‘Uomini e Donne’, le emozioni di Giulia Cavaglià ad un passo dalla scelta!

Stefania 31 Maggio, 2019

Trono classico - Giulia Cavaglià

Giulia Cavaglià è l’ultima a dover fare la sua scelta e a chiudere la seconda parte di stagione di Uomini e Donne: chi diventerà il suo fidanzato tra Giulio Raselli e Manuel Galiano?

A Uomini e Donne Magazine ha raccontato le sue emozioni ad un passo dalla fine del suo percorso nel dating show, che l’ha vista prima corteggiatrice di Lorenzo Riccardi, che le ha preferito Claudia Dionigi, e poi come tronista. Per la seconda volta, la torinese si trova ad affrontare questo passaggio, anche se stavolta in una veste diversa, stavolta sarà lei a dover dire ai suoi pretendenti quali sono le sue intenzioni per il futuro.

Sono arrivata alla fine con tante emozioni contrastanti. Se da un lato mi sento euforica, perché non vedo l’ora che si concretizzi quello che finora ho solo immaginato nella mia testa, dall’altro c’è la paura di ritrovarsi a fare i conti con una realtà diversa da quella che spero e attendo. Le sensazioni che sento, però, sono positive e, comunque vada, anche se dovesse arrivare un ”no”, Io affronterò con la consapevolezza di essermi vissuta appieno questo percorso. Mi guardo indietro e ho una valigia di ricordi. Mi torna in mente il momento in cui mi hanno dato il trono: in assoluto il ricordo più bello, non tanto per la poltrona in sé, ma per quello che significava. Ti trovi lì davanti e in quel momento ti rendi conto che Maria ti sta dando un’opportunità pazzesca, più unica che rara, nonostante tutte le difficoltà dell’esperienza precedente, tra critiche e attacchi, dove ho pagato il prezzo della mia verità. Lì ho capito di essere riuscita a farmi comprendere da chi mi viveva davvero all’interno del programma. Hanno creduto in me ed è stata un’iniezione di autostima grandissima.

Ha poi continuato la sua lettera menzionando i due ragazzi che fino all’ultimo istante l’hanno resa indecisa, che non dimenticherà molto facilmente.

Da quel momento in poi si sono susseguite una serie di emozioni incredibili, culminate qualche giorno fa all’interno della villa: il momento più difficile. Sono arrivata alla fine di questa avventura con due persone meravigliose, di grande valore, e viverli entrambi nella quotidianità all’inizio mi ha confusa ancora di più. Provo affetto sia per Manuel sia per Giulio, quindi stare lì e sapere che i miei gesti li avrebbero fatti soffrire non è stato facile. In questi giorni, nonostante tutto, ho avuto modo di pensare tanto e mi sono resa conto che, pur avendo sentito una forte gelosia per entrambi, la pancia mi spinge da una parte ben precisa. Mi sono guardata dentro ed è diventato chiaro di cosa ho bisogno ora e per il futuro.

La sua avventura l’ha segnata moltissimo e non smetterà mai di ringraziare Maria De Filippi e il suo staff per l’opportunità che le hanno concesso.

Questo percorso è prima di ogni cosa un viaggio dentro se stessi. Rifarei tutto da capo. I miei genitori, quando partecipai per la prima volta come corteggiatrice, erano spaventati dall’impatto che avrebbe potuto avere tutto questo su di me. Oggi, invece, sono felici che io abbia fatto questa esperienza, perché mi ha fatto maturare come persona. Quando ti ritrovi a guardare in faccia la realtà, a dover fare i conti con le critiche e i giudizi della gente, sei di fronte a uno specchio che obbligatoriamente ti porta ad analizzarti. Io mi sono messa in discussione in un modo che mai avrei pensato. Credo di essere cresciuta, di aver capito cose di me che diversamente non avrei mai scoperto e di aver affrontato i miei limiti. Pur essendo una ragazza sicura, mi sono resa conto che smussare degli angoli del mio carattere mi avrebbe fatto bene. Chi mi ama è contento di vedermi felice e questa è la cosa più importante. Sto per scrivere le pagine finali di questa avventura e già mi mancano tutte le persone che ho conosciuto in questi studi. Entri a far parte di un gruppo meraviglioso che, seppur non con la stessa frequenza di questi mesi, sono sicura di continuare a sentire. È impagabile sapere di avere costantemente supporto da tutte queste persone, che rappresentano un punto di riferimento per non perdersi mai. Nella mia vita di tutti i giorni mi mancherà avere una persona come Alessia che ti chiede come stai e ti ascolta, senza farti mai avere paura di essere giudicata. E ora che è il momento dei saluti, il mio grazie finale va a tutti loro.

E voi cosa ne pensate?

COMMENTI