‘Uomini e Donne’, Giovanni Cuocci lancia un messaggio a Mara Fasone: “Vivimi e lasciati andare, perché ho le chiavi giuste”. E a proposito di Andrea Dal Corso…

Stefania 6 Ottobre, 2018

Trono classico - Giovanni

Giovanni Cuocci è il bel farmacista su cui si sono interamente concentrate le attenzioni della tronista siciliana Mara Fasone, fino all’arrivo dell’ex tentatore Andrea Dal Corso, reduce dalla conoscenza con Martina Sebastiani, che ha catturato la sua attenzione nel reality show estivo Temptation Island.

Ad Uomini e Donne Magazine ha rivelato in esclusiva il “segreto” della loro sorprendente complicità, visto che Mara si è mostrata fin da subito molto selettiva verso i suoi pretendenti, attirando su di sé molte critiche per le sue esternazioni, talvolta fraintese.

Diciamo che si è creato immediatamente del feeling. Nel primo incontro su Witty tv era evidente che il mio interesse fosse su di lei: le mie domande erano tutte per Mara. Le ho chiesto se si ritenesse una persona capace di chiedere scusa e di fare un passo indietro se necessario: due cose che in passato sono venute a mancare nella compagna che avevo a fianco e che oggi per me contano moltissimo. Credo l’abbia colpita il mio essere deciso. Esteticamente l’impatto è stato immediato: ho pensato che fosse bellissima. Poi conoscendoci in esterna ho notato che siamo anche sulla stessa lunghezza d’onda: siamo entrambi molto diretti e selettivi.

Alla domanda sul perché ha deciso di approdare nel dating show di Maria De Filippi, ha rivelato che sono state le sue colleghe a convincerlo.

Sono state le mie colleghe in farmacia a farmi riflettere su questa opportunità. Sono loro ad aver aver inviato la mia iscrizione al programma. Hanno pensato che fosse una bella occasione per sbloccarmi, visto che è già da diverso tempo che fatico a trovare la persona giusta. Così come Mara, anch’io non mi lascio andare con qualunque ragazza. I miei amici mi prendono in giro perché dicono che ho standard troppo alti. La verità è semplicemente che cerco la donna giusta: quella per cui ne valga la pena. Nella mia vita ho avuto un’unica relazione importante durata 5 anni e finita nel 2015. E’ stato difficile interrompere quella storia, ma quando mi sono accorto di non condividere con lei le piccole cose della vita ho preso  il coraggio per finirla. Oggi cerco un rapporto in cui non manchino sincerità, fiducia e rispetto.

Si definisce un po’ permaloso e molto testardo, a volte parla troppo, però ama scoprirsi e dare modo all’altra persona di scoprirsi. Il suo sogno è quello di formare una famiglia con la persona che ama.

Credo molto nel matrimonio e alla mia età non è un pensiero così lontano. Sono abituato a vivere la realtà familiare e ci tengo molto. Io e mia sorella, per esempio, abbiamo un bellissimo legame: è lei che, in qualità di personal trainer, si occupa del mio fisico da quando ho lasciato il calcio. Ho giocato nella serie D, ma poi ho smesso: non era la mia strada e non mi piaceva l’ambiente. Mi manca lo spogliatoio e quel senso di squadra che si crea con i compagni, ma dopo 13 anni sul campo avevo voglia di altro. Lavorare in farmacia oggi è la mia passione: non la considero una professione. Mi piace l’idea di aiutare gli altri. Mi fa stare bene.

Secondo lui, il pubblico non è riuscito a comprendere veramente chi è Mara.

In esterna è una persona assolutamente piacevole, va solo presa per il verso giusto. Non è una donna dura, semplicemente sa bene ciò che vuole e se non viene attaccata non attacca. C’è chi preferisce una dolce bugia a una triste verità, ma questo non è il suo caso. Abbattere la sua corazza non sarà una missione semplice, ma ho già capito che sotto c’è qualcosa di prezioso.

Giovanni non è affatto timoroso del confronto con Andrea Dal Corso, sicuro delle sensazioni provate con la Fasone.

Non mi intimorisce per il momento. Faccio più affidamento sulla qualità del tempo che abbiamo trascorso insieme io e lei. Rispetto ad Andrea mi vedo più spontaneo, coinvolgente, ma forse è troppo presto per parlare. Sicuramente sotto i riflettori sarà più a suo agio di me, io giocherò tutte le mie carte, ma senza alcuna strategia.

Un sassolino nella scarpa che intende togliersi è legato al fattore economico, al centro dell’attenzione nelle ultime puntate.

In puntata si è parlato dell’importanza dell’aspetto economico in una relazione. Ecco, io su questo sono categorico: se dovessi pensare di avere vicino una persona che cerca questo da me, sarei il primo ad alzarmi e ad andare via.

Per la Fasone, invece, ha un chiaro messaggio:

Vivimi e lasciati andare, perché ho le chiavi giuste.

Eccovi una mini gallery del corteggiatore:

Che ne pensate? Vi piace Giovanni?

COMMENTI