‘Grande Fratello’, la gatta morta Marina La Rosa svela come ha speso tutti i soldi guadagnati grazie al reality

Martina Luglio 24, 2018

Marina La Rosa è stata una delle protagoniste più discusse della prima edizione del Grande Fratello, e ancora oggi a distanza di anni in molti non si sono dimenticati delle sua avventure all’interno della Casa più spiata d’Italia.

Da tutti soprannominata ‘gatta morta’ per i suoi atteggiamenti particolarmente ammalianti nei confronti dei coinquilini maschi, oggi Marina è sposata con un avvocato, ed ha due figli. Intervistata dal Quotidiano.net, l’ex gieffina è tornata a parlare della sua esperienza nel reality show di Canale 5, non nascondendo di aver guadagnato molto in quel periodo ma di aver anche dilapidato tutto in breve tempo:

I soldi vanno via senza che tu te ne accorga. Compri una macchina, fai un viaggio, prendi una casa in affitto a un prezzo spropositato (5mila euro al mese per un appartamento in centro a Roma, ndr), poi fai un altro viaggio, magari affitti un aereo privato perché tanto ne guadagnerai ancora… Chiamiamola immaturità finanziaria. Come entravano così uscivano.

Eppure di serate, ospitate televisive ed eventi, Marina ne ha fatti a bizzeffe, anche se quei soldi – guadagnati solo per fare un autografo o una foto – sono sempre stati fonte di grande imbarazzo per lei:

Tornavo in albergo e non ero felice, perché quei soldi mi sembrava di averli rubati. Un sacco di soldi solo per fare un sorriso, firmare un autografo.

E a proposito di quel soprannome con cui ancora oggi viene spesso individuata, La Rosa ha dichiarato:

Non sapevo neanche cosa fosse una gatta morta. Quando sono uscita, da un lato mi ha fatto ridere il fatto che la gente non avesse altro da fare che criticare noi, dall’altra mi ha fatto male la facilità di giudizio, che poi è alla base dell’odio in tante relazioni. Credo che mi abbiano definita così perché mi spalmavo su tutti i divani della casa, appoggiavo la testa sulla spalla di uno, i piedi sull’altro… ma era quello che faccio sempre a casa con gli amici, con i familiari. E siccome lì nella Casa ero tra estranei – avevo solo vent’anni allora – ho cercato di ricostruire il clima familiare a cui ero abituata e che mi mancava.

Tanti i ricordi e le emozioni che si è portata con sé di quell’esperienza, una su tutte la stima e l’affetto che nutre ancora oggi per Pietro Taricone:

Era coltissimo. Si presentava al pubblico con tutti quei muscoli, ma in realtà amava moltissimo la filosofia. Dentro la Casa ci parlava di Nietzsche, di Hegel, faceva dei discorsi stupendi. Era capace di rapportarsi con tutti, dall’idraulico al professore della Sapienza. Era affamato di sapere.

Ma è rimasta in buoni rapporti anche con Lorenzo Battistello – con il quale si vocifera un breve flirt – e Sergio Volpini, il noto Ottusangolo bersagliato dagli amici della Gialappa’s:

Con Sergio siamo grandi amici. È tutt’altro che ottuso. Oggi fa una cosa fichissima: viaggia. Certo, lavora anche, ma soprattutto viaggia. È stato tre anni in Perù facendo import-export di prodotti italiani, adesso credo sia in Arabia Saudita. Quando passa da Roma ci vediamo. Lui è uno spirito libero, ama la natura, non poteva passare la vita al Conero. Anche con Lorenzo sono rimasta in contatto, ogni tanto ci mandiamo un messaggio. Ora lui è in Spagna, ha aperto un locale. Con lui ho condiviso un’esperienza che ci ha cambiato la vita, che ha mutato la nostra percezione della realtà. È stato come un tatuaggio: indelebile.

E voi cosa ne pensate di queste affermazioni dell’ex gieffina?

COMMENTI