‘Trono over’, Ida Platano commenta la “relazione” tra la sua amica Gemma Galgani e il ventiseienne Nicola Vivarelli

Martina 29 Maggio, 2020

Ida Platano - Gemma Galgani - Sirius

Sta facendo molto discutere l’ultima conoscenza di Gemma Galgani a Uomini e Donne. Nelle ultime settimane è, infatti, sceso alla corte della dama torinese, il giovane Sirius, al secolo Nicola Vivarelli, che a soli 26 anni dice di aver completamento perso la testa per la protagonista del Trono Over e sembra pronto a tutto pur di conquistarla.

Ovviamente, la grande differenza d’età che c’è tra Nicola e Gemma sta facendo storcere il naso agli opinionisti in studio e al pubblico a casa, che non credono assolutamente alla buona fede di Vivarelli, accusato soprattutto di essere in cerca di visibilità.

Chi, invece, sembra dare una possibilità a questa liaison è Ida Platano, ex dama del parterre del Trono Over e grande amica di Gemma, che a Uomini e Donne magazine ha raccontato come la differenza di età al giorno d’oggi non dovrebbe più essere un problema:

Sono fermamente convinta che nel 2020 ognuno sia libero di fare ciò che vuole e agire come meglio crede, l’importante – soprattutto quando si parla di sentimenti come nel caso di Gemma e Nicola – è che lo si faccia per la propria felicità. Non so cosa avrei fatto al posto della mia amica Gemma, ma comunque credo che nulla si possa giudicare se non si vive in prima persona. In ogni caso non penso che la differenza di età con un uomo molto più giovane di me mi spaventerebbe e, se fossi interessata come lo è Gemma, approfondirei la conoscenza per poi tirare le somme e capire se il ragazzo in questione sia o meno la persona giusta per me. Di certo avere un giovane corteggiatore mi lusingherebbe, questo sì.

E ancora ha proseguito:

Di critiche a Gemma e Nicola ce ne sono state tante, ma questo perché è sempre facile lanciare giudizi verso gli altri senza sapere niente della loro vita o dei loro sentimenti. Abbiamo troppe “convenzioni sociali” sulle quali ci soffermiamo: se fosse successo a parti inverse – ossia se fosse stata una ragazza di ventisei anni a infatuarsi di un uomo di settanta – di sicuro non ci sarebbero state cosi tante polemiche. Personalmente io non trovo strano vedere insieme Gemma e Nicola dallo schermo della televisione e, anzi, da spettatrice oltre che da grande amica di Gemma mi rende felice vederli star bene. Ho sempre incoraggiato Gemma proprio perché non si può mai giudicare una persona senza conoscerla; io Nicola non lo conosco, ma quando sento la mia amica al telefono percepisco la sua serenità e per me la sua felicità viene prima di tutto. Guardando Nicola, inoltre, vedo in lui sincerità e un coinvolgimento emotivo vero, vedo che è interessato non solo all’esteriorità di Gemma ma prima di tutto alla sua personalità, a ciò che di bello ha dentro di sé, e per me non esiste cosa più importante.

Cosa ne pensate delle sue parole? Siete d’accordo con lei?

COMMENTI