‘Uomini e Donne’, Daniele Dal Moro svela quale corteggiatrice lo ha colpito di più! E a proposito dei suoi colleghi di trono…

Luana 17 Marzo, 2020

Trono classico - Daniele Dal Moro

Il percorso di Daniele Dal Moro negli studi di Uomini e Donne è iniziato ormai da un po’ di tempo e nelle ultime puntate – come abbiamo avuto modo di vedere – ha dimostrato di avere le idee molto chiare in merito a quello che sta cercando e ha fatto valere le sue ragioni e i suoi pensieri anche scontrandosi con i suoi compagni di viaggio che non sembrano apprezzare particolarmente il suo modo di mettere alla prova le sue corteggiatrici. Intervistato dal settimanale Uomini e Donne Magazine il tronista ha spiegato come sta vivendo il percorso nel dating show di Canale 5, anche alla luce degli ultimi avvenimenti che hanno colpito l’Italia a causa dell’emergenza del Coronavirus:

Sono contento di tutto quello che è stato il mio percorso fino a ora. Quando mi sono seduto sul trono non sapevo minimamente che cosa potesse succedere. Sto vivendo le cose per come vengono e mi sto trovando bene. Nonostante, soprattutto al Nord, la situazione sia critica per via dell’emergenza Coronavirus, che in questo momento mi sta creando qualche preoccupazione, sto cercando di vivere le giornate con serenità e con il sorriso. Le emozioni dentro di me sono andate cambiando: all’inizio c’era tanta curiosità, ma anche tanti dubbi su come affrontare le cose. Oggi tutti i pensieri hanno lasciato spazio alla voglia di fare bene e alla speranza di trovare l’amore.

Durante le ultime registrazioni abbiamo assistito a degli scontri tra Daniele e gli altri tronisti e a tal proposito ha rivelato chi tra i suoi compagni di viaggio Carlo Pietropoli, Sara Shaimi e Giovanna Abate sente più distante dal suo modo di essere:

Sicuramente Carlo. Mentre sia con Sara sia con Giovanna, al di là degli attriti, trovo delle similitudini, con lui continuo a non condividere né i modi di pensare né di agire. Non mi rispecchio affatto in lui e non mi ritrovo in nulla di ciò che dice.

Anche la tronista Giovanna ha spesso manifestato disappunto per le scelte di Daniele e a riguardo ha dichiarato che in realtà è concentrato solo sul suo percorso e non su chi ha a fianco:

Premetto che sono in quello studio per guardare al mio percorso e non mi concentro molto su chi ho di fianco. Proprio per questo non ho ancora un’opinione ben definita su di lei. Non mi sento di conoscerla a sufficienza per formulare un mio giudizio. Prima di emettere sentenze mi piace provare a capire chi ho davanti. Accetto che Giovanna possa reputare le mie scelte sbagliate: ognuno è libero di pensarla come preferisce, ma io faccio valutazioni differenti.

Mentre su chi lo critica per la sua modalità di conoscere le donne ha le idee molto chiare:

In tutta onestà non penso di usare alcun tipo di atteggiamento strano. Ognuno dà importanza a ciò che vuole, ma tutto ciò che conta è che penso di comportarmi sempre in modo rispettoso verso chiunque. Non capisco perché per gli altri sia un problema vedermi comportare in modo diverso da loro.

Riguardo invece a dove porterebbe per il primo appuntamento nella vita reale la ragazza che sta conoscendo e a cosa presterebbe attenzione durante l’incontro, Dal Moro ha confessato che la solarità e lo sguardo della persona che ha di fronte si rivelerebbero fondamentali:

Non ho un modus operandi prestabilito. Solitamente mi piace vivere il momento e cercare di programmare il meno possibile. Mi affido molto alla situazione e sulla base della scia degli eventi e del legame che si instaura a primo impatto agisco di conseguenza. […] Ai modi di fare, alla solarità, ma soprattutto allo sguardo della persona che ho di fronte.

Il tronista ha inoltre dichiarato di dare molto valore al primo bacio:

Mi piace dargli valore: se bacio una persona è perché provo un interesse reale per lei. Poi, so che è pur sempre un bacio, per cui ciò non significa che cerco un contatto solo quando sono innamorato o provo dei sentimenti spiazzanti. Non sono mai stato uno che dispensa baci: se lo faccio è perché do credito alla persona e al momento.

Tra tutte le corteggiatrici che fino ad ora ha avuto modo di conoscere, il percorso con Angelica Di Lagno è stato quello più lineare e alle pagine del settimanale ha spiegato con l’ha colpito maggiormente di lei:

Tra tutte le ragazze che ho conosciuto, non ho paura di dire che lei è stata quella che mi è arrivata di più per la sua reale essenza. Nonostante il dialogo non sia la parte più preponderante, ogni volta mi dà l’impressione di essere una persona molto trasparente. Percepisco il suo interesse vero e sincero e questo mi permette di lasciarmi andare e mi rende felice. Il percorso impone che non ci si possa sentire o vedere quando se ne ha voglia e sto scoprendo che tutto questo, da un lato, non fa che amplificare le emozioni e l’interesse.

Daniele ha partecipato alla sedicesima edizione del Grande Fratello e ha rivelato che tipo di percorso introspettivo sta facendo attualmente rispetto a quello del Gf:

Sono due esperienze molto diverse, nonostante il fatto stesso di essere sotto le telecamere ti metta ugualmente nella condizione di sentirti esposto, rendendo tutto più difficile. Quella che sto facendo adesso è un’esperienza unica, dove tutte le attenzioni sono concentrate sulla mia sfera emotiva.

E a proposito di come la sua famiglia sta commentando la sua avventura negli studi di Uomini e Donne:

In realtà è un argomento di cui non mi sento di aver parlato molto, perché solitamente preferisco affrontarlo in conoscenze più avanzate. Il rapporto con i miei genitori è cambiato tanto in questi anni; loro sono sempre felici di ogni mia scelta e cercano di appoggiarmi come possono. Anche in quest’esperienza si augurano che io faccia tutto bene.

Nonostante sia ancora prematuro Daniele ha infine provato ad immaginare come potrebbe essere il giorno della scelta:

Le idee sono ancora tanto confuse se penso a quel momento. Per ora è sicuramente un epilogo distante e poi non sono, di natura, una persona che fantastica molto. Ho sempre i piedi ben piantati a terra. Mi auguro solo che sia bello, vero, sentito, ma soprattutto che resti come un ricordo indelebile e rappresenti l’inizio di qualcosa di molto importante.

E voi cosa ne pensate delle sue parole?

COMMENTI