Gemma Galgani: “Giorgio Manetti mi ha tenuta sulla corda, ma ne è valsa la pena: vorrei vivere insieme a lui!”

Vero

Per tanti mesi la storia tra Gemma Galgani e Giorgio Manetti ha calamitato l’attenzione del pubblico. Adesso, l’ormai storica protagonista del Trono Over di Uomini e Donne fa il punto della situazione: “Nelle passate edizioni ho avuto delle storie che non sono andate a buon fine, ma non ho mai perso la speranza. Non volevo rinunciare al mio sogno e sapevo che presto o tardi la persona giusta sarebbe arrivata. Aspettavo fiduciosa che il destino mi regalasse una sorpresa e quel raggio di sole finalmente è arrivato. Ho trovato una ‘meravigliosa creatura’: George è una persona eccezionale. Inizialmente ho navigato in un mare in tempesta, ma sono riuscita a non perdere mai la bussola. Mi sono sentita dare dello zerbino, da chi non mi capisce ma io vado orgogliosa della mia scelta. Ovviamente non sono felice del fatto che in tv lui abbia voluto conoscere altre donne, ma quando sono con lui sono talmente al settimo cielo che dimentico tutto, anche le lacrime che molti hanno trovato fastidiose o eccessive. Sono stata attaccata, ma ho fatto spallucce. George ha un fare premuroso e protettivo e quando non stiamo insieme, ci sentiamo sempre al telefono: non c’è stato un giorno in cui non mi abbia augurato la buonanotte“. Allora come mai lui sembra vivere questa relazione con maggiori riserve? A questa domanda Gemma risponde così: “Ha vissuto tanti anni in America, la sua è una mentalità più pragmatica e anglosassone. Meno mediterranea rispetto alla mia, insomma. In più, per una persona che ha condotto sempre vita da single, è difficile trovare il coraggio di mettere il bollino dell’ufficialità ad un rapporto come un nostro, che, al di là delle etichette, è comunque un rapporto di coppia. E’ sempre stato onesto e non mi ha mai illuso“. Ma soprattutto, l’opinionista Tina Cipollari ha spesso sottolineato, divertita, il lato più passionale della loro relazione. A tal proposito, la 65enne torinese risponde: “E’ stata una riscoperta di emozioni importanti. Con sincerità e senza ipocrisia, ho raccontato anche questo nostro aspetto intimo del nostro rapporto. Sono stata schietta perché la nostra storia è nata davanti alle telecamere, e mi sarebbe sembrato egoista nasconderne una parte. E poi siamo due persone adulte, nel 2015“. Infine, quando le si chiede quale estate si prospetta, Gemma dichiara: “Ci piacerebbe trascorrere qualche giorno in Puglia, ma amiamo molto anche la Toscana, dove affondano le mie radici, oltre alle sue“…E poi, quando le si chiede se il suo amato gatto Piripicchio è geloso di Giorgio, lei rivela: “No, sono io che mi sono ingelosita! Quando George è venuto a casa mia a Torino, Piripicchio si è subito sdraiato sulle sue gambe. Sono rimasta sorpresa e ho capito che il mio gatto era già pazzo di lui. Spesso George mi manda le foto della sua gatta Briciola, che ‘manda i saluti’ al mio gatto!“.

Fonte: Vero

About Edicola

22 commenti

  1. Piripicchio superstar! Tra un po’ farà anche lui intervitse” la mia vita da cani con Gemma: salvatemi”

  2. Ah, quindi aspettiamo gli sviluppi di Briciola e Piripicchio.

  3. Non vedo l’ora di leggere le belle parole che gli regalerà, quando George gli sfilerà la corda di mano per farci salire un’altra.

  4. Ciao, vi leggo sempre ma non scrivo spesso…solo che all’ ennesima intervista copia e incolla non posso subire ancora. Ma dico…C’è ancora qualcosa da dire che non rasenti il patetico? No! Io lo amo…non sono ASSOLUTAMENTE lo zerbino d’Italia e la scritta ” salve” che mi è apparsa in fronte è segno di apertura mentale, che noi siamo free.

  5. c’era una volta una gatta…
    ecco con chi se la spassa Giorgio.pure lui,ha diritto ad una briciola di felicità.

  6. Ma Piripicchio non aveva cambiato nome per poi fuggire all’estero coperto da nuova identità?

  7. Ma com’è? Torno dopo qualche giorno di assenza, e il primo post che mi rimbalza agli occhi è quello dei gabbiani?!??!
    …Avessero almeno detto qualcosa di nuovo! che so…una svolta al loro stato civile, un incidente sessuale durante nuove sperimentazioni, il loro trasferimento in una casa x anziani…

    Ma lo sa Sgem che, ciò che ha affermato sopra, puzza di stantio? Di muffa? Di inacidito?
    Lo sa che ha fatto la muffa peggio del gorgonzola? Che ha fatto la ruggine come un pezzo di ferro sotto le tempeste da anni? Che ha fatto le ragnatele come le pareti nella casa dei fantasmi?

    A na certa…

  8. George il Cowboy ha una cultura anglosassone, ora si spiega tutto!

Inserisci un commento

Not using HHVM