intervistata da Uomini e Donne Magazine, in edicola da oggi, la speaker radiofonica ha spiegato il motivo per cui hanno deciso di partecipare a Temptation Island Vip 2.

Abbiamo deciso di partecipare insieme, per dimostrare alla gente che dice sempre: “Ma voi, con tanti anni di differenza, come potete andare d’accordo?”, oppure: “Ma non sei gelosa che lui…?”. Allora mi sono detta sai che c’è? Andiamo a Temptation. L’abbiamo fatto più che altro per un senso di rivalsa, di scommessa, per dimostrare che a Temptation, come altrove, se ci si ama, ci si ama anche con differenze d’età importanti.

Ed ha aggiunto quali erano le sue aspettative sul programma e come ne è realmente venuta fuori.

Mi aspettavo di trovare stabilità, di dimostrare a noi stessi che eravamo forti. E… nonostante qualche travaglio, poi, alla fine, è andata proprio così. […] Esco abbastanza provata. Non è stato facilissimo. Ho visto cose che non mi sono piaciute, ma poi ci siamo spiegati e lui ha capito che certi atteggiamenti possono dar fastidio anche se messi in atto in buona fede. E ho capito qualcosa di lui che probabilmente non sapevo: è nato istrione, è nato esibizionista. O meglio, lo sapevo ma non fino a questo punto.

La cosa che più le ha dato fastidio è stato il feeling che si è creato con la 25enne torinese:

Mi ha infastidito questa amicizia, questa confidenza, questa strana alleanza con questa ragazza, questa affinità che ha trovato là dentro. Chiamiamola amicizia particolare.

Questo viaggio nei sentimenti le ha sicuramente dato importanti consapevolezze.

Ho imparato che non so stare calma, che se mi parte la brocca mi parte, e ho capito che se mi parte non voglio fermarla. Ho sempre fatto dentro e fuori anche a Temptation, non ho mai recitato su copione, non ne sarei capace; se una donna è inc****ta perché è gelosa, perché il suo uomo ha delle attenzioni verso un’altra, è inutile che covi rabbia e si faccia andare bene il rapporto così com’è. Una donna deve trovare il coraggio di affrontare la situazione e affrontarne anche le conseguenze. Rifarei tutto quello che ho fatto. Niente di più, niente di meno. […] Da casa, da spettatrice, mi ero fatta un’idea chiara che posso confermare dopo aver partecipato: se uno entra lì con un rapporto che già è rotto, non c’è modo di salvarlo. Io sono entrata con un rapporto solido e non ammettevo sbagli. Secondo me, a noi non poteva accadere nulla e non è successo nulla di grave, ma qualche ferita ce la siamo inferta.

L’arrabbiatura per le immagini viste non le è ancora passata, ma la solidità dei loro sentimenti le ha dato la forza di andare oltre.

Al momento, per dirla in francese, ho un sottile rodimento di … che ancora rimane. Ci vorrà un po’ di tempo perché mi passi, ma tutto sommato non è successo nulla, anzi, da quando siamo usciti stiamo trascorrendo giorni all’insegna di un grandissimo amore. Da questo punto di vista, probabilmente, ci ha fatto anche bene.

Tutto sommato, l’esperienza televisiva le è piaciuta e le ha dato modo di stringere anche dei bei rapporti con i single, ai quali però ha fatto un appunto.

Mi sono trovata benissimo, assolutamente a mio agio. Ho aiutato e supportato. Eravamo tutte sulla stessa barca e ci siamo unite. A un certo punto può arrivare un video che ti massacra, ti getta in confusione. Le sensazioni all’interno del villaggio sono molto forti e devi saperle affrontare. I single conosciuti? Un po’ noiosi. Voglio dire, se entri con una storia d’amore o con un sentimento forte come è stato per me, è difficile che ti possa incuriosire qualcun altro. Io non ho mai provato attrazione per nessuno né desiderio di approfondire più di quella che era una conoscenza goliardica. Però ho trovato rapporti umani. Molto carinamente mi hanno eletta come capo tribù, e questa cosa mi ha fatto ovviamente piacere. Mi hanno raccontato le loro storie. Tutti molto carini, persone a posto, bravissimi ragazzi.

Consiglierebbe questo programma soltanto alle coppie che provano dei sentimenti forti, perché questa può portare a dei dispiaceri. La cosa che più le ha fatto male è vedere il suo compagno in determinati atteggiamenti.

Ho sofferto perché vedevo Stefano comportarsi in un modo che non conoscevo, un codice che non potevo decodificare perché a me sconosciuto. Sì, sono stata male. Tutto quello che ho detto e ho fatto era ciò che sentivo. Lì non puoi fingere; se vedi il tuo uomo che si rapporta con un’altra, non puoi contenerti! Io almeno la penso così. Vedere Stefano non solo fare il cretino ma anche dare confidenza e concedere un’intimità a un’altra donna che non ero io, ma con la stessa modalità nostra. Noi siamo quelli delle cuscinate, siamo che si tirano l’acqua, siamo molto complici, e vedere quelle stesse cose con un’altra mi ha ammazzato. Poi mi dici che non c’era attrazione fisica, che non c’era nulla oltre a questo e che era solo amicizia. A me però non me ne importa nulla, quello che vedo mi fa star male e poi non ti voglio più.

Prima di chiedere il falò, ha addirittura pensato di andarsene da sola dal villaggio senza incontrarlo, ma a mente lucida si è un po’ calmata.

L’ho chiesto e non me ne sono pentita. L’ho fatto per salvare il rapporto; le spiego, se lui nel suo momento di immensa cogl*****, in cui gli è partito l’ormone del ragazzino di dodici anni, avesse fatto il weekend con lei, non sarei più riuscita a salvare il rapporto perché lo avrei odiato, e anche perché ci eravamo detti: “Oh, mi raccomando, divertiamoci perché noi ci fidiamo l’uno dell’altra”, ma dal momento che a un certo punto l’ho visto perso, mi sono detta: “Non butto un amore di sei anni, per cosa? Per fargli fare un weekend da sogno perché siamo venuti a Temptation?!”. No, ho preferito chiedere un falò anticipato. Dal momento che sei annebbiato e il tuo comportamento può essere travisato, io a questo punto ti fermo e il weekend da sogno non te lo faccio fare. […] Ero talmente inc***ta che non ho avuto paura di nulla. Ero così nera che l’unico pensiero che avevo era: “Possibile che non ti sei reso conto di nulla e sei così cretino?” Poi, quando è arrivato, mi ha detto: “Ma cosa stai facendo?”. Mi sono resa conto che era stupito. La telecamera non registra le intenzioni, ma solo i fatti e le parole; quello che vede lui è un tipo fisico, affettuoso che dà molta confidenza, ma stai facendo Temptation e io ti guardo dal buco della serratura. Vuoi pensare per un secondo che io sono dall’altra parte o no?! O sei in un totale appannamento e pensi che poi non ti capisca? Io non l’ho capito e mi sono inc****ta.

E voi cosa ne pensate?