‘Live – Non è la D’Urso’, l’ex marito di Delia Duran svela tutta la verità sulla presunta aggressione ai danni di Alex Belli e della fidanzata: “Quel signore è un pezzo di bugie e falsità con le gambe e le braccia” (Video)

Di Melissa - 5 novembre 2019 11:11:50

Live - Non è la D'Urso - Marco Nerozzi

Qualche giorno fa vi abbiamo raccontato della (presunta) aggressione subita dall’ex attore di Centovetrine Alex Belli e della sua fidanzata Delia Duran, nata da una discussione con l’ex marito della bella modella, e che sarebbe costata alla coppia un grosso spavento e una corsa al Pronto Soccorso (ve lo abbiamo raccontato in QUESTO articolo).

A gettare un’ombra su quanto raccontato da Alex e Delia, freschi di partecipazione alla seconda edizione di Temptation Island Vip, è arrivata Mila Suarez (ex fidanzata di Belli ed acerrima nemica dei due) che ha messo in dubbio la veridicità dell’aggressione affermando di sapere la verità su quanto successo grazie ad un contatto diretto con Marco Nerozzi, l’ex marito della Duran (QUI i dettagli).

A far luce sull’intricata vicenda è stata Barbara D’Urso che durante l’ultima puntata andata in onda di Live – Non è la D’Urso ha permesso proprio a Marco, ex marito di Delia e presunto aggressore, di dire la sua versione dei fatti sull’incidente:

Quel signore è un pezzo di bugie e falsità con le gambe e le braccia e si chiama Alex Belli quindi è facilissima la verità: ogni cosa che dice lui è esattamente al contrario. Ha detto che c’è stato un litigio tra me e mia moglie che a tutti gli effetti lo è ancora. Premesso: non ce l’ho con lei e, qualsiasi cosa che ha fatto o farà quella donna, non ce l’avrò mai con lei perché per otto anni l’ho amata e non ho mai avuto un problema. Tutto quello che dice, poverina, non sono altro che parole ripetute dal suo stratega di vita. Premesso ciò: in tribunale siamo andati con il mio e il suo avvocato per una normalissima separazione, abbiamo fatto delle richieste e il giudice ha detto che non era quella la sede e quindi ci ha rimandato a tre mesi e siamo usciti dal tribunale. […] Dovete sapere che le mie aggressioni hanno una caratteristica particolare cioè che le conseguenze non vengono fuori subito ma dopo ventiquattro ore. Il signor Belli è il Pronto Soccorso del giorno dopo. […] Lui non ha fatto niente ma quando l’ho visto sono stato io che con grande passione gli sono andato incontro e volevo dargli due schiaffi in faccia. Mia moglie non c’entra assolutamente nulla. Lui è sceso e mi ha dato due colpi di meches, mi ha guardato, io gli sono andato contro abbastanza pesantemente e lui si è chiuso in macchina e si è nascosto. Io a quel punto, è vero, ho cercato di tirarlo fuori e nel mentre mia moglie mi è venuta alle spalle. Quando me ne sono accorto mi sono completamente paralizzato e non ho fatto nemmeno la mossa di togliermela da dosso perché sapevo che una mossa con il mio fisico avrebbe potuto farle male. Tutto questo ripreso dalla mia filippina e da oltre cento telecamere. Alex in tutto questo è riuscito dalla parte davanti della macchina ad andare dietro sui sedili passeggeri, è uscito dallo sportello e, come un pazzo, è corso verso il gabbiotto del tribunale dove c’era anche la Polizia in borghese a chiedere aiuto lasciando la sua donna attaccata al mio collo.

L’uomo ha allora raccontato anche l’inedito retroscena sulla presunta aggressione precedente a quella avvenuta fuori il tribunale nei giorni scorsi:

Vorrei vedere in tutta Italia qual è l’uomo che si vede un defi**ente che manda mia moglie a casa mia, piena di telecamere, a darmi delle botte e degli strattoni per cercare di trarmi in inganno. Non ci riesce, va a casa, si prende tutti i video, fa tutti i montaggi, fa tutti gli slow-motion identici a quelli che fa per lavoro, li fa contro di me e ovviamente non si vedrà mai in quei video. […] Alex Belli, insieme a quella poverina di mia moglie che non c’entra niente e alla quale voglio bene, non riuscirà mai a dimostrare o a convincere qualcuno nel mondo che il signor Marco Nerozzi e lei avessero dei problemi da due anni perché mia moglie è stata affianco a me per otto anni quindi noi conosciamo da Miami a Saint Tropez, a Ibiza, all’Italia.

Nerozzi ha così fatto luce anche sul particolare rapporto che ha con la Duran svelando di averla messa in guardia su Alex proprio all’inizio della loro storia d’amore:

Il rapporto che c’è tra me e mia moglie è anche molto libero ed aperto sessualmente quindi il problema del “corno” non c’è. […] Non sapevo chi fosse Alex Belli e quando mi sono informato, ed è facilissimo capirlo dalle interviste sia dell’ex moglie che di Mila, questo è un signore che prende, di notte va via e torna il giorno dopo. Io l’ho detto a mia moglie: “Guarda, se per caso non mi ami più e non vuoi più star con me può capitare, non c’è problema“. Io lo dico sempre alle mie donne “Se un giorno pensi ci sia una vita diversa, migliore di quella che fai con me, quella è la porta. Non c’è problema” e lei ha preso questa decisione.

Live - Non è la D'Urso - Mila Suarez - Marco Nerozzi
(Clicca qui per vedere il video)

E voi che cosa ne pensate?