‘Uomini e Donne’: l’opinione di Chia sulla puntata del Trono classico del 14/11/19

Di Chia - 14 novembre 2019 19:11:48

Trono classico

Una gita di gruppo sulla montagna del sapone, questa registrazione del Trono classico. Ma con un ventennio di esperienza alle spalle, ormai chi ce crede più alle incredibili casualità che accadono agli Elios?

A partire dalla scelta dei tronisti, eh. Sara Tozzi – che ci aveva provato ad emulare Sara Affi Fella, ma non aveva la sua stessa faccia tosta e più di una manciata di puntate non se l’è sentita di segregare il fidanzato nell’armadio – ha abbandonato la poltrona rossa quasi due mesi fa. Essendo in quel periodo la stagione di Uomini e Donne ancora alle prime battute, ci si aspettava una sostituzione immediata con una sciampista random, che guardatechecaso non è mai arrivata.

Siamo rimasti con due tronisti e una tronista per settimane e settimane, nel frattempo. E guardatechecaso proprio in questa registrazione chi ci presentano? Un altro maschietto. Ma come, già due ce ne stanno, che ci serviva il terzo? No, ma non lo sapevano che stavano per botolare (e pure malamente) Alessandro Zarino, figuratevi! Che andate a pensare, maliziosetti che non siete altro!

Che a me Zarino manco piace, lo sapete, e dopo quel popò di percorZo quest’estate a Temptation Island nemmeno l’avrei premiato col trono, figuratevi. Ma che le cose per lui si stessero mettendo male lo si intuiva palesemente già dalla scorsa puntata, quando – dopo un’esterna con Veronica Burchielli sì bella, ma non più rilevante o compromettente di altre – il prode Gianni Sperti guardatechecaso se n’è uscito con un “Oh, che meraviglia, ma come mai non la scegli subito allora?“. Perché questa domanda solo ad Alessandro, e non anche a Giulio Raselli dopo la sua enfatica esterna con tanto di scarpe super costose regalate a Giulia D’Urso allora?

La verità è che siamo a metà novembre, questo Trono classico non ha ingranato manco col cliché del triangolo posticcio e per movimentarlo un po’ hanno semplicemente immolato il più immolabile, punto. Che Zarino oggi ha finito col farmi pure una tenerezza infinita, poraccio. Mi sembrava un agnello il giorno di Pasqua, un tacchino alla vigilia del Ringraziamento. A guardarsi spaurito attorno, ancora ignaro della triste sorte che gli sarebbe toccata di lì a poco.

Poi che ci abbia messo del suo e sia finito col tirarsi la zappa sui piedi da solo è sicuro, perché se sei il primo ad avere contatti con un’agenzia è poco scaltro anche per un bambacione come lui puntare il dito su eventuali conoscenze altrui. E quando ha detto a RaselliTu sei sporco dalla testa ai piedi” nonostante fosse stato lui ad avanzare accuse verificatesi poi infondate una capocciata se la sarebbe meritata tutta, altroché.

Però anche di ‘ste cavolo di agenzie, ma parliamone. Ma quando la finiremo con ‘sta pantomima del ‘chi partecipa al programma non può essere sotto contratto con alcuna agenzia‘, che dopo cent’anni l’abbiamo capito che non è certo la mancanza di una firma su di un pezzo di carta a fare la differenza? Ai tempi del buon Lele Mora gli agenti la facevano da padroni in questo tipo di trasmissioni, ma non mi sembra che a Uomini e Donne il veto sulle agenzie abbia sanato la situazione, eh. Anzi, ha solo alimentato i sotterfugi e le tramine losche. Se vogliono magheggiare, magheggeranno anche senza carte che cantino, quindi finiamola con st’ipocrisia del ‘non ho firmato nessun contratto‘ che è ovvio, scontato e prevedibile che CHIUNQUE poggi le sue terga su una seduta qualsiasi, lì dentro, abbia già dato parola a qualcuno fuori per monetizzare il prima possibile. E anche sticazzi, a ‘na certa, che – agenzie o meno – la situazione in quello studio rimane preoccupante.

E lo stesso discorso vale per i social network, eh. Che non ha senso vietarne l’uso ai tronisti, se poi i corteggiatori hanno i profili aperti. Che persino il mio cuginetto di 8 anni sarebbe in grado di creare un fake per contattare quella con cui accordarsi, nel caso. Un mucchio di regole inutili che chiunque può aggirare in cinque minuti e che non stanno servendo a tenere a galla un format ormai alla deriva.

Non stupiamoci che tutti si conoscano, che quello vada a cena con quell’altro, che abbiano contatti con agenzie e brand ancor prima di scendere la scalinata. Finché continueranno ad attingere CONSAPEVOLMENTE allo stesso bacino di gente (quella che l’estate la passa a Formentera e l’inverno sui divanetti del Radetzky di Milano) sarebbe strano il contrario.

Altro che “mi è capitato di dover smascherare delle persone con tanto dispiacere“, come sarebbe andata a finire questa registrazione Queen Mary lo sapeva bene. E quel “lui INIZIA a sedersi accanto a Tina” riferito al nuovo tronista Carlo Pietropoli è un bel lapsus freudiano, a casa mia.

Video inediti: I buoni propositi di CarloEsterna di Giulia e Sonny

Video dalla puntata: Puntata interaMaria: “Gemma va sul trono!”Carlo: nuovo tronistaEsterna di Giulio e GiovannaPretese o paure?Una segnalazione su VeronicaEsterna di Giulio e VeronicaAlessandro sotto accusaEsterna di Giulio e GiuliaGiulia già conosceva Giulio?La critica di Carlo