‘Uomini e Donne’, Tina Cipollari si confida: dalla rivalità con Gemma Galgani al suo ruolo di mamma. E rivela qual è il suo sogno più grande!

Stefania 27 Maggio, 2019

Trono over - Tina Cipollari

Tina Cipollari rappresenta uno dei volti storici di Uomini e Donne! Da anni nel programma, ha fatto breccia nel cuore dei telespettatori che la seguono in ogni passaggio della sua carriera, che ha scelto di ripercorrere sulle pagine dell’ultimo numero di Uomini e Donne Magazine.

Prima ancora di diventare l’opinionista, è stata una corteggiatrice nel dating show e in questa veste ha mostrato per la prima – e unica – volta un lato di sé più fragile, e non il solito temperamento a cui siamo abituati. Ci rimase molto male quando il tronista che le piaceva le preferì la sua rivale, tanto da ridurle in lacrime per la delusione. Ad oggi, però, la donna ha ridimensionato quel gesto.

Allora, non furono lacrime d’amore perché tra noi non c’era stato niente se non una semplice conoscenza nello studio. Furono lacrime di rabbia perché io pensavo di avergli dimostrato tanto, avevo fatto tanto per lui e invece non ero stata apprezzata. Rimasi veramente delusa perché fra tutte le corteggiatrici io ero quella che, anche se in maniera molto ironica e giocosa, aveva dimostrato di più. Ma dopo anni ho avuto la mia soddisfazione: ci siamo rincontrati per caso e lui mi ha confessato che si era amaramente pentito di non avermi scelta. Nel corso degli anni aveva avuto modo di conoscere quella Tina che all’epoca aveva probabilmente snobbato.

Questo non significa che quel lato più emotivo e sensibile non esiste.

Sono una donna che scherza, che fa dell’ironia, ma credo di essere anche una persona di spessore. In trasmissione si discute spesso di sentimenti, c’è una dama che parla tanto di emozioni… le emozioni le provo anche io, ma quando c’è motivo di provarle, non per far presa sul pubblico come fa lei.

Tutti si chiedono che tipo di vita svolga o che mamma è – Tina è mamma di tre giovani ragazzi, nati dal matrimonio con Kikò Nalli, attualmente impegnato come concorrente del Grande Fratello 16 – e ha deciso di rivelarlo nel corso di questa intervista.

Mi alzo sempre alle sei del mattino sia nei giorni di registrazione del programma sia nei giorni in cui sono a casa. Ho tre figli e ovviamente bisogna portarli a scuola, prepararli… anche io mi preparo, prima di loro così quando si svegliano io già sono pronta, vestita e sistemata. Di solito registriamo due volte a settimana, una per i senior e una per il Trono Classico. Dopo aver accompagnato i bambini a scuola torno a casa, sistemo alcune cose, poi vado agli studi televisivi. Mi preparo, mi trucco, provo l’abito che indosserò. Tutto questo mi porta via circa tre ore, poi pranzo. Arrivano dei pasti sigillati che mangio in camerino. Finito di mangiare, faccio gli ultimi ritocchi, mi vesto e vado in studio. E lì registriamo per due – tre ore o più, dipende dalla puntata. Finiamo sempre nel tardo pomeriggio, a quel punto mi ricambio e torno a casa dai miei bambini. Sono una madre molto apprensiva specialmente quando sono al lavoro, quando non sono io lì in casa con loro: non posso vigilare e tenere sotto controllo la situazione e per questo mi agito molto. I miei figli sono nel pieno dell’adolescenza, il periodo più difficile per noi mamme, penso per tutte. Mattias, il più grande, da poco ha la microcar e sa che appena arriva a scuola deve chiamarmi. Lui spesso se ne dimentica e allora chiamo io e se trovo il telefono spento mi prende l’ansia, vado nel pallone! Allora chiamo la scuola, la preside… chiaramente devo frenare questa mia attitudine, altrimenti lui mi rimprovera. Ma è difficile. Sono sempre in ansia quando escono. Sono stata una di quelle mamme che, quando i figli vanno in gita, si presentano in albergo per fare il sopralluogo e, se scoprono che i figli sono stati sistemati in una stanza al terzo o quarto piano, chiedono di spostarli per paura che si affaccino al balcone. Non dimenticherò mai quella volta che sono andati in gita vicino Napoli e io con la mia auto ho seguito l’autobus fino a Cassino perché non mi ispirava fiducia. Sono anche una mamma che sa ascoltare, so essere anche un’amica. Mi raccontano tutto. Francesco e Gianluca sono più piccoli e ovviamente non hanno ancora il problema delle prime cotte – comunque sarà a breve anche per loro, se non sarà l’estate sarà l’inverno, ma Mattias… Lui è uno che dice tutto sinceramente, almeno credo. Mi dice con chi esce, con chi sta, dove va, mi parla dei primi innamoramenti…

Ed ha aggiunto:

I primi tre figli li volevo maschi e così è stato. Se avessi avuto le possibilità di avere un altro figlio, avrei preferito una femminuccia anche per mettermi alla prova in un rapporto tra mamma e figlia. Sono molto legata alla mia famiglia. La domenica è sacra: a pranzo ci si riunisce tutti, si cucinano e si mangiano quei piatti che durante la settimana per mancanza di tempo non è possibile preparare come i cannelloni, le lasagne… Adoro tutte le feste comandate. A Pasqua faccio il giro delle sette chiese con le mie sorelle. La domenica di Risurrezione vado in chiesa alle sei del mattino, poi rientro e la tavola è già apparecchiata a festa. Ho un ottimo rapporto anche con mia cognata, la moglie di mio fratello. Tradizione e famiglia sono le cose più vere di una persona. E’ un sogno per me tornare in campagna, nella casa di famiglia dove io, le mie sorelle e mio fratello abbiamo vissuto, che ho momentaneamente lasciato per crescere i miei figli a Roma. Ma la adoro e mi manca tantissimo. A breve tornerò lì. I ragazzi ormai sono diventati grandi, possono spostarsi da soli e sarà tutto più semplice.

Non si poteva non chiedere alla Cipollari della bravata ai danni di Gemma Galgani di qualche settimana fa, quando le ha gettato una secchiata d’acqua in testa, gesto per il quale ha ricevuto molte critiche.

Le assicuro che anche Gemma è molto dispettosa. Evidentemente il pubblico a casa non vede quello che lei mi fa. Durante la puntata mi fa sempre dei gesti quando sa di non essere inquadrata: lei conosce le telecamere meglio di me, le ha studiate tutte. Io vado a braccio, non sto a preoccuparmi se la telecamera è puntata su di me o no. Lei, invece, è una che osserva molto e proprio quando non viene ripresa approfitta per farmi pernacchie e altri gesti simili, mi guarda con disgusto e mi parla continuamente sopra. Se io intervengo per commentare qualcosa, cerca di zittirmi, ovviamente la sua voce non si sente perché lei in quel momento ha il microfono spento e la telecamera non è su di lei… e dunque visto che questa cosa l’ho detta mille volte, ma non sono mai stata creduta, mi sono fatta giustizia da sola. Mi amano i bambini perché in me vedono un po’ un cartone animato. Gli adulti mi amano perché in me riconoscono una donna vera e spontanea, nel bene e nel male io mi metto sempre in gioco per quella che sono. Non ho mai finto di essere un’altra. Io, a costo di essere impopolare, a volte vado anche contro le regole. E non mi preoccupo di quello che dice la gente, preferisco essere me stessa, mostrarmi sempre per quella che sono e non per le persone. In me riconoscono una persona sincera e schietta che non prende in giro il pubblico. Poi certo c’è anche la simpatia, quella aiuta molto. Sono una donna anche carismatica, simpatica, che sa coinvolgere e si fa coinvolgere.

Tina ha sempre inseguito i suoi sogni e adesso ha soltanto un desiderio che vorrebbe vedere realizzato.

Tanti sogni li ho già realizzati. Sono diventata madre e questo era un mio sogno fin da ragazza, lo è sempre stato e si è avverato. Da bambina sognavo di viaggiare e crescendo ho fatto tanti viaggi, prima da single, dopo con i figli. Un sogno che ho oggi è quello di vedere tra qualche anno realizzati i miei figli. Sogno di vederli felici.

E voi cosa ne pensate?

COMMENTI