Alessandro Graziani vuota il sacco e racconta tutta la sua verità (e tutti i dettagli) sul suo rapporto con Serena Enardu!

Franci 5 Giugno, 2020

Alessandro Graziani - Serena Enardu

Il rapporto tra Alessandro Graziani, fino a poche settimane corteggiatore di Giovanna Abate a Uomini e Donne, e Serena Enardu, conosciuta la scorsa estate a Temptation Island Vip, è stato poco chiaro sin dall’inizio. Grande complicità tra i due si è instaurata sin da subito durante il reality estivo di Canale 5, quando lei era ancora fidanzata con Pago, ma poi, al momento del falò conclusivo, pareva che la scelta di chiudere la loro storia fosse dettata da qualcosa di legato esclusivamente a quel rapporto col cantautore che non le dava più ciò di cui aveva bisogno.
E, invece, col tempo è venuta man mano fuori una conoscenza esterna al reality tra l’ex tronista e l’ex tentatore. Conoscenza che, per quanto fosse stata raccontata a Pago, a quanto pare non era stata dettagliata come il sardo avrebbe voluto. Proprio l’ultimo numero di Chi, infatti, ha riportato i motivi della nuova rottura tra Serena e Pacifico Settembre (che erano tornati insieme prima del lockdown nella Casa del Grande Fratello Vip 4 e a cui la quarantena ha fatto definitivamente aprire gli occhi): una “relazione” un po’ più duratura rispetto a quella proiettata tra la Enardu e il Graziani.
Dopo aver letto la versione di Pago (riportata anche nel suo libro, in cui racconta la storia della sua vita) e dopo la risposta di Serena, ecco tutta la verità dell’ex corteggiatore, raccontata alle pagine di Uomini e Donne Magazine:

Se in questi mesi non sono andato in giro raccontando nel dettaglio il mio rapporto con Serena e perché non mi interessava montare teatrini né tantomeno scuotere ulteriormente la vita di una persona già in difficoltà. Non ho mai mentito su nulla, ma ho semplicemente omesso dei dettagli. Forse nessuno lo sa, ma sono stato più volte invitato a intervenire nelle trasmissioni, a fare ospitate, ma ho sempre rifiutato perché non mi interessava cavalcare l’onda per far parlare di me. Se tutto questo, però, deve essere un’arma da rigirarmi contro, allora sono pronto a spiegare tutta la mia verità, perché non permetto a nessuno di infangarmi.

Così Alessandro ha ripercorso la sua conoscenza con Serena, partendo proprio dalla fine della loro avventura a Temptation Island Vip:

Io e Serena abbiamo iniziato a sentirci e tra di noi ci sono stati due incontri: il primo a Cagliari e il secondo a Sabaudia. In entrambe le occasioni non abbiamo trascorso insieme più di 24 ore. Cosa è successo? Ci siamo conosciuti come due persone che hanno instaurato una grande complicità, come due ragazzi qualunque. Fin quando non mi è stato chiesto di dire se c’erano stati incontri di persona tra me e Serena, non ho trovato un motivo di venire a raccontare tutto questo, per rispetto della mia persona e di una donna che è anche madre. So cosa vuol dire essere un ragazzino che va a scuola con i compagni di classe che parlano alle spalle. Non capisco perché avrei dovuto rendere nota la mia conoscenza con Serena, con il rischio che alimentasse chiacchiericci. […] La prima volta che ci siamo visti è stato il weekend subito dopo la fine di Temptation Island Vip. Essendo libero da impegni sportivi, ho preso un aereo per andarla a trovare, per capire se fuori da quel contesto le sensazioni sarebbero rimaste invariate. Poi abbiamo continuato a sentirci tramite chiamate e messaggi, finché a ottobre Serena è venuta a trovarmi a Sabaudia. Ci sarebbe dovuto essere anche un terzo incontro, il 26 ottobre, ma il giorno stesso in cui doveva partire è andata in onda la puntata di confronto tra lei e Pago. Rivedendosi, era rimasta turbata per il fatto di non essere riuscita a essere chiara come avrebbe voluto. A quel punto le ho detto di non preoccuparsi e che forse sarebbe stato meglio vederci in un altro momento, perché non la sentivo serena e non sarei stato tranquillo a lasciarla sola a casa mia per parte del weekend, essendo io occupato con gli allenamenti. Dopo 5 giorni Serena ha voluto chiudere la nostra conoscenza.

Il tutto sarebbe avvenuto tramite messaggino su Whatsapp:

Mi ha scritto: “Ale ti devo parlare, sentiamoci“. Mi ha detto che non si sentiva libera con la testa, che non era convinta e si era accorta che portare avanti la nostra conoscenza sarebbe stato difficile. Io ero contrariato: non capivo. Ho provato a evitare un allontanamento, finché lei si è appigliata tirando fuori anche la mia decisione dei giorni prima di non farla venire a Sabaudia, dicendo che avvertiva che anche da parte mia ci fosse un allontanamento. Ho capito che voleva trovare un modo per chiudere ed essendo io il più infatuato tra i due, mi sono fatto da parte. Ho accettato senza fare storia: lei non era libera di testa e credo si sia appoggiato in quel periodo a me anche per svagarsi dopo una rottura traumatica. Tutto questo è avvenuto il 31 di ottobre.

I contatti però non si sono interrotti repentinamente lì:

Siamo rimasti in buoni rapporti. Io ho voluto continuare a starle vicino, a chiederle come stesse, perché una parte di me si sentiva in colpa per essere parte in causa degli attacchi che riceveva costantemente sui social e del periodo difficile che stava vivendo. Le parlavo delle mie preoccupazioni, lei delle sue, ma nulla di più. Se all’inizio c’erano chiamate quasi tutti i giorni, dopo il 31 ottobre abbiamo iniziato a sentirci saltuariamente.

Alessandro rimarca, però, di non aver mai avuto una storia con la Enardu:

Eravamo due persone che non sono mai state fidanzate, ma che si sono trovate bene nel conoscersi. Avevo vicino a me una persona distratta da quello che stava accadendo e bersagliata. Il nostro rapporto è continuato in modo coerente a come era finito il falò di confronto. […] Parlavamo con i toni di due persone che stanno bene insieme, ma niente di più. Non c’erano dichiarazioni, “ti amo” o cose simili. L’unico dettaglio più particolare era che lei mi scriveva “ciao stellina“, il soprannome che mi aveva dato durante il programma, e io la chiamavo “ciao patata“. Non ci trovo nulla di scandaloso o che lasci pensare che stessimo insieme. Eravamo due persone con molta confidenza e io ogni tanto le facevo dei complimenti.

E a proposito delle note audio di cui si è tanto parlato:

Onestamente quando è uscito questo argomento non sapevo assolutamente a cosa si stesse facendo riferimento. Appena sono tornato a casa ho riaperto le chat con Serena, ma non ho trovato nulla di anomalo. Dal 31 ottobre in poi ci scrivevamo per parlare principalmente della nostra vita, del periodo che stavamo passando, più che di noi due, visto l’epilogo. L’unica nota audio che può essere fraintesa è legata ai giorni in cui fui intervistato per questo magazine, a ottobre, per parlare del mio rapporto con Serena. Era proprio il periodo in cui ci stavamo allontanando definitivamente e le ho spiegato cosa avevo dichiarato e ciò che avevo preferito omettere. Non so se ascoltando la mia voce all’interno possa essere sembrato che stessi architettando qualcosa sottobanco, che nascondessimo una storia d’amore: non era così. Ho semplicemente voluto mettere al corrente Serena di non aver fatto riferimento ai nostri due incontri per tutelarla. Finito Temptation, tutto ciò che faceva erano solo affari suoi.

Poi il Graziani è entrato più nel dettaglio delle date in cui ha sentito l’ex gieffina:

L’ultimo messaggio via WhatsApp risale all’11 gennaio, in concomitanza con il suo mancato ingresso al Grande Fratello vip. Le dissi che mi dispiaceva, poi più nulla. Su Instagram l’ultima conversazione risale al 28 dicembre (quella ancora prima al 14 novembre), quando le dissi che con il vestito di Capodanno che aveva messo su un post era bellissima come sempre. Lei non ha mai visualizzato. È stato insinuato che io sia entrato a Uomini e Donne mentre mi sentivo ancora con Serena ma è una bugia che non consento si dica! Non permetto a nessuno di infangarmi: voglio essere rispettato.

E in merito al ritorno di fiamma con Pago:

Ho scoperto come tutti gli altri la verità durante la puntata del Grande Fratello. Lei non mi aveva accennato niente e d’altronde in quell’ultimo periodo c’eravamo sentiti solo per gli auguri per le festività. In quel momento però ho capito che sarebbe stato impensabile averci anche solo un rapporto di amicizia. […] Non mi interessa più sentirla perché la avverto come una persona distante da me. E poi sa che le dico? Io ho fatto di tutto per proteggere questa persona, ma nessuno si è mai preoccupato di evitare di tirarmi dentro una situazione che non mi riguarda più. Pago ha dichiarato davanti a tutti di conoscere i retroscena della mia conoscenza con Serena: so per certo che sapesse del mio incontro a Cagliari con lei, perché inviammo una foto sul gruppo di Temptation e arrivò a lui per via traversa. A questo punto mi viene da pensare che si sia perso il secondo incontro, perché non vedo altre cose eclatanti. Quello che sto raccontando è tutta la verità e non ho più intenzione di confondere la mia immagine con queste vicende, come qualcuno vorrebbe fare. Arrivati a questo punto mi viene da pensare che a qualcuno faccia comodo far parlare di sé attraverso di me, proprio mentre sto partecipando a un programma, adesso che devono essere sponsorizzati libri e musica. Chiunque avesse avuto dubbi, avrebbe potuto scrivermi in privato e non delegare le questioni private ai salotti televisivi o ai giornali. Questa sarà la mia prima e ultima volta che ritornerò su questo discorso, a meno che non venga costretto a difendermi da chi mi accusa di non dire la verità. Ognuno in questa storia porta dalla sua parte amici, ex moglie, sorella e testimoni. Io ci metto la faccia da solo, senza tirare in ballo terze persone che, convivendo con me, conoscono altrettanto bene le dinamiche. Non ho nulla da nascondere: il mio telefono è a disposizione di chiunque voglia chiarimenti.

Inevitabile la domanda sul perché su Instagram non segua più Serena, ma abbia ancora il follow al profilo della sorella Elga e del figlio Tommaso:

Ho scelto di non seguire più Serena per evitare di dare adito a gossip, eppure, non si sa come, questo mi si è ritorto contro. Con Elga non ho nessun rapporto in particolare. Io non ho mai mentito riguardo al mio rapporto con Serena: ribadisco che non siamo mai stati fidanzati. Alle persone è sempre e solo interessato sapere se tra di noi ci fosse stata un’intimità, ma questi sono fatti che non riguardano nessuno ed è giusto tutelare una madre. Ringrazio Sammy Hassan, nonostante gli attriti, per avermi supportato in studio, perché sono sicuro che lui da padre abbia capito esattamente il perché di tutto questo. Pago aveva detto di conoscere i fatti e io mi sono limitato a non ripeterli in tv a chi non c’entrava niente con tutta questa storia. Se Serena non è stata sincera, non solo ha mancato di rispetto a lui ma anche a me, facendomi finire ancora una volta nel mezzo.

Che ne pensate di questo suo racconto?

COMMENTI