‘L’Isola dei Famosi’, un iconico ex naufrago sbotta: “La gente è frustrata, i social hanno dato voce a tutti i rinc*glioniti di questa terra!”

Di Dalia - 29 ottobre 2019 13:10:58

Den Harrow

Amato cantante e vocalist degli anni ’80 e ’90, Den Harrow ha fatto perdere le proprie tracce da molto tempo. Molti lo ricorderanno come quel ragazzo che amava divertire le folle e che, a causa della sua esperienza nel reality, L’Isola dei famosi, ha però perso molti dei suoi fan. In quell’occasione, infatti, Harrow sentiva una forte nostalgia verso la sua compagna di allora e tra le lacrime, non riuscì a nascondere la mancanza che provava nei suoi confronti. Da quel momento in poi, Den é apparso di rado nella televisione italiana, come lui stesso ha confessato in un’intervista a Radio Cusanu Campus, nella quale non sono mancate neanche critiche pesanti verso i rappert più amati del momento:

Io ho combattuto ad armi pari con cantanti che avevano le major alle spalle, ho venduto milioni di dischi, dopodiché è bastato un pianto in un reality per farmi massacrare dalla gente che fino a un giorno prima mi adorava e ballava i miei dischi. Mi hanno preso per il cu** per anni anche per strada, per tutti ero quello che piangeva all’Isola. La gente è frustrata, sta male e non è felice, appena vede qualcuno che sta meglio di lei gli butta contro di tutto. Ho visto gente andare contro Gerry Scotti perché aveva fatto un errore in un suo programma. Mi sono ritirato anche per questo. Negli anni 80′, ’90 la gente stava un po’ meglio, poi i social hanno dato voce a tutti i deficienti e i rincoglioniti di questa terra, quando sei anonimo puoi dire di tutto.

In merito alla sua carriera artistica, l’ex naufrago ha raccontato che, in realtà, la sua vera passione fosse tutt’altro che il canto:

Non avrei mai voluto fare il cantante e il personaggio perché ho sempre odiato la popolarità. Avrei voluto fare il ballerino. Andavo a ballare in una discoteca di ragazzini e quando ballavo tutte le ragazzine si mettevano lì intorno a ballarmi. Un produttore mi diede una canzone già pronta da cantare e purtroppo andò bene. Se tornassi indietro non farei più Den Harrow perché mi ha tolto più di quello che mi ha dato.

In particolare, in quei tempi sembrava avesse creato delle amicizie solide coi colleghi, ma oggi poco è rimasto di quel mondo:

Se mi sono rimasti amici i miei colleghi cantanti degli anni ’80? Di quei tempi pochi, anche perché i cantati anni 80 sono come quelle belle donne che diventano delle cesse e pensano ancora di essere belle. Sono ridicoli. Sono ancora amico di Gioiello e pochi altri. Con Sabrina Salerno ci salutiamo, ci sentiamo.

In merito, invece, ai trapper del momento, il cantante ha espresso un giudizio molto pesante, attaccandoli apertamente:

(Sfera Ebbasta, Ghali, Dark Polo Gang) Non li ascolto. Ogni tanto sento qualche pubblicità con delle metriche assurde che neanche vanno a tempo. Dicevano che gli anni 80 erano finti, ma questi sono quattro cialtroni. Sono sporchi brutti e cattivi e non sono neanche artisti, non li considero neanche.

Parlando della sua lontana carriera nel mondo della musica, l’uomo è apparso particolarmente pentito di aver intrapreso quella strada, nonostante molti in passato invidiassero la vita che conduceva:

La popolarità mi ha tolto tutta la mia gioventù perché mentre gli altri andavano a ballare, io prendevo quattro aerei al giorno, ero guardato a vista in hotel, ho girato il mondo ma non mi ricordo niente delle città che ho girato a parte gli hotel. Inoltre, quando sei popolare la gente ti invidia e ti cita, se non fossi stato Den Harrow nessuna delle mie mogli sarebbe andata in tv a inventarsi che io la picchiavo. Mi sono ritirato, sono andato a vivere a Malaga, perché sono rimasto molto deluso dall’Italia.

In quegli anni, però, Harrow ha comunque avuto modo di guadagnare grazie alle innumerevoli serate in cui era ospite. Tuttavia, il suo presente non è poi così roseo come potrebbe sembrare:

Ho guadagnato un sacco di soldi, anche perché lavoravo 365 giorni l’anno, per ogni spettacolo prendevo 25 milioni di lire a sera e ne facevano 7-8 a settimana. A 29 anni volevo ritirarmi, non ho mai amato le luci dello spettacolo. Ho scoperto che il mio commercialista non mi aveva mai pagato le tasse, mi tolsero tutto, mi ritrovai con 10 milioni in tasca e c’era mia madre che stava morendo, per questo mi trasferii in California. Ora ho scritto un libro e i proventi andranno ai terremotati, dato che qualcuno non ci crederà, prenderò una troupe televisiva e andrò in giro a darli in mano alle persone.

Dunque, Harrow è ben lontano dagli anni d’oro che ha vissuto in passato, ma non sembra rimpiangerli, anzi ha preferito fuggire dall’Italia e dai pettegolezzi su di lui. È però lui stesso a criticare i rapper di oggi e tutti coloro che in passato lo hanno deriso.

Condividete anche voi le sue accuse?