Alessandro Graziani intervistato da ‘Uomini e Donne magazine’ torna a parlare del rapporto con Serena Enardu. E svela il suo pensiero su Giovanna Abate e Sara Amira Shaimi

Franci 28 Febbraio, 2020

Trono classico - Alessandro Graziani

Dopo l’avventura – tra l’altro discussissima, a causa della vicinanza a Serena Enardu – nel reality estivo Temptation Island Vip, Alessandro Graziani ha deciso di mettersi alla prova quale corteggiatore di Uomini e Donne. “Una sfida personale“, così ha descritto questa nuova esperienza a Uomini e Donne Magazine, che però potrebbe portarlo dritto dritto verso l’amore:

Dopo la mia partecipazione a Temptation Island Vip qualcosa dentro di me è cambiato. Provenivo da un periodo in cui facevo fatica a portare avanti conoscenze approfondite anche con persone a cui ero interessato: mi nascondevo per paura di iniziare rapporti che temevo sarebbero potuti finire, precludendomi da solo delle opportunità. Nel villaggio ho riscoperto la voglia di mettermi in gioco con i sentimenti. Quando si è affacciata la possibilità di scendere dalle scale dello studio per un appuntamento al buio mi sono detto: “Perché no?“. […] In questo momento sento di voler conoscere qualcuno che possa incuriosirmi, perciò voglio provarci.

E così, approdando in trasmissione, ha trovato dinnanzi ai suoi occhi la neo tronista Giovanna Abate:

La prima cosa che emerge è il suo carattere fumantino e deciso. E’ una ragazza forte che può dare del filo da torcere a tante persone. Guardandola negli occhi, però, si capisce che dietro l’immagine da dura si nasconde una persona diversa. Bisogna solamente saperla scoprire e farla uscire fuori.

Ma l’ex tentatore di Ti Vip sembra aver catturato l’attenzione anche dell’altra tronista, Sara Amira Shaimi, che al suo ingresso in studio si è immediatamente alzata per salutarlo:

Mi ha sorpreso! […] Sentirle dire che avrebbe avuto piacere a portarmi fuori non nego che mi ha fatto piacere. Di lei avevo visto solo il video di presentazione e avevo notato una ragazza semplice, tranquilla, che poteva essere un mio prototipo, quindi mi ha fatto piacere il suo intervento.

Nonostante questa nuova avventura, gli strascichi dell’accaduto con la Enardu continuano a farsi sentire:

Penso se ne sia parlato già abbastanza. Se non fosse già chiaro, adesso voglio godermi questo nuovo percorso a Uomini e Donne senza dover pensare a una storia che, per quanto abbia rappresentato un’esperienza forte, appartiene al passato. E’ durata poco e si è esaurita quasi subito. Tra me e Serena è rimasto solamente un rapporto di amicizia, dovuto al fatto che abbiamo condiviso un’esperienza che ha alimentato delle sensazioni forti. Sono stato una persona che l’ha fatta stare bene, ma sicuramente non il motivo della sua rottura con Pago. In me ha trovato un complice con cui sfogarsi. Probabilmente quando Serena ha capito di aver chiuso una storia di sette anni in quel modo, si è accorta di aver fatto qualche errore di valutazione. Ora il loro destino lo decideranno insieme e non dipende sicuramente da me, come non è mai dipeso.

E su di sé:

A Temptation quello che si è visto è stato lo specchio di ciò che vivevo nel programma. Ero frenato dalla situazione: di fronte a me avevo una donna impegnata e ho fatto solo ciò che mi è stato permesso. Si è visto che sono un ragazzo che sa ascoltare, a cui piace interagire, ma c’è molto di più e spero di poterlo far conoscere.

Che ne pensate delle sue parole?

COMMENTI