Valter Zara: “Per la morte di mio figlio Antonello alla fine non paga nessuno!”

Edicola Agosto 10, 2012

A quattro anni dalla morte dell’ex tronista di Uomini e Donne Antonello Zara, suo padre Valter si arrende: “Matteo Sgariboldi, il figlio di un imprenditore di Monza, allora ventenne, che correva contromano su un Bmw e ha ucciso mio figlio, ha avuto solo 231 euro di multa e il ritiro della patente per 18 mesi. I nostri legali avevano chiesto 4 milioni di danni, ma dopo quattro anni di denunce, battaglie e ricorsi e dopo che io e mia moglie siamo stati sottoposti a quattro perizie psichiatriche, e dopo aver speso 200.000 euro, abbiamo accettato di concludere per sfinimento per 800.000 euro. I poliziotti intervenuti dopo l’incidente hanno sottoposto all’alcol e al droga test solo mio figlio, che è risultato pulito, e non l’investitore! La nostra battaglia contro la giustizia è persa: vorrei vedere come si comporterebbero i giudici se fosse stato un loro figlio a morire! Mi sto battendo per far introdurre il reato di omicidio stradale e coi soldi del risarcimento regalerò un defibrillatore ad un ospedale”.

Fonte: Visto

COMMENTI