‘Uomini e Donne’: l’opinione di Chia sulla puntata di oggi del Trono over

Trono over

Che poi è anche tenero il buon Giorgio Manetti quando tenta di giustificare l’immancabile restituzione al mittente delle dame platinate che copiosamente arrivano nello studio del Trono over di Uomini e Donne per lui sotto la causale ‘Sono troppo rigide‘, quando quello che in realtà pensa davvero è ‘Se invece di perder tempo a ciarlare si concentrassero ad irrigidire me, mortacci loro!‘.

Lo si poteva immaginare fin dagli albori di Dame e Cavalieri, ed Ester Cinelli lo ha confermato nell’intervista che ci ha rilasciato nelle scorse ore (la trovate QUI): altro che ricerca del grande amore, ai maschietti della trasmissione non interessa altro che arrivare al sodo. Anche se di sodo non hanno manco più i polpastrelli, quelli.

Gente decisamente ambiziosa e ben poco realistica che ha scambiato lo studio di Mary per una casa di tolleranza, e non si fa scrupolo di spezzare cuori deboli (per le troppe delusioni d’amore o per le più comuni patologie tipiche della senilità fa lo stesso) pur di portare a casa il risultato, posticipando il più possibile il momento in cui dovrà appendere il mutandazzo sdrucito al chiodo.

Casa di tolleranza

E quella ancor più tenera è proprio Queen Mary che, in un programma che dovrebbe parlare di relazioni nascenti, lascia improvvisamente a casa quei pochi che in una storia seria ancora ci credono per dare spazio a fave cadenti.

Sarà l’età che avanza anche per lei, ma la padrona di casa si ricorda di difendere la purezza della sua creatura solo quando è più superfluo farlo, scordandosi di fare cazziatoni anche a tutti sti erotomani che prolificano come muffe sui formaggi rendendo Uomini e Donne più sconcio di 50 Sfumature di Grigio.

La cosa più inquietante l’abbiamo scoperta oggi: a guardare l’Over e gli sproloqui erotici di questi omuncoli ci sono anche dei bambini. Dei BAMBINI. Con l’apparecchio, le codine e via dicendo. Ma non hanno i compiti da fare? E soprattutto, non hanno dei genitori, santo cielo? Io a 15 anni guardavo ancora i Pokémon, questi alle elementari hanno l’album di figurine di Gemma e Giorgio. Dove sono gli assistenti sociali quando servono, a organizzare il Family Day?

Riguardo a Giuliana Brasiello, al suo immotivato egocentrismo e alla necessità che immancabilmente sente di sminuire qualsiasi altra donna a semplice ripiego di chi non può arrivare a lei, mi viene solo da dire…

Video dalla puntata: Puntata interaUn mezzo due di picche – Un cuore da proteggere – Cristian si presenta… – Le recriminazioni di Giorgio – Esterna di Giorgio e MauriziaIl tempo è tiranno“Atto fisico: punto d’inizio o d’arrivo?”