‘Uomini e Donne’, Beatrice Buonocore e Chiara Rabbi rivelano cosa non sopportano l’una dell’altra

Titta 31 Ottobre, 2020

Beatrice Buonocore - Chiara Rabbi

È ormai palese che la preferenza di Davide Donadei sia ristretta a poche corteggiatrici: nelle ultime puntate di Uomini e Donne che hanno visto al centro dello studio il tronista, infatti, hanno mostrato il giovane conteso da Beatrice Buonocore e Chiara Rabbi, le due corteggiatrici che attualmente sembrano averlo coinvolto maggiormente.

Raggiunte da Uomini e Donne Magazine entrambe le ragazze hanno espresso il loro punto di vista sull’antagonista, a partire da cosa non apprezzano dell’altra. Beatrice con un pizzico di ironia, non ha perso la pacatezza che l’ha contraddistinta anche in puntata:

A parte il fatto che corteggi lo stesso ragazzo che piace a me?! A volte non mi va giù che in certe occasioni si comporti da amica con me, anche se probabilmente è in buona fede.

Chiara, invece, ha voluto dare alla giovane di Forlì un consiglio:

Credo che debba tirare più fuori il suo carattere. Dovrebbe prendere posizione in maniera più chiara e prendere in mano le cose. A volte – e lo so per esperienza personale perché mi rispecchio in lei – le persone buone passano anche da tonte, perché restano immobili in attesa che gli altri le capiscano. L’unica differenza tra me e lei è che essendo un po’ più grande ho quel pizzico di esperienza in più che mi permette probabilmente di percepire meglio certe cose. Beatrice dovrebbe svegliarsi di più e rimettere Davide al suo posto quando serve.

Entrambe, però, hanno dichiarato di ammirare dell’altra la stessa qualità, prima la Buonocore:

La sua semplicità. La vedo simile a me sotto molti punti di vista. Oggettivamente penso sia una brava ragazza a prescindere dal fatto che sia in studio per la stessa persona che piace a me. È una persona con cui probabilmente si può avere un confronto. E poi è una bella ragazza e ha un bel sorriso.

E poi la sua rivale, che ha voluto sottolineare un’altra caratteristica che le distingue:

La sua genuinità e spontaneità. Penso sia una bellissima ragazza dentro e fuori. Apprezzo anche il suo coraggio nel piangere davanti a tutti, mostrando le sue emozioni senza filtri. È qualcosa su cui io sono più frenata perché ho paura di essere fraintesa o ferita. Penso sia anche una ragazza intelligente.

L’interesse di entrambe è indubbio e se Bea punta sulla sua semplicità:

Lui ha detto di cercare una ragazza semplice, tranquilla, che non lo faccia dannare e io penso che la mia sensibilità e semplicità rispecchino ciò che vuole. Non so se sarò la persona giusta – è troppo difficile dirlo – ma finché ci crederò lotterò fino alla fine.

La Rabbi ha dichiarato di sentirsi perfetta per completare Davide:

Lo percepisco da dentro. Penso potremmo completarci: io cerco una persona passionale, con cui ridere, condividere la quotidianità e a cui dare serenità, le stesse cose di cui ha voglia lui. E poi anche la mia famiglia sarebbe pronta ad accoglierlo se dovesse comportarsi bene.

E voi chi preferite tra le due?

COMMENTI