Up&Down, spazio alla moda: Fabio Colloricchio

Eccoci all’appuntamento settimanale con la rubrica Up&Down curata dalla nostra blogghina Cristiana che esaminerà il look di un personaggio dello spettacolo, indicando una mise Up ed un outfit assolutamente ed inesorabilmente Down! A lei la parola:

Up&Down - Fabio Colloricchio

Premessa: questa rubrica non avrà il dono dell’obiettività. Questa rubrica sarà fortemente influenzata dal fattore ormonale di chi la scrive. Quando si parla di (e in particolar modo quando parla) Fabio Colloricchio, il mio fattore oggettivo è a farsi benedire insieme a quello di Tina Cipollari e di gran parte delle telespettatrici di Uomini e Donne. Io che se fossi sul trono manderei a casa tutti alla prima, minima segnalazione, a Fabio, dopo quella da lui ricevuta, avrei detto: siediti e stai tranquillissimo che non è successo assolutamente nulla, a Manfredi Ferlicchia che ti importuna ora ci penso io. L’argentino è per me l’equivalente maschile di Rama Lila Giustini, ossia il più bel corteggiatore di quest’anno e uno dei più belli in assoluto passati in quello studio. Faccio quindi un appello a Teresa Cilia: scegli Salvatore Di Carlo, è simpatico, gioviale, allegro, e chiaramente più interessato. Lasciaci Fabio e soprattutto lascia a Fabio ciò che è destinato ad essere suo: il trono. Con immutata stima, ed immensa gratitudine, Cristiana.

DOWN: Premettiamo che io me lo prenderei anche così. Ma solo lui. Perché se chiunque altro si presentasse con quei pantaloni, giuro che lo spedirei da dove è venuto in meno di cinque secondi. Mi è ancora ignoto il motivo per cui si indossi questo modello, spero almeno sia perché sono comodi. Altrimenti si rasenta la follia. Ma a Fabio stanno bene. Mi piace anche lo smanicato rosso. Gli passo anche il maglione informe grigio. E sì, anche la collana d’argento tamarrissima. VOTO: 10, l’avevo detto che questa rubrica non sarebbe stata oggettiva.

UP: Quando ho visto questa foto ho rischiato il collasso. Fabio, sbarbato, con il cappotto doppio petto nero, è troppo. Non ce la posso fare. Se lo avrei accettato anche con i pantaloni Scala Style, con il maglione informe, con i jeans strappati, con la collana, con il gilet con i cartoni animati disegnati, figuratevi così. Io prego che non si presenti mai in puntata con la camicia bianca e dei pantaloni con la tasca a filo. Perché potrebbe essere il giorno in cui la mia dignità va a fare compagnia alla mia oggettività. VOTO: 10, lo ribadisco qualora non fosse chiaro: #TeamColloricchio #PiùFabioPerTutte .