Ilaria Teolis si racconta dopo l’esperienza a ‘Temptation Island’: dal rapporto con Massimo Colantoni al suo pensiero sulla single Elena Cianni fino al legame con Javier Martinez. E a proposito del momento peggiore vissuto nel programma…

Stefania 2 Agosto, 2019

Ilaria Teolis

Ilaria Teolis ha detto addio a Massimo Colantoni, in seguito alla loro esperienza a Temptation Island 6. Anche a distanza di un mese ha confermato la decisione di interrompere la loro relazione durante il falò finale (QUI tutti i dettagli).

Non è stato semplice per lei, ma ha saputo trovare la forza di scegliere ciò che è più giusto per lei. E contattata da Uomini e Donne Magazine, ha ribadito proprio questo: “Non so neanche come abbia fatto, essendo così debole, ad affrontare un’esperienza così forte. Forse è perché, sotto sotto, debole non sono. Ci sono giorni in cui cedo e piango per ore, ma poi mi rialzo da sola, perché è bello sentirsi forti senza contare su nessuno”.

Prima di approdare sull’isola delle tentazioni, sperava che il suo fidanzato maturasse e si dichiarasse pronto a fare un passo in avanti nella loro storia d’amore. Adesso, però, quella cambiata è proprio lei.

Vedo un Massimo cresciuto sotto alcuni punti di vista. Forse questa esperienza è servita anche a lui per apprezzare delle cose che di solito si danno per scontate. A volte uno stupido videogioco può portare a far discutere due persone innamorate, e a casa nostra le litigate di certo non mancavano. Forse è il solito Massimo, ma ora mi rendo conto che se abbiamo una discussione riesce a portarla a termine. Strano ma vero, adesso riesce anche a chiedere scusa.

Il romano si è prima approcciato alla single Federica Lepanto, per poi metterla da parte per approfondire la conoscenza di Elena Cianni, alla quale si è avvicinato pericolosamente, facendo perdere le staffe alla sua ex compagna.

Non posso chiamarla rabbia, assolutamente. Più che sofferenza, provavo fastidio nel vedere il mio uomo tra le braccia di un’altra. Vederlo aprire così tanto con lei mi ha fatto davvero male. Massimo è buono sotto tanti punti di vista e, appena vede una persona che lo ascolta, di certo non la lascia andare via.

La 24enne ha svelato qual è stato il momento più duro all’interno del villaggio.

Arrivata a metà percorso mi sono sentita persa, non volevo più stare nel villaggio e volevo chiudere la relazione con Massimo. Poi, però, mi sono detto che, per la prima volta nella mia vita, dovevo pensare a me stessa. Ho iniziato a conoscermi meglio, a dare un nuovo peso alle parole e ai fatti. Una delle prime cose che ho fatto quando sono arrivata all’interno del villaggio è stata scrivere “Ti amo” sullo specchio. Poi, tanti atteggiamenti mi hanno portato a cancellarlo, non perché non lo amassi più, ma perché mi sono resa conto che gli stavo dando troppa importanza e che per l’ennesima volta non pensavo a me. Se in quel momento avessi potuto parlare con lui, lo avrei guardato negli occhi, a me basta quello, forse sono l’unica che lo conosce veramente e gli occhi di una persona non mentono mai. Ci avrei parlato – ho capito che litigare non serve a nulla -, gli avrei chiesto se era davvero necessario spingersi al limite per capire che mi amava; ma forse lui aveva intrapreso quella strada per avere risposte. Rispetto, ma non condivido. Non so se lo avrei abbracciato, forse per la troppa delusione non lo avrei fatto subito, ma conoscendomi so bene che avrei ceduto, prima o poi.

Nel suo viaggio nei sentimenti è incappata in Javier Martinez, il pallavolista argentino che ha stregato lei e il pubblico femminile della trasmissione.

Javier è speciale. Quel ragazzo, anzi uomo, ti trafigge con lo sguardo. Ha gli occhi di chi ha vissuto veramente un qualcosa e sa cosa vuole dalla vita. Era sempre molto silenzioso, quel genere di persona che, a detta mia, ha un mondo da raccontare. Parlava quando doveva e mai a caso. Quando apriva bocca, tutti lo ascoltavano e la prima sono io.

Messi a confronto, rivela le caratteristiche sia del tentatore che del Colantoni.

Javier sa ascoltare, sa capirti come nessun altro ti fa sentire protetta, ti fa sentire importante per lui anche se gli porti un semplice caffè. Ti capisce con pochi gesti, ma non devi assolutamente deluderlo, sarebbe capace di troncare qualunque rapporto. Massimo, a differenza sua, è molto affettuoso, ma con me non ha mai avuto molta pazienza, forse anche per colpa mia. Io però non ho mai chiesto chissà cosa: solo di essere ascoltata, è quello che chiedevo in continuazione a Massimo.  Lui e Javier sono il giorno e la notte: entrambi affascinanti, ma è impossibile paragonarli.

Non è mai andata oltre con Javier perché è consapevole che nel villaggio può sembrare tutto una favola, ma è nella vita di tutti i giorni che si comprendono davvero le cose.

Non posso dire che Javier sia stato un amico, ma neanche un nuovo amore. Sono stata sempre sincera con lui: nel momento in cui mi fossi innamorata, avrei chiesto un falò di confronto per uscire con lui… a patto che fossi corrisposta! Gli ho detto che lo avrei cercato fuori, perché avevo la curiosità di conoscerlo meglio, si sa dentro al villaggio è tutto una favola. La vita quotidiana è un’altra cosa ed è lì che si può conoscere veramente una persona. Non mi pento di nulla del mio percorso con lui. […] Vorrei ringraziarlo per avermi supportata e sopportata. Alla fine gli ho detto: “Sei la persona più bella che io abbia mai conosciuto in tutta la mia vita”, ed è la verità! Ce ne fossero di uomini come lui al mondo! Mi ripeteva che in una relazione ci vuole costanza, forse quella che proprio a me e a Massimo mancava da tempo. La curiosità di scoprire Javier com’è al di fuori c’è, l’ho sempre detto. Non è misterioso come tanti pensano, è un libro aperto e io ho avuto l’onore di conoscerlo. Eravamo sempre gli ultimi ad andare a letto perché ci piaceva parlare di tutto, ridevamo di quello che succedeva durante la giornata. Non c’è niente di più bello che rivivere le emozioni provate con una persona come Javier… ma lui, questo, già lo sa.

Appena è ritornata dalla Sardegna, si è circondata dell’affetto dei suoi familiari, che le sono mancati tantissimi in quei giorni, e da loro si è sempre sentita supportata. Anche se a differenza di quanto sostiene il suo ex, loro non si sono mai intromessi nelle decisioni della figlia.

La mia famiglia non si permette di mettersi in mezzo, al contrario di quello che può pensare Massimo. Sarei bugiarda a dire che non commentano la puntata, ma io ascolto solo me stessa. Mi sono stancata di sentire il giudizio delle persone, sono io che gestisco la mia vita nel bene e nel male. Se la gente mi ama, mi segue, altrimenti “Arrivederci, è stato un piacere”. Non so se i miei vorranno avere un confronto con Massimo. Io faccio quello che mi dice la testa e il cuore.

Si è creata una bella chimica anche con le altre fidanzate, che come lei hanno visto naufragare le loro relazioni. In particolare, ha stretto un bel rapporto con Nunzia Sansone e Katia Fanelli, rispettivamente ex di Arcangelo Bianco e di Vittorio Collina.

Ho trovato delle amiche vere, ho trovato una sorella che si chiama Nunzia, che diceva costantemente che meritavo di più, mentre la mia “tata”, Cristina, diceva che dovevo amare me stessa. Con me sono state davvero sincere. Sono fortunata ad averle trovate, mi hanno aiutata nei momenti bui. C’era chi mi strappava una risata e chi piangeva con me, ma ci sono state sempre senza neanche doverle chiamare. Sento le ragazze tutti i giorni e vedo Nunzia e Katia. Non si direbbe ma parliamo la stessa lingua. Siamo diverse, ma ci compensiamo in ogni modo. Con loro non mi sento giudicata, mi sento l’Ilaria che può fare qualunque cosa, perché tanto mi appoggeranno sempre. E’ chiaro che le amiche vere le riconosci con il tempo, ma per me il legame che si è instaurato tra di noi è già indelebile.

Alla single Elena non sente di dover dire niente, non è lei la responsabile della rottura con il suo fidanzato.

Non la conosco e non mi sento di giudicarla. Non l’ho mai trovata finta, la vedevo felice con Massimo, lo ha sempre detto anche lei. Non credo che mi abbia mancato di rispetto, era lui che cercava lei, non posso fargliene una colpa. Purtroppo, nella vita, bisogna prendere coscienza della realtà. Mi dispiace dirlo, ma io quella ragazza neanche la vedevo. Mi interessa poco di lei, ho sempre guardato Massimo. Lei o un’altra non mi faceva differenza. La persona che avrebbe dovuto fermarsi è Massimo, non lei. Ovviamente ero gelosa, si è visto, ma a dir la verità non ho sentito grandi discorsi di vita tra loro due. Non so, forse erano contenti così. Io mi sono guardata allo specchio e credo che dopo la bellezza che, parliamoci chiaro, dopo un po’ stanca, occorra avere testa. E io credo di averla. Forse sono presuntuosa a dirlo, ma per una volta voglio elogiarmi.

Come ha raccontato nello speciale di martedì, non è stato facile portar via le sue cose dalla casa in cui viveva con Massimo, ma la delusione nei suoi confronti è stata troppo forte.

In cosa mi ha deluso di più? Nelle parole. Dire che non vedeva più bella la sua donna è stata una coltellata in mezzo alla schiena. Non si tratta di aspetto fisico: io devo piacere al mio uomo, non a tutto il mondo! Ed è proprio nel momento in cui l’uomo che ami fa queste esternazioni che ti senti delusa, ferita, amareggiata. Ho sento frasi come “il desiderio con lei è calato”, e mi sono sentita persa, non ho capito più nulla. Per quanto riguarda i fatti… forse non c’è più niente da capire. Hanno fatto fin troppo discutere.

E voi cosa ne pensate?

COMMENTI